rettangolo

Spettacoli Firenze

sabato 15 febbraio 2020

Giammaria Simon in concerto al Teatro del Sale

Torna in concerto a Firenze Gianmaria Simon per un esclusivo live il 15 febbraio, ore 21:00, al Teatro Del Sale di Firenze. Per l’occasione presenterà i brani del suo ultimo lavoro “Low Fuel” accompagnato da Matteo Rovinalti (violino e cori) e Cristiano “João” Rocchetta (percussioni e cori). Il concerto è riservato a chi cenerà al Teatro del Sale di Via dei Macci 111r.

Info e prenotazioni 055 200 1492.

“Low Fuel” è l’ultimo lavoro di Gianmaria Simon disponibile in tutti gli store digitali, piattaforme streaming ed in versione CD su etichetta Vrec distribuzione Audioglobe. Si tratta del secondo album del cantautore toscano (di origini liguri) a 4 anni di distanza da “L’ennesimo Malecon”. Ascolta: vrec.fanlink.to/lowfuel E’ stato pubblicato da poco il secondo video estratto “Un pomeriggio a Mentone: «Il video è liberamente ispirato a Miracolo a Milano, film del 1951 diretto da Vittorio De Sica. È stato pensato e realizzato da Le Grottesche (alias Rocco Malfanti e Camilla Floreancig). È dedicato a chi, con la propria arte e la propria passione, preserva difende e custodisce l’utopia…» Guarda il video.

“Low Fuel” prende il nome dalla title track, primo singolo estratto, una canzone dedicata al tachimetro di una macchina che diventa espediente per raccontare di vite costantemente in riserva, passate a schivare gli etilometri, a stipare scheletri negli armadi, un pretesto per parlare di chi non riesce ad attenersi ai parametri, di chi ha sempre “l’outfit” sbagliato. Questo in fondo è Gianmaria Simon, un artista polveroso, “malestante” che continua ostinatamente ad andare avanti lungo strade secondarie poco battute affrontando sonorità sempre diverse, dal folk al blues oscuro con influenze western e pop. Nel lessico ricercato e gli strumenti usati (non mancano fisarmoniche, congas, ukulele, mandolino, trombe, violini) Simon si colloca come un artista unico nel panorama nazionale. Nel disco spiccano “Malestante”, “Low Fuel” la ballad “Tramp Steamer” e “Mi gusterò il peccato. Contiene anche “L’avventura”, cover di un classico di Domenico Modugno del 1965 usata come colonna sonora di “Scaramouche”.

“Low Fuel” è stato registrato e mixato da Piero Pellicanò presso lo studio “Il Pellicano” – Massarosa (LU) con il mastering di Tommaso Bianchi presso il White Sound Mastering Studio di Scandicci (FI).
fb.com/gianmariasimon
www.instagram.com/gianmariasimon/

gianmaria simon

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili