rettangolo

Teatro Prato

da giovedì 29 ottobre 2020 a domenica 29 novembre 2020

Novembre al Metastasio

Nel mese di novembre, nelle quattro sale del Metastasio, sono programmati cinque spettacoli di prosa e tre spettacoli di teatro ragazzi:

29 ottobre/1° novembre – TEATRO METASTASIO
DON JUAN creazione per sedici danzatori
coreografia Johan Inger – musiche Marc Alvarez – dramaturg Gregor Acuna-Pohl
produzione Teatro Metastasio di Prato/Aterballetto

16 danzatori di Aterballetto raccontano il mito paradigmatico di Don Juan nella coreografia di Johan Inger. Rielaborato a partire dalla commedia originale di Tirso de Molina, ma anche da Molière, Bertolt Brech, dall’opera teatrale di Suzanne Lilar e vari altri testi, in un atto unico lo spettacolo illumina il percorso di solitudine del leggendario seduttore come in un Kammerspiel, dove la danza è lente d’ingrandimento emozionale di caratteri e sentimenti.

4/8 novembre – TEATRO FABBRICONE
OTTANTANOVE di Elvira Frosini e Daniele Timpano
con Marco Cavalcoli, Elvira Frosini, Daniele Timpano
produzione Teatro Metastasio di Prato

Cosa resta 230 anni dopo la Rivoluzione Francese che ha cambiato tutta l’Europa fondando il mondo in cui viviamo? Elvira Frosini e Daniele Timpano, affiancati per la prima volta in scena da Marco Cavalcoli, scandagliano simboli e retoriche dell’apparato culturale occidentale fino ad arrivare all’osso dei suoi miti fondativi. Passato e presente, storia francese e storia italiana, modernità e postmodernità si sovrappongono nella loro nuova tagliente scrittura mettendo in crisi le nostre vite “democratiche” e l’immaginario legato al concetto di rivoluzione.

12/15 novembre – TEATRO METASTASIO
FURORE dall’omonimo romanzo di John Steinbeck
un progetto di e con Massimo Popolizio con musiche eseguite dal vivo da Giovanni Lo Cascio
produzione Compagnia Umberto Orsini/Teatro di Roma

Massimo Popolizio si confronta con un capolavoro della narrativa americana, il sensazionale best-seller scritto John Steinbeck nel 1939 Furore. Un one man show lirico ed epico che porta sul palco la dolorosa e sorprendente attualità della crisi agricola, economica e sociale che stritolò gli Stati Uniti in una morsa fra il 1929 e l’attacco a Pearl Harbor.

14-15 novembre 2020 ore 17.00 – TEATRO FABBRICONE (MET RAGAZZI)
GRETA LA MATTA
uno spettacolo di Occhisulmondo
una creazione collettiva di Massimiliano Burini, Matteo Svolacchia, Giulia Zetti
con Chiara Mancini, Jenny Mattaioli e Andrea Volpi
drammaturgia Massimiliano Burini e Giulia Zeetti
produzione Fontemaggiore Centro di Produzione/Occhi sul Mondo

Ispirata al testo di Geert De Kockere, GRETA LA MATTA è una fiaba dai contorni forti e significativi, assai lontana dall’iconografia e dal sentimento comune, che racconta come spesso si tenda a nascondere la diversità o ad allontanarla dalla vita della comunità. La storia “vera” è quella di una bambina che, crescendo, diventa folle e, rifiutata dagli altri, si uccide. Il lavoro parte dall’analisi di quello che può succedere quando qualcuno di noi è spinto a diventare ciò che gli altri dicono che sia. Lo spettacolo mescola in sé diversi linguaggi della scena – la danza, la narrazione in rima, il teatro di figura – e traduce “una storia desueta e non consolatoria in magia delle immagini sceniche e coralità del lavoro attorico e coreografico, illuminando le risorse di consapevolezza e riscatto di una vicenda infantile di emarginazione e pregiudizio”.

19 novembre – TEATRO MAGNOLFI
FANCULOPENSIERO
con Ippolito Chiarello
drammaturgia Michele Santeramo
regia Simona Gonella
produzione Nasca

Liberamente ispirato al romanzo (Fanculopensiero) di Maksim Cristan, con la drammaturgia di Michele Santeramo e la regia di Simona Gonella, Fanculopensiero stanza 510 indaga cosa succede se ci si accorge che la nostra vita non ci corrisponde più e si vuole agire, pronunciare il fatidico “fanculo” e provare a “mettere in scena” un’altra vita possibile.

20 novembre – TEATRO MAGNOLFI
CLUB 27
testi di Francesco Niccolini
con Ippolito Chiarello
regia Michelangelo Campanale
produzione Compagnia La Luna nel Letto, Associazione culturale tra il Dire e il Fare

In Club27, Chiarello veste i panni di un dj notturno e riporta in vita i grandi miti del club 27 attraverso la loro musica, le parole, le suggestioni di una notte molto rock. Bastano una consolle da dj e un microfono per innescare un vortice di racconti, canzoni, parole, dediche, tutto intrecciato e soprattutto intriso delle storie delle star esplose in cielo (o agli inferi), nel loro ventisettesimo anno di età: Jimi Hendrix, Janis Joplin, Brian Jones, Jim Morrison, Kurt Cobain, Robert Johnson, Amy Winehouse, e tutti gli altri del club.

21 novembre ore 17.00 e 22 novembre ore 16.30 – TEATRO MAGNOLFI (MET RAGAZZI)
21 e 22 novembre – TEATRO MAGNOLFI (PRIMO MOMENTO)
MATTIA E IL NONNO
di Roberto Piumini, con Ippolito Chiarello, adattamento e regia Tonio De Nitto
produzione Factory Compagnia Transadriatica, Fondazione Sipario Toscana

Piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della lettura per l’infanzia, Mattia e il nonno è la storia di un delicato passaggio di consegne in cui un nonno spiega al nipote le regole per vivere la perdita come trasformazione e per comprendere il ciclo della vita. Un racconto ‘farmaco’ che definisce la separazione come un cammino pieno di dolcezza e grande onirismo e non come un trauma.

26/29 novembre – TEATRO METASTASIO
GIULIETTA
di Federico Fellini – adattamento Vitaliano Trevisan
uno spettacolo di Valter Malosti con Roberta Caronia
produzione TPE/Teatro Piemonte Europa

Nel centenario della nascita di Fellini, Valter Malosti affida all’intensa interpretazione di Roberta Caronia la ripresa di Giulietta, versione teatrale di un racconto a metà tra il soggetto e la sceneggiatura di Giulietta degli spiriti, unica opera narrativa di una certa consistenza pubblicata dal maestro. Con questo spettacolo, nel 2004, Malosti vince il Premio Hystrio per la regia e Michela Cescon il Premio della critica teatrale e l’Ubu come migliore attrice.

28-29 novembre 2020 ore 17:00 – TEATRO FABBRICHINO (MET RAGAZZI)
ORECCHIO CURIOSO
produzione Teatro Metastasio di Prato/ Compagnia Tpo

Orecchio Curioso è un’esperienza teatrale in equilibrio tra la performance e l’atelier, è un percorso installativo che privilegia il costituirsi di un rapporto attivo e sensoriale con lo spettatore, è un luogo dove giocare e riflettere sul proprio corpo e sul suono. Gli spettatori interagiscono con gli oggetti di scena e/o con le immagini, scoprendo che i suoni prodotti possono essere organizzati per creare delle partiture collettive che stimolano il movimento. Essi partecipano alla performance con un ORECCHIO CURIOSO, libero di scegliere su cosa focalizzare la propria attenzione e pronto a dare dei segnali al corpo e a coinvolgerlo nel movimento. L’ascolto induce al movimento, prenderne consapevolezza fa sì che il gesto dinamico diventi danza.

TUTTE LE INFO SU www.metastasio.it

BIGLIETTI

METASTASIO
• € 28,00 poltrona
• € 26,00 posto di palco centrale
• € 20,00 posto di palco laterale o di IV ordine centrale
• € 12,00 posto di palco laterale di IV ordine o di loggione

FABBRICONE
€ 18,00 posto unico numerato

FABBRICHINO e MAGNOLFI
€ 15,00 posto unico non numerato

in vendita dal 29 settembre

Riduzioni
RID 1 soci Coop / convenzioni / over 65: – 20%
RID 2 under 25 e gruppi organizzati: – 35%
ACQUISTI ON-LINE ulteriore – 5%

RIDUZIONI SPECIALI
CARD Riparto da meT
5 ingressi utilizzabili per tutti gli spettacoli in scena da ottobre a maggio in almeno due teatri (Metastasio, Fabbricone, Magnolfi, Fabbrichino), separatamente o congiuntamente, al prezzo di € 75,00 (15 euro a ingresso).

Palchetto Famiglia
Acquista almeno 3 ingressi per un palchetto centrale di III e IV ordine al Metastasio e avrai diritto al prezzo ridotto di € 10,00 a persona.
Riservato a nuclei familiari, conviventi o persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale.

Palco Reale
Acquista almeno 4 ingressi per il palco reale al Metastasio e avrai il tuo posto d’onore al prezzo di € 30,00 a persona.
Riservato a nuclei familiari, conviventi e persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale.

Biglietto Scuola
Biglietto a € 7,00 riservato a gruppi di almeno 6 studenti, valido per tutti gli spettacoli del Primo Momento in tutti gli spazi teatrali (palchi di III e IV ordine al Metastasio; secondo e terzo settore tribuna Fabbricone).

BIGLIETTO SOSPESO
Il MET lancia il BIGLIETTO SOSPESO.

Dal 15 ottobre è possibile recarsi in biglietteria e con una donazione di 10 euro regalare una serata a teatro a una donna del Centro Antiviolenza La Nara di Prato, aiutandola a riprendere in mano la propria vita partendo dalla cultura. La rimanente quota del biglietto sarà a carico del teatro Metastasio.

Il Centro Antiviolenza la Nara si occupa di sostenere le donne in un percorso di uscita dalla violenza attraverso l’ascolto, il supporto psicologico, il sostegno legale, l’ospitalità, l’accompagnamento. Lavora con le donne e per le donne di Prato dal 1997 e ha, ad oggi, accolto circa 4000 donne.

BIGLIETTERIA TEATRO METASTASIO
via B. Cairoli 59, Prato
tel. 0574/608501 – biglietteria@metastasio.it

ORARI DI APERTURA
dal martedì al sabato 11.00/13.00 e 17.00/19.00
(il giovedì 11.00/15.00 e 17.00/19.00)

Come prenotare:

www.metastasio.it/it/come-prenotare

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili