Cultura Monte San Savino

da giovedì 23 Ottobre 2014 a domenica 26 Ottobre 2014

Sabina Guzzanti al Teatro Verdi. Inaugurazione ufficiale del proiettore digitale con “La trattativa”

"La trattativa" di Sabina Guzzanti (2014)

“La trattativa” di Sabina Guzzanti (2014)

Giovedì 23 ottobre 2014 Monte San Savino apre il proprio teatro/cinema alla città e invita all’appuntamento con la storia. Una storia cittadina, innanzitutto, con l’inaugurazione ufficiale del rinnovato impianto digitale di proiezione cinematografica. Una storia italiana, contemporanea quanto problematica, con la proiezione alle ore 21:15 dell’ultimo lungometraggio di Sabina Guzzanti, “La Trattativa”.

A stimolare il dibattito sulla funzione del cinema in un territorio, specchio di una nazione, sarà la presenza in platea della stessa Sabina Guzzanti. L’artista, impegnata nella promozione del film in tutt’Italia, introdurrà “La Trattativa” e si tratterrà a fine proiezione in un incontro con il pubblico del Teatro Verdi. Moderatore dell’incontro sarà, per l’occasione, il giornalista Marco Caneschi.

“La trattativa” è il racconto, tra finzione e documentario, degli episodi più rilevanti della vicenda nota come trattativa stato mafia. Una tra le sequenze più intricate della nostra storia recente, politica, giudiziaria e non solo, trasformata in un racconto appassionante proprio per la “passione” che lega comuni cittadini nell’approfondire vicende della storia del proprio paese nascoste, travisate, negate. Opera impegnativa capace di sposare con sapienza la finzione scenica, basata su verbali e testimonianze, al documentario votato a raggiungere quella frazione del reale che la finzione non riesce a toccare. Opera necessaria, come racconta Sabina Guzzanti: “Nei quattro anni che sono stati necessari per girare questo film, il processo sulla trattativa è stato nel tempo, popolarissimo, bistrattato, credibile, sputtanato, centrale, marginale, appassionante, indifferente. Le procure di Firenze, Caltanissetta e Palermo che da venti anni indagano sulle stragi, ci hanno messo a disposizione molti strumenti per una ricostruzione storica che altrimenti sarebbe stata impossibile.  Ma sono strumenti utili solo se qualcuno li utilizza.  E visto che nelle istituzioni queste inchieste sono osteggiate e sabotate, visto che in questa storia chiunque abbia provato a dire la verità ha fatto una bruttissima fine, mi è sembrato importante, per quel poco che posso, dare un contributo per allargare la consapevolezza attorno a questi temi”.

La proiezione de “La Trattativa”, realizzata dal Comune di Monte San Savino in collaborazione con Officine della Cultura e in programma, oltre a giovedì 23, anche per  sabato 25 alle ore 21:40 e domenica 26 alle ore 17:30, intende non solo festeggiare l’investimento dell’amministrazione comunale che ha condotto il Teatro Verdi nell’era della proiezione digitale, ma inaugurare un vero e proprio ciclo dedicato alla filmografia italiana, con appuntamenti cinematografici che, nell’ottica del gioiello teatrale di Monte San Savino, siano delle occasioni d’incontro e dialogo con i protagonisti del cinema d’autore, al di là della consueta programmazione legata a film di richiamo.

A tal proposito il Teatro Verdi non rinuncerà anche per il fine settimana alla classica programmazione dedicata alle famiglie e al pubblico giovanile con la programmazione di “Boxtrolls – Le scatole magiche”, una divertente commedia d’animazione in stop-motion diretta da Graham Annable e Anthony Stacchi e basata sul libro per bambini “Here Be Monsters” di Alan Snow.  Orario delle proiezioni: sabato 25 alle ore 16:30 e domenica 26 alle ore 15:00.

Ulteriori informazioni contattando: Officine della Cultura, 0575 27961 – info@officinedellacultura.org; Cinema Teatro Verdi,  0575 810498 (solo nei giorni e orari di apertura del teatro).

Per la proiezione de “La trattativa” di giovedì 23 ottobre, con la presenza di Sabina Guzzanti, è prevista la prevendita nei seguenti luoghi: Monte San Savino: Ufficio Informazioni Turistiche, 0575 849418; Arezzo: Officine della Cultura – via Trasimeno, 16 – 0575 27961; Rete Teatrale Aretina – via della Bicchieraia, 34 – 0575 1824380; prevendita on-line www.boxol.it

Fonte: Officine della Cultura

Eventi simili