Cultura Firenze

da sabato 31 Gennaio 2015 a domenica 1 Febbraio 2015

Mark Padmore, Jonathan Biss e Sergej Krylov per il fine settimana degli Amici della Musica

Mark Padmore (foto: Marco Brogreve)

Mark Padmore (foto: Marco Brogreve)

Con il concerto di Sabato 31 Gennaio, al Teatro della Pergola (ore 16), il ciclo L’arte del canto offre l’ascolto di quell’indiscutibile capolavoro che è la Winterreise (Il viaggio d’inverno) di Schubert, raccolta di ventiquattro Lieder le cui bozze di stampa il compositore continuò a correggere fin sul letto di morte, senza peraltro vederla mai pubblicata. Una galleria senza fine di gelidi paesaggi dell’anima, dove Schubert pare prefigurare la solitudine cosmica che sarà di Mahler. Ne sono interpreti il tenore inglese Mark Padmore e il pianista americano Jonathan Biss, coppia di prima classe legata da una frequente collaborazione artistica alla Wigmore Hall di Londra, al Concertgebouw di Amsterdam e alla Carnegie Hall di New York.

Cresciuto al glorioso King’s College di Cambridge, dopo gli studi di clarinetto, Padmore ha sviluppato la sua attività nell’opera (La carriera di un libertino, La clemenza di Tito, Don Giovanni), in concerti e recital, diretto da Gardiner, Harding, Herreweghe, Jacobs, conquistandosi anche una fama mondiale per le sue interpretazioni delle Passioni di Bach. È rinomato interprete del teatro musicale di Britten. Si è imposto anche come interprete di Lieder, soprattutto nei tre grandi cicli di Schubert presentati alla Wigmore Hall di Londra. Jonathan Biss rappresenta la terza generazione di una famiglia di musicisti: la nonna, Raya Garbousova, è stata la violoncellista per cui Samuel Barber ha composto il suo Concerto per violoncello, mentre la madre, Miriam Fried, è una violinista ed insegnante molto apprezzata. Primo americano scelto per partecipare al programma New Generation Artist della BBC, è entrato a far parte del corpo docente del Curtis Institute, dove a suo tempo era stato allievo. Ha inoltre ideato un corso online gratuito in cui spiega le Sonate per pianoforte di Beethoven (“Exploring Beethoven’s Piano Sonatas”): a seguirlo sono state 30.000 persone.

Il violino solo è il protagonista dell’appuntamento di Domenica 1 Febbraio (ore 21), al Saloncino della Pergola, e sarà quello di Sergej Krilov, violinista russo che torna nelle programmazioni degli Amici della Musica di Firenze dopo più di venti anni dal suo ultimo recital. Assai sfaccettato e adatto alle ben note qualità virtuosistiche di Krylov è il programma, che avrà il suo culmine in un’ampia scelta tratta dai celeberrimi Capricci op.1 di Paganini, autentica e imprescindibile summa dell’arte violinistica. Ma non meno sorprendenti sono gli altri brani presentati, che affiancano, come in una giostra continua di spettacolari trovate tecniche ed espressive attraverso i secoli, la Sonata op.27 n.2 di Ysaÿe, l’intensa Ciaccona di Bach (dalla Partita n.2 BWV 1004) e Sequenza VIII di Berio, scritta nel 1976 per Carlo Chiarappa.

Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, Sergej Krylov ha iniziato lo studio del violino a cinque anni e ha completato gli studi alla Scuola Centrale di Musica di Mosca. Autentico enfant prodige, ha vinto giovanissimo tre importanti concorsi internazionali: il primo premio al Concorso Lipizer, il primo premio al Concorso Stradivari e il primo premio al Concorso Kreisler di Vienna. Fra le personalità che hanno maggiormente influito sul suo percorso artistico, c’è stato in particolare Mstislav Rostropovich, il leggendario violoncellista russo al quale Krylov è stato legato da profonda amicizia e stima professionale. Ospite regolare delle principali sale da concerto europee, collabora abitualmente con direttori come Roberto Abbado, Valery Gergiev, Vladimir Jurowski, Fabio Luisi, Vasily Petrenko, Yuri Temirkanov, mentre fra i suoi partner cameristici figurano Yuri Bashmet, Denis Matsuev, Lilya Zilberstein e il Quartetto Belcea. Nel 2009 è stato nominato Direttore Musicale della Lithuanian Chamber Orchestra, con la quale svolge un’intensa attività come direttore e solista in un repertorio che spazia dal barocco alla musica contemporanea.

 

Biglietti

Sabato: euro 14-25 (interi), 12-21 (ridotti)

Domenica: euro 16-25 (interi), 14-21 (ridotti)

Info: Biglietteria Teatro della Pergola, 0550763333

 

Fonte: Amici della Musica

Eventi simili