rettangolo

Teatro Firenze

da mercoledì 16 settembre 2020 a venerdì 18 settembre 2020

Materia Prima 2020 nel Chiostro grande di Santa Maria Novella

Materia Prima, la rassegna di teatro contemporaneo curata da Murmuris torna con tre giorni (16, 17 e 18 settembre) di teatro e di incontri nel Chiostro Grande di Santa Maria Novella.

Uno dei protagonisti Elio Germano, giovedì 17 settembre, alle 17.30 e alle 21.00 presenta (in doppia replica) Segnali d’allarme – La mia battaglia VR un’opera che è al contempo una pièce teatrale, un film e una esperienza di realtà virtuale. Nato dallo spettacolo teatrale di cui era attore unico e regista, scritto a quattro mani con Chiara Lagani, questo VR movie nasce dalla collaborazione con Omar Rashid (co-regista del film) e il progetto multimediale Gold, di cui è fondatore. Qual è l’allarme? Questo nostro tempo, il diffondersi del pensiero assolutista fomentato da un’informazione deformata di cui la nostra società è vittima. Le nuove tecnologie che hanno cambiato la comunicazione, se da un lato si propongono come democratiche, dall’altro facilitano la manipolazione. È in questo contesto che Elio Germano utilizza e allo stesso tempo critica la modernità del linguaggio che ha scelto. La tecnologia più avanzata offre dunque uno spettacolo disturbante, pensato per scuotere e risvegliare le coscienze. “Uno spettacolo provocatorio che ci mette in discussione come pubblico – racconta Germano – Cosa stiamo vedendo? A cosa applaudiamo? Chi è il personaggio che abbiamo di fronte? Dove ci sta portando? Un esercizio di manipolazione dagli esiti imprevedibili – e prosegue- per la prima volta il teatro si fa virtuale: indossato il visore e le cuffie, verrete catapultati in quella sala e sarà come essere lì”. “La scelta della realtà virtuale, linguaggio che con Elio Germano esploriamo da qualche anno – spiega Omar Rashid-, è stata quella più naturale per poter replicare più volte La Mia Battaglia. In questo modo è stato possibile evitare di dover sottostare alle problematiche logistiche degli spazi teatrali. È sicuramente la miglior trasposizione possibile per questo tipo di spettacolo, già di per sé immersivo”; con lo scopo di trasmettere quel segnale d’allarme da cui prende il nome lo spettacolo VR stesso. Al termine di ognuna delle due repliche il pubblico potrà dialogare con Elio Germano, modera la drammaturga Chiara Lagani.

Materia Prima si inaugura mercoledì 16 settembre alle 15.00 con una tavola rotonda dal titolo Dove eravamo rimasti? Strategie di ripartenza. Un confronto tra artisti, critici e operatori culturali della città di Firenze e della Regione Toscana, per capire insieme come ripartire dopo l’impatto che il COVID-19 ha generato nella vita culturale. L’evento gratuito è organizzato in collaborazione con la rete dei teatri Firenze dei Teatri e RAT / Residenze Artistiche Toscane (prenotazione obbligatoria via email a organizzazione@murmuris.it). Alle ore 21.00 la compagnia DAF di e con Angelo Campolo, presenterà Stay hungry. Indagine di un affamato, spettacolo vincitore Premio Inbox 2020. La compilazione di un ennesimo bando a tema sociale diventa in questo spettacolo il pretesto per il rac¬conto aperto al pubblico dell’avventura di Angelo, attore e regista di¬viso tra Milano e Messina, impegnato in un percorso di ricerca teatrale nei centri di accoglienza in riva allo stretto. Il moni¬to di Steve Jobs, “Stay Hungry”, risuona in chiave beffarda nel caleidoscopio di storie umane, da Nord a Sud, che attraversano i ricordi di questa autobiografia, in cui vitti¬me e carnefici si confondono, bene e male sono divisi da confini incerti e tutti i perso¬naggi sono segnati, ciascuno a suo modo, da una “fame” di amore e conoscenza, in un tempo di vuoti che diventano voragini. Tre anni di vita, tra il 2015 e il 2018, diventa¬no il racconto di un’Italia che schizofreni¬camente ha aperto e poi richiuso le porte dell’accoglienza, lasciando per strada sto¬rie, sogni, progetti, relazioni umane avvia¬te al grido (eccessivamente entusiastico) di Integrazione. Nel racconto di Angelo, teatranti e migranti si ritrovano insieme, sempre con minor occasione di colmare la propria fame di vita e di senso in una so¬cietà come la nostra, ritrovando nel gioco del teatro un’arma inaspettata per affron-tare la vita.

Venerdì 18 settembre, alle ore 16.00 è in programma l’incontro “Io sono io.” Una realtà nascosta. Identità e varianza di genere in età evolutiva. L’occasione è quella della presentazione del libro Io sono io di Cinzia Messina (ed Il Ponte Vecchio) che racconta, con intelligenza e ironia, la storia di sua figlia Greta, nata Marco, ma fin dai primissimi anni determinata ad essere sé stessa: Greta appunto, una donna. La storia di Greta è diventata famosa dopo il servizio andato in onda a “Le iene” e il libro che la racconta “non potrà né dirsi un romanzo, né un saggio – si legge nella presentazione – forse un libro di avventure, per quanto nulla abbia a che fare con castelli incantati o viaggi nell’infinito. Qui si racconta infatti un’avventura reale e umanissima, la protagonista è Greta, una giovanissima ragazza transgender la cui storia è raccontata da Cinzia, sua madre, in minute ricostruzioni di giorni e sentimenti, emozioni e progetti. Io sono io è quindi, nello stesso tempo, testimonianza e “diario di viaggio”, senza mai cedere al pietismo, alle consolazioni o all’autocompiacimento.” Il libro è lo spunto per far nascere una riflessione, più che mai urgente, sul tema della legislazione decisamente carente in questo ambito, ma anche per interrogarci sulla nostra capacità di comprendere e accogliere ciò che riteniamo diverso. L’incontro sarà introdotto e moderato dall’avvocata Tiziana Morgese, intervengono Cinzia Messina, autrice del libro, Cristina Giachi, vicesindaca di Firenze, Mimma Dardano, psicoterapeuta, presidente onorario e fondatrice dell’Associazione Gomitolo perduto, Ludovico Arte, dirigente ITT Marco Polo di Firenze, Amelia Vetrone, avvocata e membro dell’Associazione il Gomitolo perduto. L’evento è gratuito, prenotazione obbligatoria via email a organizzazione@murmuris.it.

Segue alle ore 21.00 lo spettacolo di Fanny & Alexander: Se questo è Levi, vincitore nel 2019 di due Premi Ubu, come Progetto speciale e per il Miglior attore o performer under 35. La regia è di Luigi De Angelis, drammaturgia di Chiara Lagani, protagonista Andrea Argentieri. A partire dai documenti audio e video delle teche Rai e di Youtube, Andrea Argentieri veste i panni dello scrittore Primo Levi, assumendone la voce, le gestualità, le posture, i discorsi in prima persona. È un incontro a tu per tu, in cui lo scrittore, a partire dal vincolo di verità che lo ha ispirato nelle sue opere, racconta la sua esperienza nei lager con una tecnica di testimonianza lucidissima, di scrematura della memoria, con la trasparenza di uno sguardo capace di esprimere l’indicibile a partire dal perimetro apparentemente sereno della ragione. SE QUESTO È LEVI è un ritratto d’attore. È il tentativo di concretizzare l’esperienza del resoconto, a tu per tu con lo scrittore.

Materia Prima è realizzata grazie anche a Estate Fiorentina e al contributo di Fondazione CR Firenze – Bando Emergenza Cultura e Regione Toscana. Materia Prima 2020, la rassegna di teatro contemporaneo curata da Murmuris al Teatro Cantiere Florida in programma a marzo scorso, a causa dell’emergenza Covid19 si è dovuta fermare prima del suo inizio ed è stata rinviata dal 16 al 18 settembre.

IL PROGRAMMA

MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE
h 12.00
Conferenza Stampa
Presentazione della stagione teatrale del Teatro Cantiere Florida Settembre / Dicembre 2020
Saranno presenti i direttori artistici Gianluca Balestra, Angela Torriani Evangelisti, Laura Croce
h 15.00 — 18.30
Tavola rotonda
Dove eravamo rimasti? Strategie di ripartenza
Un confronto tra artisti e operatori culturali della città di Firenze e della Regione Toscana, per capire insieme come ripartire dopo l’impatto che il COVID-19 ha generato nella vita culturale.
In collaborazione con la rete dei teatri Firenze dei Teatri e RAT / Residenze Artistiche Toscane
(Evento gratuito, prenotazione obbligatoria via email a organizzazione@murmuris.it)
h 21.00
Spettacolo
Angelo Campolo – Compagnia DAF
Stay hungry. Indagine di un affamato
Spettacolo vincitore Premio Inbox 2020
Di e con Angelo Campolo
Ideazione scenica Giulia Drogo
Assistente alla regia Antonio Previti
Organizzazione generale Giuseppe Ministeri
Segreteria Mariagrazia Coco
Produzione: compagnia DAF – Teatro dell’esatta fantasia
Photo Paolo Galletta

GIOVEDÌ 17 SETTEMBRE
h 17.30 e h 21.00
Spettacolo in realtà virtuale – Doppia replica, posti limitati
Elio Germano
Segnale d’allarme. La mia battaglia VR
Al termine di ognuna delle due repliche il pubblico potrà dialogare con Elio Germano
Modera Chiara Lagani
Con Elio Germano
Tratto dallo spettacolo teatrale La mia battaglia
Regia Elio Germano e Omar Rashid
Prodotto da Gold Productions, Infinito e Riccione Teatro
Produzione Pierfrancesco Pisani, Elio Germano, Omar Rashid
Produttore associato Alessandro Mancini, Luca Fortino
Scritto da Elio Germano e Chiara Lagani
Fotografia Luigi Ruggiero, Filippo Pagotto
Post-produzione Sasan Bahadorinejad
Grafica Azzurra Giuntini

VENERDÌ 18 SETTEMBRE
h 16.00 — 18.00
Presentazione libro e dibattito
Io sono io.” Una realtà nascosta. Identità e varianza di genere in età evolutiva.
Introduce e modera Tiziana Morgese, avvocato
Intervengono
Cinzia Messina, autrice del libro, mamma di Greta e membro dell’Associazione Agedo (Associazione di genitori, parenti e amici di persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, + nata nel 1993)
Cristina Giachi, vicesindaca di Firenze
Mimma Dardano, psicoterapeuta, presidente onorario e fondatrice dell’Associazione Gomitolo perduto
Ludovico Arte, dirigente ITT Marco Polo di Firenze
Amelia Vetrone, avvocato e membro dell’Associazione il Gomitolo perduto
Evento gratuito, prenotazione obbligatoria via email a organizzazione@murmuris.it
h 21.00
Spettacolo
Fanny & Alexander
Se questo è Levi
Premio Ubu 2019 Progetto speciale
Premio Ubu 2019 Miglior attore o performer under 35
Regia Luigi De Angelis
Drammaturgia Chiara Lagani
Con Andrea Argentieri
Produzione E/Fanny & Alexander

INFORMAZIONI BIGLIETTI
Intero – 15 euro
Ridotto under30 – 10 euro
Abbonamento Chiostro 3 spettacoli intero – 32 euro
Abbonamento Chiostro 3 spettacoli ridotto – 17 euro
I biglietti per gli spettacoli sono già acquistabili online su www.ticketone.it

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili