Cultura Pisa

da venerdì 6 Novembre 2015 a sabato 7 Novembre 2015

Il Performer Senza Filo, un workshop teatrale a cura di Teatro Cantiere dove il corpo e la voce sono protagonisti

TC_Ravepray_ph Dario D'Ambra

Il Performer Senza Filo, un workshop teatrale a cura di Teatro Cantiere

In occasione del concorso musicale dedicato alla musica acustica Senza Filo Music Contest e di Teatro Senza Filo (la rassegna teatrale dedicata al teatro a basso impatto ambientale), Teatro Cantiere, la compagnia di teatro di ricerca residente al Cantiere Sanbernardo di Pisa, organizza – venerdì 6 e sabato 7 novembre – un workshop teatrale sulle possibilità performative senza l’utilizzo di elettricità o amplificazioni, un percorso nell’Arte dell’Attore dove il corpo e la voce del Performer sono i protagonisti principali.

Il workshop dal titolo ‘Il Performer Senza Filo’ si concentrerà su tutte quelle qualità fondamentali dell’attore che nessuna tecnologia “elettrica” potrà mai sostituire: la presenza, la voce organica, la forza espressiva del corpo e dell’atto emotivo interiore.
Il Performer senza Filo vuole anche condurre i suoi partecipanti alla ricerca della propria personale creatività, aiutandoli a “recidere i fili” dell’autoindulgenza, della pigrizia e dell’autocompiacimento, che bloccano i semi della creatività.

Il workshop, che si terrà al Cantiere Sanbernardo, si divide idealmente in tre fasi: Presenza, Voce, Improvvisazione e Creazione.

Presenza
La Presenza è la capacità dell’attore di attrarre l’attenzione dello spettatore ancor prima di agire, ancor prima di cominciare a recitare: non è un “dono”, segue invece regole ben precise (e al contempo vaghe ed indefinite) che verranno indagate per mezzo di esercizi ed esempi. Lo studio della presenza tocca temi fondamentali per l’attore come l’organicità, i tempi, l’equilibrio-disequilibrio, la pre-espressività, il quotidiano e l’extra-quotidiano, il corpo senza impostazioni, la reattività, l’attenzione, la sicurezza, l’agilità, l’atteggiamento, il ritmo teatrale, l’azione-reazione, le intenzioni, la danza.

Voce
La voce pur essendo invisibile non è qualcosa di immateriale: come una mano può prendere, colpire, graffiare, accarezzare, costruire cattedrali o strisciare sul pavimento.
Il workshop si propone di far scoprire a ciascun partecipante la propria voce libera e organica, sciogliendolo da blocchi e inibizioni, e dandogli un buon punto di partenza per la propria ricerca personale. I partecipanti avranno la possibilità di comprendere e sperimentare come uno specifico uso dello strumento vocale possa servire da contatto con il proprio mondo interiore, con i propri stati emozionali e con diversi stati di coscienza. Il risultato di questo lavoro è una voce viva, reattiva, attenta, potente, non teatralmente impostata ma ricca di possibilità, sfumature e timbri.

Improvvisazione e Creazione
Imparare a improvvisare è imparare ad essere liberi, ma per questa forma di libertà occorre lavoro e autodisciplina. Il laboratorio si concentrerà anche su esercizi e giochi teatrali adatti a rompere gli automatismi e i rigidi schemi mentali, ad ampliare le proprie capacità creative e a dare precisione e sicurezza alle proprie azioni. Si lavorerà sulla possibilità di creare un proprio training dell’improvvisazione, indagando sui ritmi della danza e dell’espressione fisica e vocale. Una parte del percorso di Improvvisazione e Creazione sarà incentrato sulla musica, il canto ed il ritmo: attraverso l’uso della chitarra suonata dal vivo ci si concentrerà su un lavoro istintivo, organico, legato alle proprietà comunicative ed espressive del suono e del movimento.

Il laboratorio è indicato sia per chi si avvicina per la prima volta al lavoro attoriale sia per professionisti: attori, cantanti, performers, giocolieri, musicisti, ecc.

Il Performer Senza Filo. Workshop di Teatro Cantiere

Quando: venerdì 6 e sabato 7 novembre 2015

Orari: venerdì dalle 20 alle 23 – sabato dalle 15 alle 19

Dove: Cantiere Sanbernardo, via Pietro Gori snc, Pisa

Costo: 35 euro

L’iscrizione è obbligatoria. Possibilità di iscriversi fino al 4 novembre.

Per informazioni e prenotazioni:

info@teatrocantiere.itwww.teatrocantiere.it

INFO SENZA FILO MUSIC CONTEST E TEATRO SENZA FILO:
www.senzafilomusiccontest.euwww.senzafilomusiccontest.eu/teatro-senza-filo-2015

TEATRO CANTIERE

Teatro Cantiere è un gruppo di ricerca teatrale nato nel 2003 tra le mura del Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa e composto da Sara Pirotto, Hengel Tappa e Davide Cangelosi, ora affiancati da Dario D’Ambra, Eleonora Moro, Lidia Boniaga e Stella Penzo. Da qualche tempo si sta inserendo la presenza collaborativa di Erica Farsetti, Josephine Chiara Lunghi e Luca Benvenuto.

Teatro Cantiere organizza e dirige laboratori, festival, incontri, scambi e si impegna in una continua ricerca nell’ambito dell’arte teatrale, del canto, della voce con particolare attenzione allo studio della glossolalia, dell’espressione fisica, della danza, della musica. Attualmente il gruppo sta lavorando su modi di relazione e reazione all’altro e a sé, sul ritrovarsi inteso come contatto tra esseri umani, come esperienza collettiva di creatività e spontaneità col fine di raggiungere l’altro e se stessi attraverso forme di comunicazione vere, intime, basilari, sottili.

Il gruppo ha portato il proprio lavoro performativo e formativo nell’ambito di diversi contesti: nei festival (Fringe Festival Bologna, Senza Filo Music Contest a Pisa, Liberarti Festival a Montaione, Sceneforum a Pisa, Cartasia Festival a Lucca, Genetic Parade a San Giuliano Terme, Magazzino Festival a Scarlino, Estate Sangiulianese, Nuove Impressioni ad Alcamo, Espressivamente a Barcellona P.G.,…) fino a situazioni più informali, in giardini, nelle case, in locali o pub, centri sociali, in strada ecc.

Sara Pirotto – Hengel Tappa. Dopo un incontro illuminante con l’Odin Teatret nel 2002 cominciano a lavorare sulle possibilità espressive e psichiche del teatro ispirandosi alle tecniche di Eugenio Barba e Jerzy Grotowski. Registi, pedagoghi ed attori nella compagnia Teatro Cantiere, continuano la loro formazione personale e la loro ricerca seguendo il lavoro di Gey Pin Ang (Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards e Sourcing Within) e con lo studio di diverse tecniche vocali, alcune arti circensi (acrobalance, giocoleria, tessuto aereo, trapezio, cerchio) e marziali (Kalaripayattu, Judo, Systema, Tai Chi). La loro attuale ricerca si sta concentrando sul canto e sulle possibilità di corpo e voce sia per raggiungere istinti ed emozioni nascoste che per trovare una relazione vera con l’altro.

Davide Cangelosi. Musicista, polistrumentista, giocoliere, dal 2003 accosta al suo lavoro teatrale con la compagnia Teatro Cantiere una ricerca sull’acrobatica, sulla biomeccanica, sul canto e la musica. Dal 2005 collabora all’organizzazione e all’insegnamento in laboratori teatrali sul training dell’attore.

www.teatrocantiere.it

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili