Teatro Campi Bisenzio

giovedì 30 Ottobre 2014

“Ti ho sposato per allegria”: Chiara Francini torna a casa e inaugura la stagione di prosa del Teatrodante Carlo Monni

Chiara Francini

Chiara Francini

Chiara Francini, attrice ‘di casa’ (è nata a Campi Bisenzio), ma di fama nazionale (è attualmente in tv quale conduttrice di Colorado, e pochi giorni fa sul red carpet del Festival di Roma per  Soap Opera di Alessandro Genovesi con Fabio De Luigi e Diego Abatantuono) a inaugurare giovedì 30 ottobre la stagione di prosa 2014/2015 del Teatrodante Carlo Monni (piazza Dante n.23, Campi Bisenzio, ore 21.00). La Francini sarà in scena con Emanuele Salce (tra le collaborazioni, quelle con i registi Scola, Risi e Pupi Avati) in ‘Ti ho sposato per allegria’, commedia in tre atti di Natalia Ginzburg, per la regia di Piero Maccarinelli. Lo spettacolo, che si avvia al sold out, è una pièce sfrontata e ironica, che racconta in tono leggero gli eventi più problematici, dall’aborto alla separazione, all’incomunicabilità. Sul palco, anche Anita Bartolucci, Giulia Weber e Valentina Virando. Prima dello spettacolo, alle ore 19.00 nel foyer, Chiara Francini, nota anche per i film girati con Leonardo Pieraccioni, Fausto Brizzi, Spike Lee e Peppi Corsicato, incontrerà il pubblico in un momento di confronto, durante un aperitivo offerto dal teatro.

Pietro, un avvocato di solida estrazione borghese, pacato e abituato a una vita regolare, e Giuliana, una giovane donna spiantata e pasticciona, con alle spalle una vita sregolata e una fuga da casa giovanissima. I due, dopo essersi incontrati, si piacciono e dopo un mese si sposano. Ma, ad una settimana dal matrimonio, l’euforia viene smorzata dalle regole che impone la famiglia. Nasce così il gioco tragicomico della casa, con suocera, cognatina e governante a fare il teatrino delle parti, e con esso, per uguale allegria, la Ginzburg fa nascere il gioco del suo teatro. La sottile ironia della commedia consiste nel raccontare in tono quasi allegro gli eventi più problematici: realtà come la morte e il non dialogo nei rapporti di coppia, vengono sdrammatizzate e descritte con la massima naturalezza.

Gli ultimi biglietti dell’evento sono in vendita presso la biglietteria (aperta da lunedi a sabato in orario 17-20; per informazioni 055.8940864, o scrivere una mail a biglietteria@teatrodante.it), sul circuito Box Office e sul sito www.teatrodante.it. Biglietti: da 10 a 22 euro, oltre il diritto di prevendita. Riduzioni per under 18, over 65, studenti fino a 26 anni, Coop, Arci, Assocral, Chianti Banca.

Per gli spettacoli della stagione di prosa 2014/2015 sarà possibile usufruire di un servizio navetta gratuito per Firenze gentilmente offerto dalla Fratellanza Popolare di San Donnino. Gli spettatori interessati dovranno prenotare entro le ore 17 del giorno dello spettacolo telefonando in biglietteria. Durante questi spettacoli, inoltre, sarà possibile usufruire del servizio Fiabe della Buonanotte, baby parking gestito dal Centro Iniziative Teatrali per bambini dai 3 anni in su.

Tra le novità della nuova stagione, la tessera ‘Amici di Carlo’, con validità fino a giugno 2015, permette di usufruire di sconti speciali, su tutti gli spettacoli ed eventi del teatrodante Carlo Monni, oltre all’accesso ad iniziative esclusive per i possessori.

Link al video di promozione della stagione di prosa 2014/2015 http://youtu.be/m3Xi9e_iHzg

 

STAGIONE DI PROSA 2014/2015

Dopo Chiara Francini, nel programma, Lello Arena vestirà i panni del celebre Avaro di Moliere, per la regia di Claudio di Palma (19 novembre); Paolo Rossi quelli del visionario Pier Luigi Torre, botanico, idealista e storico inventore della Lambretta, ne ‘Il colore è una variabile dell’infinito’ (19 dicembre). Vanessa Incontrada interpreterà il testo di Gabriele Pignotta, suo complice in scena in ‘Mi piaci perchè sei così’, deliziosa commedia sulla coppia moderna, tra scambi di ruolo, terapie sperimentali e occasioni di puro divertimento (15 gennaio), mentre Luca De Filippo, figlio di Eduardo, sarà in scena con ‘Sogno di una notte di mezza sbornia’, riflessione sul gioco della scena e il gioco dell’esistenza (21 gennaio). Il 6 e 7 febbraio sarà invece dedicato alla figura del calciatore Stefano Borgonovo, non solo un grande sportivo ma soprattutto un grande uomo, che ha dovuto affrontare il tunnel di una malattia feroce come la Sla, la prima nazionale di ‘Attaccante Nato’ di Andrea Bruno Savelli, tratto dall’omonimo libro di Alessandro Alciato. Nel cartellone anche l’attualità della ‘questione armena’, portata in scena nella nuova produzione di Pupi e Fresedde-Teatro Rifredi-Teatro Stabile di Innovazione, ‘La bastarda di Istanbul’, che sarà in anteprima nazionale sabato 28 febbraio presso il teatro. Tratto dal testo della scrittrice Elif Shafak, protagonista della letteratura turca, nella traduzione di Laura Prandino per Rizzoli,  lo spettacolo affronterà con maestria e coraggio un tema ancora scottante, l’odio ancestrale tra turchi e armeni, per la regia di Angelo Savelli e con protagonista Serra Yilmaz.

A chiudere la stagione l’11 marzo sarà Ambra Angiolini, che, per la prima volta sola sul palco, interpreterà il monologo di Stefano Benni La misteriosa scomparsa di W’, sulla necessità di difendere lo spirito critico, in un copione dove il comico trasforma le angosce in risata liberatoria.

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili