rettangolo

Teatro Pontedera

sabato 8 agosto 2020

Tutto sotto…le stelle lo spettacolo di Katia Beni al Santuario della Madonna di Ripaia a Treggiaia

Teatro comico per il nuovo appuntamento del festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto”. A cura di Guascone Teatro, per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle.

Sabato 8 agosto 2020 alle 21,30 al Santuario della Madonna di Ripaia a Treggiaia (Pontedera – Pisa), in Via Vecchia di Treggiaia, in scena “Tutto sotto…le stelle”, di e con Katia Beni.

Cena in luogo alle 20 con la formula “Dinner Box” a cura della Pasticceria Zanobini ad euro 12 (Ovvero prenota la tua dinner box, porta un plaid e vieni a mangiarla con noi nel parco panoramico). Da non perdere: una visita alle fontane nascoste di Treggiaia e la vista che spazia dal Monte Serra al mare. Ingresso allo spettacolo euro 8.

Informazioni e prenotazioni al 3280625881 o al 3203667354.

Come tutti i suoi spettacoli, anche questo sarà un piccolo evento dove improvvisazione e pezzi cult si mescolano in modo cosi naturale che per il pubblico è quasi impossibile distinguerli. Quello che ci presenta è un entusiasmante assemblaggio di follia, demenzialità e comicità dove tutto diventa possibile. Un vero e proprio viaggio attraverso i tanti luoghi comuni che ci riserva l’umanità, dalla preistoria al Covid-19.

Katia Beni, attrice dall’incontenibile talento comico, guitta e funambola del teatro, della televisione. Dagli esordi di Aria fresca con Conti e Panariello, fino a La squadra su Rai Tre, Tina di Carabinieri su Canale 5 e al cinema con Panariello, Benvenuti e molti altri. Insomma un incantevole incrocio tra un clown e una diva.
IL FESTIVAL – Con l’estate, immancabile, ritorna il festival Utopia del Buongusto di Teatro Guascone (Pontedera – Pisa) che quest’anno compie ventitre anni. Diventato ormai un cult, non poteva mancare nell’anno di Covid-19 e quindi torna in una forma in divenire in cui gli spettacoli si aggiungeranno via ad un blocco di date già sicure che prendono il via domenica 12 luglio. Poi una parentesi 111 giorni fino al 31 ottobre, giornata di chiusura, in cui Guascone Teatro festeggerà la conclusione di Utopia e i suoi primi 30 anni di vita.

Come sempre, per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle, la manifestazione promette anche per il 2020 un pieno di serate a base di cene e Teatro. Ventitreesimo atto di scorribande del primo esperimento internazionale di vita godereccia. Ed il motto è sempre lo stesso: “Si può solo godere o soffrire, godicchiare non è serio”. Due le cifre che l’accompagnano: circa 1400 serate in ventidue anni con oltre 185.000 spettatori.

Utopia del Buongusto si propone ancora come la più grande rete regionale di Teatro all’aperto, più che un evento raro, una buona abitudine normale e semplice. Come sempre Utopia scova e offre al suo pubblico tanti spettacoli inediti, sostenendo la nascita di nuovi copioni e la ricerca drammaturgica.

Anche quest’anno sarà un viaggio teatral – gastronomico per aie, frantoi, cortili e sagrati, sempre pronto a sedurre il pubblico con cibi ancora un po’ più buoni e spettacoli ancora un po’ più belli. Una promessa per chi incontra solo adesso la manifestazione diretta da Andrea Kaemmerle. L’atmosfera informale e birbante dei primi anni c’è sempre, ancora la stessa voglia di incontrare persone, accompagnarsi nelle notti di estate e coltivare semi di umanità. Nonostante tutto “Utopia” è tornata.

Utopia del Buongusto è un progetto realizzato da Guascone Teatro. Direzione artistica Andrea Kaemmerle, organizzazione Adelaide Vitolo, ufficio stampa Fabrizio Calabrese, comunicazione Fabrizio Liberati, responsabile tecnico e grafica Marco Fiorentini, fonica Ernesto Fontanella. Si ringraziano inoltre per la preziosa collaborazione, Federica Fiorentini, Simone Fiorentini, Florinda Vitolo e tutti i volontari che rendano possibile il festival.

KATIA BENI

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili