Teatro Viareggio

da martedì 19 Luglio 2022 a lunedì 22 Agosto 2022

Viareggio Talks, Di che vizio sei?, rassegna di talkshow animati per raccontare i sette peccati capitali al giorno d’oggi

Sette talk show ‘animati’, uno per ogni peccato capitale, per indagare l’attualità e il mondo di oggi con ospiti del mondo dello spettacolo, dello sport, della medicina, della psichiatria, della cultura: è “Viareggio Talks – Di che vizio sei?”, la nuova rassegna a cura di Maurizio Vanni (storico dell’arte e museologo), che si svolgerà dal 19 luglio al 22 agosto nell’ambito del progetto “Il Palco di Maria Luisa”, nell’omonima piazza vista mare di Viareggio, di fronte al Grand Hotel Principe di Piemonte.

L’iniziativa – il titolo si ispira alla produzione televisiva di RAI del 1988 condotta da Gigi Proietti e Milva con la partecipazione straordinaria di Nino Frassica – vuol essere un modo ironico e impertinente che, anche attraverso analisi scientifiche, psicologiche, cognitive e artistiche, accompagnate da performance e momenti di spettacolo, porta in scena i sette peccati capitali, confrontando passato e presente, credenze sociali e lucide e ironiche trasgressioni contemporanee.

Nel primo appuntamento, che si terrà martedì 19 luglio alle ore 21.15, in programma “SUPERBIA. Dall’autorità all’autorevolezza. Il carisma del leader” con Stefano Cocco Cantini, sassofonista, Francesco Bargi, attore, Marcofine, street artist, Domenico Piraina, direttore Palazzo Reale di Milano, Enrico Marchi, psichiatra, specialista di Arteterapia e Sabrina Zuccalà, presidente di 4WARD360, specialista di nanotecnologie.

A seguire, il 6 agosto “INVIDIA. Guardare chi è migliore di noi. Dalla collera alla motivazione”, 11 agosto “LUSSURIA. Passione, erotismo e amore. Perché dover scegliere?”, 14 agosto “GOLA. Dalla voracità estetica al piacere estatico a tavola”, 17 agosto “ACCIDIA. La meravigliosa pesantezza dell’essere attori principali della nostra vita”, 20 agosto “IRA. Ragione o istinto? La rabbia e l’energia propulsiva”, mentre la chiusura il 22 agosto sarà con “AVARIZIA. Il tempo dell’essere o lo spazio di avere?”.

Dice Maurizio Vanni: ”I nuovi scenari che ci aspettano dopo la pandemia da Covid-19, probabilmente i più difficili e complessi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, ci obbligano a ripensare i modelli gestionali, le funzioni, i problemi, le necessità, ma anche le opportunità che la cultura può apportare a un territorio. La quotidianità delle persone è stata sconvolta in modo irreversibile, ma c’è un grande desiderio di ripartire, di divertirsi, di stare bene, di condividere momenti con persone che fanno parte del nostro stile di vita. In una città come Viareggio, un nuovo concept culturale di intrattenimento come vuole essere ‘Viareggio Talks’ diventa una grande opportunità di coinvolgimento e fidelizzazione nel momento in cui si concentrano sull’appagamento cognitivo, emotivo e interiore degli spettatori attraverso offerte culturali originali, divulgative e sorprendenti. L’elemento umano diventa fulcro indiscusso della nuova esperienza turistica che si concederà alla cultura se si sentirà protagonista, se riuscirà a condividerne i contenuti e a partecipare in modo attivo i format proposti”.

Prosegue: “Il vero obiettivo non è più la spettacolarizzazione fine a se stessa, attraverso artisti blasonati o personaggi dello star system, proiettata a un coinvolgimento una tantum, ma la fidelizzazione a un luogo che rientra nello stile di vita di un pubblico generico che desidera sentirsi nuovamente attore principale della propria esistenza. Viareggio Talks, infatti, vuole rappresentare non solo un momento di ritrovo prima o dopo cena, ma esprime anche un modo per ripensare un ‘qui e ora’ differente rispetto al passato, ma non necessariamente meno stimolante ed emozionante per ritrovare quell’entusiasmo, quell’amore incondizionato per la vita e per le relazioni che solo la cultura raccontata in modo originale, proposta attraverso modalità narrativa e soprattutto manifestata con un approccio interdisciplinare, può offrire”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito de “Il palco si Maria Luisa”, la rassegna estiva fronte mare in corso nell’omonima piazza a Viareggio, voluta dal Comune di Viareggio e resa possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano, la Fondazione Carnevale, Navigo, il Grand Hotel Principe di Piemonte e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e di iCare srl.

Ingresso libero.

VIAREGGIO TALKS – DI CHE VIZIO SEI?
ore 21.15 – Viareggio, Piazza Maria Luisa
(di fronte al Grand Hotel Principe di Piemonte)

– 19 luglio – SUPERBIA. Dall’autorità all’autorevolezza. Il carisma del leader
– 6 agosto – INVIDIA. Guardare chi è migliore di noi. Dalla collera alla motivazione
– 11 agosto – LUSSURIA. Passione, erotismo e amore. Perché dover scegliere?
– 14 agosto – GOLA. Dalla voracità estetica al piacere estatico a tavola
– 17 agosto – ACCIDIA. La meravigliosa pesantezza dell’essere attori principali della nostra vita
– 20 agosto – IRA. Ragione o istinto? La rabbia e l’energia propulsiva
– 22 agosto – AVARIZIA. Il tempo dell’essere o lo spazio di avere?

Con la partecipazione di:

SUPERBIA. Dall’autorità all’autorevolezza. Il carisma del leader (19 luglio)
– Stefano Cocco Cantini, sassofonista
– Francesco Bargi, attore
– Marcofine, Street Artist
– Domenico Piraina, direttore Palazzo Reale, Milano
– Enrico Marchi, psichiatra, specialista di Arteterapia
– Sabrina Zuccalà, presidente di 4WARD360, specialista di nanotecnologi

INVIDIA. Guardare chi è migliore di noi. Dalla collera alla motivazione (6 agosto)
– Francesco Carmignani, violinista
– Antonella Lucii, attrice
– Marcofine, Street Artist
– Daniela Melchiorre, presidente della Società Medico Chirurgica Lucchese
– Claudio Spinelli, professore ordinario di Chirurgia Pediatrica, Università di Pisa
– Francesco Cappè, rappresentante della Camera Arbitrale di Shanghai in Europa

LUSSURIA. Passione, erotismo e amore. Perché dover scegliere? (11 agosto)
– Nicola Bimbi, oboista
– Manuela Crisanti, attrice
– Marcofine, Street Artist
– Angelo Argento, presidente Cultura Italiae
– Ilaria Paoli, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa

GOLA. Dalla voracità estetica al piacere estatico a tavola (14 agosto)
– Alberto Bologni, violinista
– Francesco Bargi, attore
– Marcofine, Street Artist
– Gianfranco Marchesi, psichiatra, esperto di neuroestetica
– Matteo Cesca, comico
– Sandra Bianchi, pastry chef

ACCIDIA. La meravigliosa pesantezza dell’essere attori principali della nostra vita
(17 agosto)
– Annalivia Walker, arpista
– Thomas Angeli, attore
– Marcofine, Street Artist
– Gherardo La Francesca, ex ambasciatore e scrittore
– Franco Bassetto, professore ordinario, specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
– Patrizia Lazzari, musicista e scrittrice

IRA. Ragione o istinto? La rabbia e l’energia propulsiva (20 agosto)
– Francesco Carmignani, violinista
– Marianna Perilli, attrice
– Marcofine, Street Artist
– Matteo Cesca, comico
– Giampaolo Mazzoli, direttore del Conservatorio Boccherini, Lucca
– Alessia Bertocchini, chirurgo pediatra

AVARIZIA. Il tempo dell’essere o lo spazio di avere? (22 agosto)
– Meme Lucarelli, chitarrista
– Claudia Cecchini, attrice
– Marcofine, Street Artist
– Nicola Grazioso, direttore amministrativo del Teatro Petruzzelli, Bari
– Marialina Marcucci, presidente Fondazione Carnevale, Viareggio
– Silvio Presta, professore CdL in Tecnica della Psichiatrica

Maurizio Vanni_foto di Walter Capelli

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili