Sagre e Feste Volterra

venerdì 21 Novembre 2014

Lo chef Pasquale Torrente dalla Costiera Amalfitana alla Casa Circondariale per le “Cene Galeotte”

Lo chef Pasquale Torrente

Lo chef Pasquale Torrente

Terzo appuntamento per la nuova edizione di CENE GALEOTTE (www.cenegaleotte.it) in corso alla Casa Circondariale di Volterra, e primo grande ospite da fuori Toscana: VENERDI’ 21 NOVEMBRE ad affiancare i detenuti in cucina sarà infatti PASQUALE TORRENTE, pirotecnico chef del ristorante AL CONVENTO di Cetara, in provincia di Salerno (www.alconvento.net), che in onore delle sue origini campane delizierà i presenti con uno splendido menu a base di pesce.

Apprezzatissimo da tutto il mondo gourmet, Pasquale Torrente propone da sempre una cucina di pesce semplice e diretta dove tradizione, rispetto della stagionalità e delle materie prime la fanno da padroni: fra le creazioni più conosciute firmate dal “Re delle Alici” i piatti con protagonista proprio la colatura tradizionale di alici di Cetara, ma più in generale è il pescato fresco l’attore principale del suo Credo gastronomico, a rinsaldare il forte legame con le sue origini campane. Un legame che, con il prezioso supporto dei detenuti, farà rivivere anche al carcere di Volterra in una serata davvero da non perdere.

Ad accompagnarne le creazioni saranno le etichette offerte dall’azienda BADIA DI MORRONA di Terricciola (PI – www.badiadimorrona.it) e dagli oli extra vergini di oliva della MONTALBANO AGRICOLA di Lamporecchio (PT – www.oliomontalbano.it).

L’intero ricavo della serata sarà come sempre devoluto a sostegno di progetti solidali individuati dallaFONDAZIONE IL CUORE SI SCIOGLIE ONLUS (www.cambiala.it/fondazione), che dal 2000 vede impegnata Unicoop Firenze assieme al mondo del volontariato laico e cattolico. Beneficiario della Cena Galeotta sarà il DYNAMO CAMP di Limestre (PT – www.dynamocamp.org), primo camp in Italia di terapia ricreativa che ospita gratuitamente bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni con patologie oncoematologiche sia in terapia attiva che nella fase di post ospedalizzazione.

Le Cene Galeotte sono possibili grazie all’intervento di Unicoop Firenze, che oltre a fornire le materie prime necessarie alla realizzazione dei piatti assume i detenuti retribuendoli regolarmente. Il progetto è realizzato con la collaborazione del Ministero della Giustizia, la direzione della Casa di Reclusione di Volterra, la supervisione artistica del giornalista e critico enogastronomico Leonardo Romanelli, che provvede ad individuare gli chef coinvolti nell’evento.

Un ruolo fondamentale è inoltre ricoperto dalla Fisar-Delegazione Storica di Volterra (www.fisarvolterra.it) che è partner del progetto e si occupa sia della selezione delle aziende vinicole e del servizio dei vini ai tavoli, sia della formazione dei detenuti come sommelier , di cui ben 10 hanno già positivamente svolto il corso base di avvicinamento al vino e seguiranno il percorso formativo per raggiungere la qualifica di sommelier professionali.


Per informazioni: www.cenegaleotte.it

Per prenotazioni:
Agenzie Toscana Turismo, ARGONAUTA VIAGGI (gruppo ROBINTUR), Tel. 055.2345040

 

IL MENU DELLA SERATA

Benevenuto: 

Trippa e cozze

Crostino di burro e alici di cetara

Caponatina

Antipasto:

Tortino di scarola con bottarga di tonno

Primi:

Scammaro

Pacchero alla puttanesca di pesce azzurro

Secondo:Totano e patate

Dolce:Tiramisù al limone

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili