La stagione del TEATRO LIQUIDO edizione 2021/2022

La stagione del TEATRO LIQUIDO edizione 2021/2022

Guascone Teatro presenta l’ottava volta del “Teatro Liquido”, ovvero “Utopia del Buongusto” (il festival estivo) in tempi freddi. Occasione allegra per star bene, essere attraversati da bei pensieri e migliorarsi la vita. Direzione artistica di Andrea Kaemmerle.

“Teatro Liquido” è la stagione che coinvolge le città d’acqua di Bientina e Casciana Terme Lari. In programma teatro, musica, danza, teatro ragazzi e altro, che dal 4 novembre a fine dicembre 2020 (prima parte) troveranno casa al Teatro delle Sfide di Bientina e al Teatro Verdi Giuseppe, fu Carlo oste di Casciana Terme (Pisa). La seconda parte del programma verrà presentata in n secondo momento e andrà da gennaio a luglio 2022.

Tra gli ospiti, solo per ricordarne qualcuno, ci saranno Alessandro Paci e Diletta Oculisti, Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti, Kaos Balletto, Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta, Antitesi Teatro, Francesco Cortoni e Silvia Lemmi, Adriano Miliani, Alessandro Gigli, Alessandro Benvenuti e Sandro Berti, Giacomo De Bastiani e Andrea Kaemmerle, Mauro Monni e Andrea Bruno Savelli, Marco Fiorentini e Renato Civello, Lst Teatro, Francesco Bottai, Franco Di Corcia jr.

Da segnalare gli immancabili appuntamenti per il 31 dicembre che sono delle vere e proprie feste teatrali a cura di Guascone Teatro. Non mancheranno le consuete cene, i pranzi, sconti e agevolazioni nei ristoranti e tante inaspettate sorprese.

«Inizia la stagione 2021/2022, in presenza – spiega il direttore artistico, Andrea Kaemmerle – e finalmente ci incontriamo sui palchi del teatro per tenerci compagnia in un lungo inverno ricco di appuntamenti tra Bientina e Casciana Terme. Arrivano in questa prima parte di stagione (da gennaio pubblicheremo la seconda parte di eventi fino a luglio) spettacoli molto importanti da tutte le regioni di Italia. La sfida di questa prima “mezza” stagione è aprire il sipario tante sere di fila, vedere il pubblico, gli artisti, i tecnici, i giornalisti che tornano a godersi le luci della città, proseguire le conversazioni in un locale a pochi metri parlar d’amore e risate. Il Teatro Liquido prosegue il suo viaggio attraverso umanità differenti. Sei fortunato caro lettore a trovar questo programma, questo pezzo di carta potrebbe essere la tua nuova mappa per incontrare storie, inaugurare nuovi pensieri e giocare con il vivere».

La stagione del Teatro Liquido è un progetto che porta la firma di Guascone Teatro di Pontedera (Pisa), sostenuto e promosso dal Comune di Bientina e Casciana Terme Lari, che prende forma da un’idea di Andrea Kaemmerle, direttore artistico anche dell’estiva “Utopia del Buongusto”.

Direzione Artistica Andrea Kaemmerle, organizzazione Adelaide Vitolo, ufficio stampa Fabrizio Calabrese, comunicazione Fabrizio Liberati, responsabile tecnico e grafica Marco Fiorentini, fonica Ernesto Fontanella.

Per informazioni: 328 0625881 – 320 3667354 – info@guasconeteatro.itwww.guasconeteatro.it

Per le istruzioni su un buon uso del Teatro Liquido, con prezzo biglietti, formule di abbonamenti, agevolazioni, prenotazioni e altro, consultare il sito www.guasconeteatro.it.

Gli spettacoli del Teatro Liquido tra Casciana Terme e Bientina nella prima settimana dal 4 al 7 novembre

Si parte giovedì 4 novembre alle 21,30 al Teatro Verdi di Casciana Terme con Pilar Ternera e Guascone Teatro che presentano “Angeli a terra”. Spettacolo di teatro di e con Alberto Salvi, Francesco Cortoni e Andrea Kaemmerle. Scenografia e costumi di Marco Ulivieri.

Sabato 6 novembre alle 21,30, sempre al Verdi di Casciana Terme, Cattivi Maestri presenta “Barbablù’. Teatro per grandi e piccini dalla fiaba di Charles Perrault. Con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta.

Domenica 7 novembre, alle 18 al Verdi di Casciana Terme, danza con KAOS Balletto di Firenze che presenta
La Divina Commedia… e se inferno, purgatorio e paradiso fossero nel tempo e non nello spazio?”. Coreografie di Francesco Mangiapane, Kristian Cellini e Roberto Sartori.

Questa settimana il Teatro Liquido sarà al Teatro delle Sfide di Bientina, domenica 7 novembre alle 17 con il teatro ragazzi di Cattivi Maestri che presenta “Il gigante egoista”. Dal racconto di Oscar Wild. Regia di Antonio Tancredi, Con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta.
Programma Teatro delle Sfide – Bientina

La presentazione di Andrea Kaemmerle: 15 anni di sogni e magie l’isola degli artisti.
«Finalmente tornano le “mezze stagioni” ritenute estinte dalle maldicenze della banalità, le “mezze stagioni” che sembravano scomparse con le “penne lisce” in pandemia. Il magico ed accogliente teatro di Bientina arriva alla sua 15° stagione di Sfide e di battaglie culturali. Un luogo a misura di umanità, intimo e confidenziale, amatissimo da artisti e pubblico. Un rettangolo di mondo che negli anni ha saputo essere “casa” per attori, registi e scrittori di tutto il mondo. L’album delle foto di questi anni fa invidia ai blasonati teatrini di Parigi o Praga. Questo anno la SFIDA è una ed una sola: IL TEATRO DAL VIVO, tutto fatto in sicurezza ma nella vicinanza d’animo che rende questa arte un rito di intelligenza basata su poesia, domande e risposte; la culla di ogni curiosità. La SFIDA di questa prima “mezza” stagione è aprire il sipario tante sere di fila, vedere il pubblico, gli artisti, i tecnici, i giornalisti che tornano a godersi le luci della città, proseguire le conversazioni in un locale a pochi metri… parlar d’amore e risate. Mamma mia il TEATRO che ricchezza! Che incanto e meraviglia per chi ha imparato a goderne. Quanto ci siamo aspettati e mancati cari spettatori, noi lo sappiamo bene e voi molti avete messo grande spirito perché questo mondo non si inaridisse. La stagione è bellissima, varia, divertente e fittissima. Troverete tutto il mondo e tutte le facce della grande tradizione del teatro italiano ed europeo. Sfogliate con attenzione questo programma e prenotate la vostra poltrona. Torniamo ognuno ai posti di combattimento, accompagniamoci ancora in questa baruffa contro baggianate e banalità. Temete o cialtroni della facile polemica da schermo piatto, i teatranti ed i loro amici son tornati».

Domenica 7 novembre ore 17:00
Cattivi Maestri presenta
IL GIGANTE EGOISTA
Dal racconto di Oscar Wilde – Regia di Antonio Tancredi – Con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta
Scene e costumi di Valentina Albino – Assistente scenografa Francesca Smith – Musiche originali di Claudia Pisani
Sartoria a cura di Francesca Bombace – Semifinalista al Roma Fringe Festival 2017 con menzione per il “Premio del pubblico”. Semifinalista a In-Box Verde 2021.
“Un tempo, un tempo molto lontano abitava la terra il popolo dei giganti”, ma siamo proprio sicuri che i giganti non esistano più? Il nostro è un gigante speciale, egoista, che ama il suo giardino sopra ogni cosa e non sopporta che qualcuno lo possa rovinare. Ma vivere significa usare, scalfire e a volte sciupare. Il nostro gigante si accorge che la solitudine è gelo, che i bambini sono calore e che se desideri che i tuoi fiori sboccino devi permettergli di essere accarezzati e, a volte, calpestati. Due attrici/narratrici attraverso l’utilizzo di pupazzi e oggetti ci racconteranno una delle storie più emozionanti di Oscar Wilde con la leggerezza di due vagabondi che il tempo porta in giro. Le musiche sono state composte e suonate al piano da Claudia Pisani, la scenografia di Valentina Albino crea oggetti magici e trasformisti, la regia di Antonio Tancredi mette in luce la poesia che ha reso questa favola eterna.
Lo spettacolo affronta il tema molto attuale della difficoltà a relazionarsi con gli altri e porta a riflettere sulla necessità di aprirsi all’altro. 6,00 € Adulti4,00 € Bambini (fino a 12 anni)

Venerdì 19 novembre ore 21:30
Ass. Cult. FOXTROT GOLF presenta
PARLAMI D’AMORE
Di Philippe Claudel – Traduzione di David Conati
Con Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti – Regia di Francesco Branchetti – Musiche di Pino Cangialosi
Parlami d’amore di Philippe Claudel è un testo che parla di una coppia che sta attraversando una profonda crisi e racconta come possano sgretolarsi in poco tempo i punti di riferimento e le fondamenta di un rapporto. È un testo che ha la capacità di indagare l’animo umano e di muoversi come un'”investigatore” alla ricerca della verità nel “privato” di una coppia. Claudel mostra come sottotraccia possano convivere moltitudini di sentimenti intrecciati, impulsi contrastanti e come sia denso e irto di ostacoli il cammino del dialogo tra uomo e donna. Non abbandonando mai uno sguardo profondamente umano Claudel affonda la lama nelle pieghe più intime e a tratti inconfessabili di un rapporto di coppia anche attraverso una straordinaria e pungente ironia che accompagna tutto il testo. Fragilità, debolezze e addirittura in alcuni momenti candore trovano spazio in un duetto di coppia a tratti terribile ma sempre accompagnato da irresistibile humour e travolgente ironia. 13,00 € Intero10,00 € Ridotto

Sabato 27 novembre ore 21:30
Jack and Joe Theatre presenta DANTE La storia di un uomo del medioevo
Di e con Adriano MilianiCollaborazione alla drammaturgia e regia Rossana GayOrganizzazione Mirella Lampertico
Quando pensiamo a Dante solitamente ci viene in mente il sommo poeta autore della Divina Commedia. L’opera prende immediatamente il sopravvento sulla sua persona, ci sfugge, si dissolve la figura dello scrittore umano in carne ed ossa. Un “uomo” con le sue qualità, i suoi difetti, le passioni, gli amori, la famiglia, insomma un essere del nostro stesso genere. Ebbene sì, Alighieri Dante è stato anche lui un cittadino terrestre come noi anche se, per certi aspetti, sembra un extraterrestre. Infatti non ha scritto solo la Divina Commedia, che per una vita basta e avanza, ma diverse altre opere, alcune finite altre no, oltre a numerosi sonetti. E tutto questo in soli 56 anni di vita… sorprendente! Un uomo che ha fatto dell’amore la sua ragione di vita, un amore impossibile che lo ha accompagnato per tutta la vita, che ha provato a dimenticare ma tornava sempre. Amore per una donna ma anche per una società più giusta, equa, in pace. Un uomo che, quando è stato esiliato da Firenze, dove non vi ha più fatto ritorno, girovagando da una città all’altra cercando ospitalità, per passare il tempo ha scritto la Divina Commedia!
10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Domenica 28 novembre ore 17:00
Terzo Studio presenta
PINOCCHIO
Con Alessandro Gigli – Telo illustrato di Debora Bellario
Oggetti, baracca, teste di legno di Massimo Galletti – Impianto scenico di William Veliscek
Vincitore del Premio “Torototela” 2009 della Regione PiemonteRitorna l’arte antica del contastorie che utilizzando il ritmo e la capacità di affascinare narrando, con l’aiuto scenografico del telo illustrato, farà entrare lo spettatore nel magico mondo della fiaba e del racconto. Una forma teatrale questa, nella quale Alessandro Gigli è divenuto maestro, sapendo coniugare i vari e differenti registri espressivi dalla drammatizzazione fino alla forma del ‘cuntu’. Solido e stralunato attore, grande affabulatore, capace di far apparire, per magia, le più incredibili visioni, fidando tutto sulla capacità evocativa della parola. Il telo attorno al quale ruota lo spettacolo è quello de “Le avventure di Pinocchio” da Collodi, un testo che Gigli conosce in ogni sua più piccola sfumatura e dettaglio. L’affabulazione è rotta dallo spazio di Mangiafuoco e dallo ‘spettacolo nello spettacolo’ che si farà in baracca, con una storia semplicissima di amori contesi, di lotte furibonde, sfide terribili, lieto fine. Una storia perfetta nel ritmo, nei tempi di apparizione/sparizione, nell’alternarsi di rincorse e bastonate, tutti elementi che sono poi l’essenza dei burattini in baracca. Alessandro è un contastorie insuperabile, maestro nell’animazione di burattini e oggetti, dotato di una sensibilità e di un’intelligenza teatrale fuori dal comune, è capace di fare poesia affettando una cipolla, conquistando qualsiasi tipo di pubblico in qualsiasi circostanza. 6,00 € Adulti4,00 € Bambini (fino a 12 anni)

Mercoledì 1 dicembre ore 21:30
INCONTRI POSSIBLI

Una chiaccherata spettacolo su un tagliere di aneddoti, vino rosso e rivoluzione
Con Alessandro Benvenuti, Sandro Berti,Giacomo de Bastiani e Andrea Kaemmerle
Un tavolo, due bottiglie di rosso, un tagliere di ricordi, crostini di aneddoti e poi parole sulla vita, la filosofia, gli amori e le battaglie culturali. Una chiacchierata che è già teatro di per sé. Dalle incursioni del primo teatro in strada alle lezioni di Giuliano Scabia ed Umberto Eco. La testimonianza molto intima e poco televisiva di quattro attori, autori, registi (e forse guitti) toscani che guidati da una sincera amicizia riportano squarci di visioni teatrali. Il cinema autorale e comico di Benvenuti, l’ironia sorniona del magico Giacomo De Bastiani le follie scoppiettanti della Banda Osiris di cui Sandro Berti è parte irrinunciabile e le iperboli di comicità poetica di Kaemmerle si incastrano l’un con l’altra. Un evento in prima assoluta (e probabilmente mai replicabile) dove il calore delle sere in osteria tra amici si fa quasi lezione all’ università del teatro della vita. Un progetto per niente casuale, nato dalla necessità, fortemente sentita da tutti e quattro gli artisti in scena di raccontare meglio l’essenza di questo mestiere e di questo mondo. Un grande regalo per Bientina, il Teatro Delle Sfide e questi primi 15 anni di attività.
13,00 € Intero10,00 € Ridotto

Sabato 4 dicembre ore 21:30
Fondazione Accademia dei Perseveranti presenta
CONTROCORRENTE
Gian Maria Volonté e il racconto di un paese imperfetto
di Mauro Monni
con Andrea Bruno Savelli e Mauro Monni – regia di Andrea Bruno Savelli – light design Alessandro Ruggiero
proiezioni di Paolo Moretti – musiche di Stefano De Donato – costruzione scene di DDM
Gian Maria Volonté è considerato uno dei pilastri del cinema italiano sin dal suo debutto, avvenuto nei primi anni ’60. Un attore instancabile che nella sua lunga carriera ha regalato volto, voce e maestria ai personaggi di quasi 70 film, un uomo ruvido, spigoloso, che ha svolto il suo mestiere di attore senza scorciatoie o parafulmini. Anzi, proprio per l’impegno civile che da sempre ha contraddistinto la sua figura, spesso ha subito ritorsioni e ostracismo da una parte di società che non vedeva con buon occhio i suoi atteggiamenti. Un attore amato dai registi, molto meno dai produttori. Con lo spettacolo “CONTROCORRENTE, Gian Maria Volonté e il racconto di un paese imperfetto” rivivremo, tra immagini e racconto, la vita e le opere di questo straordinario artista riscoprendone la carriera e i successi di pari passo alla realtà e agli avvenimenti di un paese travolto da scandali e stragi di Stato. Si rivivranno gli anni ’70 e ’80 quando anche fare politica significava rischiare di morire durante una manifestazione in piazza: la memoria di una nazione che, tra mille contraddizioni, è riuscita a sopravvivere. 10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Domenica 12 dicembre ore 17:00
Guascone Teatro presenta
LA STELLA E IL COYOTE
di e con Andrea Kaemmerle e con Andrea Barsali (chitarra) e Roberto Cecchetti (violino)
L’uomo, la donna, i bambini ed i vecchietti sono gli unici animali che sanno raccontare, ridere, scherzare e dire bugie, truccarsi, ma¬scherarsi e suonare ogni tipo di strumento. Lo fanno da sempre e lo fanno sempre me¬glio. In scena arriva uno stralunato ed arruf¬fato personaggio, maldestro e sorridente: è il buon soldato Svejk (che Andrea Kaemmerle porta in giro per il mondo da più di 20 anni). Accanto a lui, due elegantissimi e misterio¬si musicisti, un violinista e un chitarrista in frack e cilindro. Lo spettacolo inizia ed ecco che subito si vola da una parte all’altra del mondo come su un tappeto vo¬lante a raccogliere storie, favole, aneddoti e molti segreti utili a sentirsi felici e ridere. I tre protagonisti si vogliono molto bene ep¬pure non si parlano quasi mai, chissà quale segreto nascondono. A loro basta un sorriso ospitale, un naso rosso ed una musica ed ecco che il tappeto si alza in volo e porta tutto il pubblico ancora una volta in un altro angoli¬no della terra a ridere e sognare. I tre artisti in scena hanno accumulato più di 20 anni di la¬voro assieme, l’intesa perfetta permette loro di chiudere la pièce con un triplo salto acro¬batico nella fantasia, il pubblico estrarrà a sorte una tra le migliaia di fiabe del mondo e quella sarà il gran finale a sorpresa per tutti! 6,00 € Adulti4,00 € Bambini (fino a 12 anni)

Venerdì 17 e Sabato 18 dicembre ore 21:30 (PRIMA NAZIONALE)
Guascone Teatro presenta
TOP TEN CLUB – Soldi, felicità e grossolani errori
Di Federico Malvaldi – Con Marco Fiorentini e Renato Civello E con Bernardo Sommani (colonna sonora dal vivo)
Un locale; il suo gestore; qualcuno che arriva, improvvisamente, a fargli visita; le cose non vanno bene, no. Forse è meglio mollare tutto e andarsene, forse la fuga è il miglior modo per salvarsi, quale fuga? Una corda al collo è un ottimo modo per fuggire? Tutto può essere, al Top Ten Club, storico locale amburghese in cui nel 1961 i Beatles suonarono per più di tre mesi consecutivamente per 7 ore a notte. Ma i beatles ormai sono lontani, il mondo va avanti e occorre trovare un nuovo motore per nuovi sogni… i tempi cambiano e i protagonisti di questa storia lo sanno bene, forse non proprio con la testa o con il cuore ma sicuramente con la pancia: due trentenni in fuga dalle proprie paure e da alcune certezze che non vogliono riconoscere. Uno spettacolo che muovendosi in punta di piedi tra filosofia fulminante e delicate epifanie, ricaricherà di disperata ironia e leggerezza furiosa le pile del vostro cuore e forse la mattina dopo vi sveglierete di soprassalto con la voglia di cambiare il mondo e a sera avrete la certezza di riuscirci. Top Ten Club è l’incontro di quattro artisti mine vaganti che per un qualche segno del destino hanno incrociato i loro piedi. Ciò che ne viene fuori è uno spettacolo vivace e trasognante. 10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Martedì 28 dicembre ORE 21:30
LST teatro presenta IL DIO DEL MASSACRO
Di Yasmina Reza – Con Enrica Zampetti, Alessandro Waldergan, Mihaela Stoica e Gianni PolizianiRegia di Manfredi Rutelli – Allestimento scenico di Lucia Baricci – Musiche e sonorizzazione di Paolo Scatena – Luci di Simone Beco
Nel lindo salotto borghese in cui due coppie di genitori si incontrano per cercare di risolvere, da persone adulte e civili quali essi ritengono di essere, una questione in fondo di poco conto (una lite scoppiata ai giardinetti tra i rispettivi figli), vediamo sgretolarsi a poco a poco le maschere di benevolenza, tolleranza, buona creanza, e di correttezza politica, apertura mentale, dirittura morale; e sotto quelle maschere apparire il ghigno del nume efferato e oscuro che ci governa sin dalla notte dei tempi: il dio del massacro, appunto. Con uno humour corrosivo e una sorta di noncurante cinismo (e senza mai assumere il tono del moralista), in una lingua volutamente media, che sfodera tutto il suo micidiale potere, Yasmina Reza, nata Parigi da padre iraniano e madre ungherese, ed oggi la più nota drammaturga in lingua francese, oltre che scrittrice e sceneggiatrice, costruisce un brillante psicodramma, porgendo allo spettatore uno specchio deformante nel quale scoprirà, non senza un acido imbarazzo, qualcosa che lo riguarda molto da vicino. Questo è il testo da cui Roman Polanski ha tratto il suo film “Carnage”. LST Teatro è una realtà che da ormai quasi venti anni si muove nel mondo teatrale e lo fa da sempre con cura e professionalità. Una garanzia! 10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Venerdì 31 dicembre ore 22:00
Guascone teatro presenta
URGE – Come dal nichilismo cosmico passammo alla torta Sacher
Di e con Andrea Kaemmerle E con Francesco Bottai (voce e chitarra)
Molto di bello si è scritto, ma molto di più si è detto, si è urlato, si è cantato, sussurrato… VERBA VOLANT e questo è incantevole, le parole volano altrove, come polline, come schegge di un albero abbattuto. Verba Volant è la salvezza perché per insegnare una canzone ad un bambino non serve altro che il tempo. Verba volant, scripta manent è una maledizione, un insulto, è il permesso tacito di tradire quanto non immortalato dalla scrittura. Pericolosa epoca quella dove dare la PROPRIA PAROLA rimanda al far west di Sergio Leone, epoca dove i bambini hanno già 10 password segrete prima di avere dato un bacio. URGE ripartire dall’ebrezza delle grandi parole al vento, assaporarne il profumo e farsi coccolare l’anima e l’immaginazione. Francesco Bottai, raffinato e protoromantico cantautore teatrale ed Andrea Kaemmerle attore ed autore da più di 30 anni, entrambi divertiti ed ammaliati da molte cose comuni, amici e sodali, sono i due pescatori che ogni sera di spettacolo si mettono a pescare nel grande POZZO dell’umanità ricercando la bellezza della parola detta, cantata, sussurrata…
25,00 € Adulti15,00 € Bambini (fino a 12 anni)Cene speciali in abbinamento nei ristoranti del paese

Martedì 4 gennaio ore 21:30
Teatro di Bo’ presenta IO FILUME’
Di e con Franco Di Corcia jr. – Consulenza scenica e musica dal vivo Mattia Pagni ù
Due vite che si incontrano in un tempo e uno spazio che esiste soltanto sulla scena. Da una parte Franco e la sua vita in viaggio, dall’altra Filumena, una donna messa alla prova dalle scelte degli altri finché non si stanca di aspettare e decide di agire. Teatro e vita sono un’unica cosa. Un omaggio a tutte le ‘Filumene Marturano’ esistite nella vita di Franco, un invito al sentimento, un inno all’emozione oltre ogni discriminazione culturale. Cosa sarebbe il teatro senza il SUD del mondo? Chi può dirlo, forse solo grandi drammi scandinavi, riflessioni e brutti pensieri. Il Teatro di Di Corcia è Napoli, è pancia, è quel mondo che in ogni vicolo del nostro sud Italia rende ogni intoppo quotidiano in grande sceneggiata da “piazzata” con il sapere artigiano di chi ha quel 41° parallelo nel sangue. Il Parallelo che taglia in due Napoli e NewYork, un affresco su amori e mondi che “Frank” restituisce al pubblico in modo unico. 10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Programma Teatro Verdi – Casciana Terme

La presentazione di Andrea Kaemmerle: Teatro Verdi Giuseppe fu Carlo Oste. La 9° stagione (prima parte)
«Qualche volta per innamorarsi a fondo ci vuole tempo; Il Teatro Verdi di Casciana è bellissimo, colpisce subito per la sua eleganza e linearità. Casciana è molto bella ed accogliente. Ma qualcosa di prezioso in questo luogo rimane un po’ nascosto, quasi volutamente. In questo anno passato a scansare virus e disastri, passato a scrivere spettacoli e provarne di nuovi con la speranza di arrivare ancora alla dimensione del caro vecchio buon Teatro dal Vivo. Quello dove gli artisti origliano da dietro il sipario per scovare nel pubblico bisbigli complici. In questo anno, in questo tempo sospeso e rarefatto il Teatro Verdi ha sfoderato tutta la sua poesia e la sua accoglienza. Si è trasformato da contenitore raffinato a fucina di arte e cultura. Adesso finalmente è pronto ad accogliere spettatori e viandanti in tutta la sua bellezza. Arrivano in questa prima parte di stagione (da gennaio pubblicheremo la seconda parte di eventi fino a luglio) spettacoli molto importanti da tutte le regioni di Italia. In soli 2 mesi ospiteremo compagnie professioniste di Torino, Savona, Roma, Firenze, Bergamo… sarà un continuo arrivare a Casciana, fare teatro e ripartire portandosi appresso il fascino segreto di queste colline. Nel dettagliato programma di queste pagine troverete commedie, balletti, comicità, prosa, musica… tutto quanto di meglio e di più stimolante siamo riusciti a portare sulle assi di questo teatro. Un consiglio: fate pochi passi e vi sentirete in viaggio».

Giovedì 4 novembre ore 21:30
Pilar Ternera e Guascone Teatro presentano
ANGELI A TERRA
Di e con Alberto Salvi, Francesco Cortoni e Andrea Kaemmerle – Scenografia e costumi di Marco Ulivieri
Un luogo paradisiaco, Lui (Dio) e loro (tre an¬geli). Qualcosa sta per succedere o forse è già successa. Dio non si muove, gli angeli sono in ansia… Qualcosa non va, qualcosa scric¬chiola, dove sono finite le infinite schiere di angeli? Dove i Santi? I Patroni? Perché nes¬suno agisce? Ecco uno spettacolo dove lo scrivere, l’im¬provvisare ed il mettere in scena il testo avviene al modo antico delle compagnie di giro. Si inventa, si lima, si sogna; si fissa e si parte. Lo spettacolo segna l’inizio di una collaborazione tra tre artisti di formazio¬ne molto diversa e, partendo dallo studio di molte fonti antichissime, ricrea uno spazio “celeste” alquanto bizzarro ed ammaliante. Uno spazio dove riuscire a farsi un caffè ed evitare il diluvio universale hanno quasi lo stesso peso. Costumi, oggetti e suoni por¬tano il pubblico in una favola per adulti. Il testo è molto divertente e comico, riporta in scena i dubbi e le teorie filosofico/religiose degli ultimi 300 anni almeno. Il pubblico ride e rimugina assieme ai tre angeli su cosa sia il Paradiso e su cosa sia la felicità. I tre attori si trovano così in una girandola scoppiettante di sogni e slanci, pessimi propositi per tra¬sformarsi in eroi. 10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Sabato 6 novembre ore 21:30
Cattivi Maestri presenta
BARBABLU’
Dalla fiaba di Charles Perrault – Testo di Antonio Tancredi, Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta
Regia di Antonio Tancredi – Con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta – Costumi di Francesca Marsella
Allestimento scenico di Francesca Smith e Massimo Ferrando – Musiche originali di Claudia Pisani
Sartoria di Francesca Bombace
Due sorelle lavorano alla maglia intrecciando fili di lana e storie, la loro e quella di un uomo, Barbablù, che un giorno si presenta alla porta. Sta cercando una donna in moglie. Se le sorelle rifiutano la proposta di matrimonio fatta da quell’uomo, non fa così la più piccola, Anna, la più ingenua, la più curiosa. Ma chi è quell’uomo che ogni tanto dà grandi feste e che è alla ricerca di una moglie sempre nuova? E perchè ha quella barba così blu? La piccola Anna, da quel momento sarà circondata da accortezze e regali. In cambio dovrà rinunciare a fare domande, ad essere curiosa. Barbablù è una fiaba che riguarda tutti, piccoli e grandi. Una fiaba che si interroga sulla libertà e sul valore della curiosità e dell’emancipazione. Come ad Anna è richiesto di scegliere se restare “muta” e “cieca” o vedere e agire, così, a noi, spettatori la fiaba chiede di non rinunciare a chiedere a domandare, a non chiudere li occhi, a tenere sempre attivi e attenti i nostri istinti e, se in difficoltà, a chiedere aiuto. Sono qui, dice Barbablù ad Anna, verso la fine, anche noi siamo qui, dicono le sorelle e i fratelli di Anna. 10,00 € Intero8,00 € Ridotto4,00 € Bambimi (fino a 12 anni)

Domenica 7 novembre ore 18:00
KAOS Balletto di Firenze presenta
LA DIVINA COMMEDIA
…e se inferno, purgatorio e paradiso fossero nel tempo e non nello spazio?
Coreografie di Francesco Mangiapane, Kristian Cellini e Roberto Sartori – Musica originale Stefano Simmaco e A.A.
Light Designer Gabriele Termine – Costumi Riccardo Occhilupo
Quest’anno è il settimo centenario dalla morte di Dante, è un’occasione speciale e la Compagnia KAOS Balletto di Firenze ha scelto di coglierla attraverso una libera interpretazione della sua opera più grande. Tre coreografi, Francesco Mangiapane, Kristian Cellini e Roberto Sartori, si lasciano ispirare dall’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso danteschi sfruttandone e ricomponendone le oniriche visioni che il grande maestro regala attraverso la sua immensa opera. E se questi tre non luoghi fossero nel tempo e non nello spazio? Se osservando Inferno, Purgatorio e Paradiso pensassimo a passato presente e futuro? Allora l’Inferno diverrebbe un trascorso da dimenticare carico di errori, colpe…qualcosa da non ripetere. Il Purgatorio sarebbe allora la rappresentazione dei nostri sforzi attuali per modificare noi stessi ed il nostro mondo, una “palestra dell’anima e del corpo” dove guadagnarci un futuro migliore, un futuro che speriamo sia idilliaco, un futuro che ci faccia da stella cometa e ci dia speranza e forza…un Paradiso; terrestre? Forse no ma il suo compito è già svolto. 13,00 € Intero10,00 € Ridotto

Sabato 20 novembre ore 21:30
Ass. Cult. FOXTROT GOLF presenta
PARLAMI D’AMORE

Di Philippe Claudel – Traduzione di David Conati – Con Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti
Regia di Francesco Branchetti – Musiche di Pino Cangialosi
Parlami d’amore di Philippe Claudel è un testo che parla di una coppia che sta attraversando una profonda crisi e racconta come possano sgretolarsi in poco tempo i punti di riferimento e le fondamenta di un rapporto. È un testo che ha la capacità di indagare l’animo umano e di muoversi come un'”investigatore” alla ricerca della verità nel “privato” di una coppia. Claudel mostra come sottotraccia possano convivere moltitudini di sentimenti intrecciati, impulsi contrastanti e come sia denso e irto di ostacoli il cammino del dialogo tra uomo e donna. Non abbandonando mai uno sguardo profondamente umano Claudel affonda la lama nelle pieghe più intime e a tratti inconfessabili di un rapporto di coppia anche attraverso una straordinaria e pungente ironia che accompagna tutto il testo. Fragilità, debolezze e addirittura in alcuni momenti candore trovano spazio in un duetto di coppia a tratti terribile ma sempre accompagnato da irresistibile humour e travolgente ironia. 13,00 € Intero10,00 € Ridotto

Domenica 21 novembre ore 18:00
Antitesi teatro circo presenta
IMAGO
Con Claudia Bandecchi, Alice Casarosa, Elisa Drago, Federico Granchi, Massimo Minervini e Irene Rametta
Regia e scenografia di Martina Favilla – Costumi di Sara Torelli – Attrezzature di Pablo Baroni – Maschera di Nives Storci – Luci di Andrea Berselli e Fabio Giommarelli – Illustrazioni di Daria Palotti
Lo spettacolo, liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare, è attraversato e reso sorprendentemente magico da prodigiose metamorfosi, tragicomici innamoramenti e misteriosi equivoci. La storia verrà straordinariamente raccontata, senza parole, dal poetico connubio di circo-teatro con acrobatica aerea e a terra, verticalismo, contorsionismo, canto e musica dal vivo. “Siamo fatti della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita”. L’idea che sta alla base di questa messa in scena è il fatto che i cicli della natura continuano incessantemente al di là delle vite, delle gioie, dolori, amori… dei singoli esseri viventi. Spettacolo adatto a tutte le età e a tutti i sognatori.
10,00€ Intero – 8,00€ Ridotto – 4,00€ Bambini (fino a 12 anni)

Sabato 18 dicembre ore 21:30
Pilar Ternera presenta
PROVACI ANCORA
Ideato da Francesco Cortoni e Alessia Cespuglio. Con Francesco Cortoni e Silvia Lemmi. Suoni e luci Giorgio De Santis. Vincitore del Premio Giovani Realtà del Teatro di Udine 2010
Romeo e Giulietta muoiono perché non rinunciano al proprio ideale, vivere il proprio amore e conservarlo intatto, puro. Ai due protagonisti solo la dimensione della morte e della tragedia permette di realizzare il proprio amore/ideale. Questo lavoro indaga quanto sia dura e grottesca la condizione dell’amore di fronte alla propria idea di perfezione e di quanto il reale sia misero e con poco senso se questo se ne diparte. In Provaci Ancora non ci sono famiglie contrapposte, né preti, né balie ma un vecchio lenzuolo, una tavolaccia di legno e Giannozza e Mariotto, una nuova coppia, che, sera dopo sera, replicano uno spettacolo, ormai scaduto, che non ha più niente da dire a nessuno. Anche se il contesto è diverso e i personaggi totalmente nuovi, rimane l’integrità tragica di Romeo e Giulietta, incarnata in qualche modo da Giannozza e Mariotto oltre a molti testi e dialoghi dell’opera che, in questo contesto, trovano diversa forma e collocazione. Il senso e il significato dell’opera shakespeariana è la guida principale del lavoro. Quello a cui ci troviamo di fronte è una nuova esplosione della tragedia shakespeariana. Venite gente e amatevi se potete!
10,00 € Intero8,00 € Ridotto

Venerdì 31 Dicembre ore 22:00Notte di San Silvestro Fondazione Accademia dei Perseveranti presenta
MATRIMONIO PER CASO
Di Andrea Bruno Savelli e Alessandro Paci – Regia Andrea Bruno Savelli
Con Alessandro Paci e Diletta Oculisti
Light design Alessandro Ruggiero
Musiche Oliver Lapio
Scene Michele Ricciarini
La grande comicità di Alessandro Paci, nell’inedita veste di attore di prosa, spalleggiato da Diletta Oculisti, felice scoperta a livello comico, creano il mix perfetto per uno spettacolo dall’energia inestinguibile.
Due single, ignari del proprio destino,si incontrano casualmente cercando il regalo per lo stesso matrimonio,scatenando una serie di situazioni esilaranti.
Una commedia divertente che vuol far riflettere, tra una risata ed un’altra, sulle nevrosi e sulle folli dinamiche di una coppia moderna,cercando una alternativa per concedersi la possibilità di una vita felice.
25,00 € Adulti15,00 € Bambini (fino a 12 anni) Cene buffet nel foyer del teatro 25,00 €

Istruzioni per un buon uso del Teatro Liquido 2021/2022

Informazioni e prenotazioni: +39 328 0625881 +39 320 3667354.
Tutto il programma e le informazioni su www.guasconeteatro.it.
E’ possibile prenotare anche per SMS o tramite Facebook alla pagina Guascone Teatro indicando cognome, numero dei biglietti che si vogliono prenotare, titolo dello spettacolo e data dell’evento. IMPORTANTE questo tipo di prenotazione sara valida solo se confermata con una risposta da mostrare poi alla biglietteria. Non si prendono prenotazioni tramite e-mail.

Abbonamenti (sia Teatro Verdi di Casciana Terme che Teatro delle Sfide di Bientina) – Abbonamento 10X8 (personale) 10 biglietti al prezzo di 8. Scegli 10 spettacoli che vuoi vedere e avrai in omaggio il più caro e il meno caro. Abbonamento 10X8 (gruppi) acquista 10 biglietti per un unico evento e avrai 2 biglietti in omaggio. Occorre prenotare questo abbonamento con almeno un giorno di anticipo.