rettangolo

Cultura Firenze

domenica 10 novembre 2019

Museomix al Museo di Antropologia dell’Università di Firenze

Domenica 10 novembre a Palazzo Nonfinito si conclude la maratona creativa che ripensa il modo di vivere i musei. Museomix al Museo di Antropologia dell’Università di Firenze. Partecipano Marco Benvenuti, Cristina Giachi e Vittorio Iervese

Settantadue ore per ripensare un museo antropologico, per guardare le culture del mondo con occhi diversi grazie all’aiuto delle nuove tecnologie.
È la sfida che il Museo di Antropologia ed Etnologia dell’Università di Firenze, il più antico nel suo genere in Italia, lancia ai creativi di Museomix, il format internazionale per migliorare la fruizione museale attraverso un approccio multidisciplinare.

Ventiquattro comunicatori e designer, maker e programmatori informatici, esperti delle collezioni e mediatori culturali, dall’8 al 10 novembre si cimenteranno nella realizzazione di strumenti innovativi e percorsi di visita originali coinvolgendo nuovi pubblici. Il Museo di Antropologia dell’Ateneo fiorentino e il Museo della Città di Ancona sono le uniche realtà espositive italiane selezionate per l’edizione 2019 dell’iniziativa internazionale ideata in Francia.
Domenica 10 novembre, dalle ore 16 alle 19, al termine della maratona creativa, apertura gratuita al pubblico (Museo di Antropologia – via del Proconsolo, 12) per dare la possibilità ai visitatori di testare i prototipi realizzati dalle quattro squadre di “innovatori” (definiti “museomixer”) per favorire una lettura interculturale e una fruizione anche tecnologica delle collezioni, recuperando le storie e le emozioni che si celano dietro ai contenuti scientifici. L’appuntamento sarà aperto dal presidente del Sistema Museale dell’Ateneo fiorentino Marco Benvenuti e dalla vicesindaca di Firenze Cristina Giachi. A seguire le coordinatrici di Museomix Firenze Silvia Bellotti e Valeria D’Ambrosio presenteranno l’iniziativa e inviteranno i rappresentanti dei team a illustrare al pubblico le loro creazioni. Alle 17.30, gli interventi di Vittorio Iervese, presidente del Festival dei Popoli, e del regista Omar Rashid precederanno la visione del film in realtà virtuale “The Italian Baba” (di Omar Rashid ed Elio Germano).

Museomix Firenze è realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Forme, realtà impegnata nella diffusione dell’arte contemporanea sul territorio fiorentino e nella promozione di artisti emergenti. I partner dell’iniziativa sono: La Jetée e PaLEoS, due realtà locali, attive nel campo delle tecnologie applicate ai beni culturali, che metteranno a disposizione dei mixer le loro risorse tecnologiche e il know-how; Eataly e Magù che offriranno rispettivamente colazioni, pranzi e cene per i museomixers e il media partner Lady Radio, che segue la manifestazione con interviste e interventi dedicati.

Il Museo di Antropologia festeggia il prossimo 28 novembre i 150 anni dalla fondazione voluta da Paolo Mantegazza. Raccoglie le testimonianze delle varie culture del mondo ospitando oltre 25.000 manufatti etnologici, raccolti nell’arco di cinque secoli e provenienti da Europa, Africa, Asia, America e Oceania. Il nucleo originale risale alle raccolte medicee e a quelle del Granduca Pietro Leopoldo di Toscana, ma le collezioni col tempo si sono arricchite grazie ai viaggi di esplorazione e alle missioni scientifiche sviluppatesi dal XVI secolo in poi, come quella di James Cook nel Pacifico, quella di Odoardo Beccari in Nuova Guinea o la ricerca di Fosco Maraini in Giappone.

Domenica 10 novembre 2019 ore 16-19
Museomix Firenze – Apertura gratuita al pubblico del Museo di Antropologia ed Etnologia via del Proconsolo, 12 – Firenze

Organizzazione: Sistema Museale dell’Università di Firenze (Museo di Antropologia ed Etnologia), Associazione Culturale Forme, Museomix Italia, con il supporto di Lady Radio, Festival dei Popoli, La Jetée, Paleos, Ristorante Magù – Birra e Cucina, Eataly Firenze, Residence Toscana.

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili