Teatro Pontedera

da mercoledì 23 Settembre 2015 a sabato 26 Settembre 2015

La compagnia giapponese Mum&Gypsy torna in Italia con IL MIO TEMPO. Different Shape in prima assoluta

Mum&Gypsy

La stagione 2015 / 2016 del Centro per la ricerca teatrale del Teatro della Toscana, al Teatro Era di Pontedera, si apre con una prima assoluta internazionale prodotta dalla Fondazione Teatro della Toscana e da Mum&Gpsy.

Dal 23 al 27 settembre Mum&Gypsy mettono in scena IL MIO TEMPO. Different Shape, con la drammaturgia e la regia di Takahiro Fujita (classe 1985), uno dei più giovani registi e drammaturghi della “zero generation” giapponese. Lo spettacolo è prodotto dalla Fondazione Teatro della Toscana e da Mum&Gypsy, con il supporto di Japan Foundation e Arts Council Tokyo, progetto in collaborazione con Fabbrica Europa.

In questa nuova produzione, infatti, Fujita unisce quattro membri del cast più consolidato delle sue produzioni precedenti a quattro attori italiani, selezionati durante le esperienze formative realizzate nel corso del tour internazionale organizzato nel 2014 .

IL MIO TEMPO. Different Shape è l’opportunità per gli attori italiani e giapponesi di trovare una nuova modalità di comunicazione sulla scena, andando oltre a quelli che sono i limiti linguistici e le differenze culturali.

da mercoledì 23 a sabato 26 settembre ore 21 // domenica 27 settembre 2015 ore 18.30
Teatro Era – Pontedera
Fondazione Teatro della Toscana / Mum & Gypsy
IL MIO TEMPO
Different Shape
uno spettacolo di Mum&Gypsy
testo Takahiro Fujita
con Aya Ogiwara, Ayumi Narita, Satoshi Hasatani, Yuriko Kawasaki, Andrea Falcone, Giacomo Bogani, Sara Fallani, Camilla Bonacchi
organizzazione Kana Hayashi, Luisa Zuffo
tour manager Miwa Monden
allestimento Jitsuko Mesuda
regia Takahiro Fujita
in collaborazione con Mum&Gypsy
il supporto di Japan Foundation e Arts Council Tokyo
progetto in collaborazione con Fabbrica Europa

Prima nazionale

Dopo il successo di Dots Lines and the Cube la compagnia giapponese Mum&Gypsy torna in Italia con una prima assoluta.
La scena è ambientata in un hotel di periferia dove si ascoltano diverse lingue.
Dove si trova questo hotel? In che anno si svolge la storia? Non lo sappiamo.
Come ogni giorno ci sono persone che arrivano e che partono. Le storie degli ospiti e dei clienti si mescolano sulla scena.
IL MIO TEMPO. Different Shape è l’opportunità per gli attori italiani e giapponesi di trovare una nuova modalità di comunicazione sulla scena, andando oltre a quelli che sono i limiti linguistici e le differenze culturali.
La ricerca e la condivisione di questi nuovi processi non solo farà parte integrante del processo creativo, ma anche della performance che verrà presentata al pubblico.
Come afferma Takahiro Fujita: “Negli ultimi due anni ho avuto l’opportunità di fare molte tournée sia in Europa che in Giappone per la presentazione dei miei spettacoli con la compagnia Mum&Gypsy e ho avuto modo quindi di alloggiare in numerosi hotel.
Vorrei partire dalle esperienze che ho vissuto in questi hotel per creare la performance.
In un hotel ci sono tanti “il mio tempo” per ogni persona che vi alloggia.
Vorrei quindi lavorare insieme agli attori italiani che hanno la mia stessa età riflettendo su cosa ognuno di noi intende per “cosa è il mio tempo”.
In questa nuova produzione, infatti, Fujita unisce quattro membri del cast più consolidato delle sue produzioni precedenti a quattro attori italiani, selezionati durante le esperienze formative realizzate nel corso del tour internazionale organizzato nel 2014.
Takahiro Fujita (classe 1985), uno dei più giovani registi e drammaturghi della “zero generation” giapponese, si mette in gioco per la prima volta in una produzione internazionale, per continuare la sua ricerca e dare vita a un linguaggio innovativo, capace di fondere i differenti modi di pensare, i diversi modi di recitare, le diverse culture.

Mum&Gypsy
Mum&Gypsy è una compagnia teatrale fondata nel 2007 da Takahiro Fujita, uno dei più brillanti e prolifici registi del teatro contemporaneo giapponese.
Nel giugno del 2010, Fujita viene selezionato dal progetto Saka – Agari Scholarship Program organizzato da Steep Slope Studio, Noge Schale e ST Spot a Yokohama come artista residente. Lo Steep Slope Studio è tuttora sede dell’attività della compagnia. All’età di 26 anni Fujita vince il 56° Kishida Drama Award con la trilogia The Signs to Return, Awaiting Dining Table, There, It is, The World to Throw Salt on. presentata nel periodo giugno-agosto 2011 riscuotendo un grande successo di pubblico e critica anche a livello internazionale.
Nel 2012 realizza la coproduzione Hello School, Bye Bye con gli studenti del liceo di Iwaki, Fukushima. Lo stesso anno risiede per un mese nella Kitakyushu a Fukuoka per creare LAND→SCAPE con artisti locali. La compagnia ha inoltre realizzato una serie di progetti intitolati “mum and someone” in collaborazione con Yoshio Otani (musicista), Norimizu Ameya (regista), Machiko Kyo (disegnatore manga).
Nel 2013 la compagnia presenta “Dots and lines, and the cube formed. The many different worlds inside. And light” al Festival Fabbrica Europa di Firenze e GAM-Centro Gabriela Mistral a Santiago (Cile). Grazie al successo di pubblico e critica la compagnia realizza una tournée europea nel 2014 presentando lo spettacolo a Sarajevo, Verbania, Pontedera, Ancona e Messina.
Nella primavera del 2015 Takahiro Fujita riallestisce la performance del 2013  “cocoon”, adattamento scenico del comic book di Machiko Kyo ispirato alle ragazze che furono mobilitate per la battaglia di Okinawa durante la seconda guerra mondiale, portandola in scena a Tokyo, Nagano, Kyoto, Osaka, Kumamoto e Okinawa
Presenta inoltre lo spettacolo “Dots and lines” al festival 24Hz di Colonia e la performance “Malformed” al Beijing Fringe Festival.
La compagnia realizza i propri progetti con il sostegno dalla Japan Foundation, della Saison Foundation e dall’Arts Council Tokyo.

Takahiro Fujita
Takahiro Fujita, nato ad Hokkaido nel 1985, si è laureato in Theatre Arts in the Liberal Arts College of J.F. Oberlin University of Machidache. Fonda nel 2007 la compagnia mum&gypsy per la quale scrive e dirige tutte le opere. Takahiro Fujita è uno dei più giovani esponenti della nuova generazione di registi e drammaturghi venuta alla ribalta dopo il 2000, influenzata dalle ricerche del maestro Oriza Hirata.
Hirata, regista, drammaturgo, ma anche saggista e insegnante, ha teorizzato e praticato fin dagli anni 90 una nuova forma di teatro che attraverso luso di un lessico comune, colloquiale, restituisse in scena la lingua reale e la vita quotidiana dei giapponesi, superando gli stereotipi di linguaggio importati dall’Occidente. Partendo dalle teorie del maestro, Takahiro Fujita ha maturato un suo personale stile drammaturgico basato su linee narrative che si sviluppano in parallelo attraverso un complesso intreccio di scene, ripetute come una sorta di refrain e presentate dalle prospettive dei diversi personaggi. Uno stile che ricorda quello di un certo cinema fatto di un rapido susseguirsi di scene che si stanno svolgendo contemporaneamente. Nei suoi ultimi lavori il giovane regista ha posto al centro della sua ricerca il tema della memoria personale come espressione del mondo interiore, ma anche della realtà quotidiana dei giovani giapponesi.

BIGLIETTI: intero 12 € ridotto 10 € studenti 8 €

Biglietteria Teatro Era, Via Indipendenza, s.n.c. – 56025 Pontedera (PI) , Mail reservations@pontederateatro.it, Telefono 0587.213988. Orario: da martedì a domenica, dalle 16.00 alle 19.30. Lunedì chiuso.
Biglietteria on line www.boxol.it
Box Office, via delle Vecchie Carceri 1 – 055.210804. Orario: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 19.00, sabato dalle 10.00 alle 14.00.

Fondazione Teatro della Toscana / Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale
Parco Jerzy Grotowski – via Indipendenza Pontedera
0587.55720 / 57034
info@pontederateatro.it
www.centroperlaricercateatrale.it
www.teatrodellatoscana.it

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili