Cultura Capraia e Limite

da sabato 19 Settembre 2015 a domenica 4 Ottobre 2015

Mostra collettiva “settART” alla Fornace Pasquinucci

settart

Mostra collettiva “settART” alla Fornace Pasquinucci

Trascorso il mese di agosto e terminata la stagione estiva, tornano i consueti appuntamenti con l’arte organizzati dal Gruppo Culturale “Fornace Pasquinucci” di Capraia Fiorentina, con sede in Piazza Dori. Sabato 19 Settembre 2015, alle 17,30, sarà inaugurata, con il patrocinio del Comune di Capraia e Limite, la Mostra Collettiva “settART”, che ha come tema l’arte nelle suediverse forme espressive.

A presentare i propri lavori, saranno tre fotografi,una ceramista, uno scultore, un illustratore ed un pittore, per un totale di sette artisti. Da qui, il nome “settART”, che ricorda anche la tradizionale mostra collettiva del mese di Settembre.

Di seguito riportiamo i nomi degli espositori: Donato Bellomo, Massimo Della Latta, Perla Guidotti, David Harold Hall, Giovanni Manna, Cristina Masoni, Fulvio Ticciati.

In occasione dell’inaugurazione di Sabato 19, ad ingresso libero come di consueto, vi sarà l’occasione di gustare un aperitivo-buffet realizzato dalla Gastronomia Bagni di Empoli, ed a seguire uno spettacolo musicale con la cantante lirica Romina Catoni, che eseguirà alcune liriche tra le più famose.

Per quanto riguarda quest’ultimi appuntamenti, a cui sarà possibile partecipare sostenendo un contributo di 15 euro, occorre la prenotazione. Il ricavato della serata servirà da raccolta fondi per il Gruppo Culturale “Fornace Pasquinucci”, che ogni anno riesce ad organizzare un’offerta artistica e culturale di livello per tutta la comunità di Capraia e Limite e l’intero territorio dell’Empolese-Valdelsa.

La mostra sarà visitabile dal 19 Settembre al 4 Ottobre, con apertura tutti i giorni dalle 17,00 alle 19,00, esclusi il lunedì ed il martedì, e sarà possibile anche prenotare una visita telefonando al numero 3299817170.

Per informazioni di ogni tipo, si può anche inviare una mail all’indirizzo info@fornacepasquinucci.it o visitare il sito Internet www.fornacepasquinucci.it .

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili