rettangolo

Teatro Firenze

venerdì 11 ottobre 2019

Fammi essere ancora bambina in occasione dell’International Day of the Girl Child alla Sala Convegni

In occasione dell’ International Day of the Girl Child, la Compagnia Teatrale “Attori & Convenuti” e l’associazione culturale “Arte e Arti” presentano:

FAMMI ESSERE ANCORA BAMBINA

Venerdì 11 Ottobre ore 18 presso la Sala Convegni della Fondazione Biblioteche CRF – via Maurizio Bufalini, 6 a Firenze

Un reading di testimonianze di vittime di matrimoni precoci per dare voce a tutte quelle creaturine costrette – quasi sempre per le primarie esigenze economiche della famiglia – a sposarsi. Le storie di violenza, di abusi, di riduzione in schiavitù, di soggiogazione, di povertà, di privazione di qualsiasi tipo di diritto.

Con la Risoluzione 66/170 del 19 dicembre 2011, le Nazioni Unite decisero di istituire, dall’undici ottobre successivo, la “Giornata mondiale delle Bambine” per provare a focalizzare l’attenzione sui diritti delle più piccole e sulla necessità di promuoverne l’emancipazione.

Lontani anni luce dai racconti a titoli cubitali capaci di far parlare durante la pausa cappuccino e cornetto, senza però raggiungere il cuore e l’indignazione, l’Associazione Arte e Arti cura, organizza e promuove, con la compagnia teatrale Attori & Convenuti (in prima linea nella difesa dei diritti umani violati e attualmente in tournée nazionale con “Un giro d’Italia per Nasrin libera” a sostegno della richiesta di liberazione di Nasrin Sotoudeh) un reading di testimonianze di vittime di matrimoni precoci in programma proprio venerdì 11 prossimo.

“Fammi essere ancora Bambina” desidera fare ascoltare, ma con attenzione, la voce di quelle creaturine costrette – quasi sempre per le primarie esigenze economiche della famiglia – a sposarsi. Storie di violenza, di abusi, di riduzione in schiavitù, di soggiogazione, di povertà, di privazione di qualsiasi tipo di diritto.
Nelle vicende narrate emergono paura e sofferenza, ma anche il coraggio di alcune piccole protagoniste che, con il tenace rifiuto al matrimonio forzato, hanno spezzato le convenzioni tribali, imponendo il loro diritto a essere considerate soltanto delle bambine.

Obiettivo comune della Compagnia Teatrale e dell’Associazione ArteArti è, in definitiva, quello di diffondere la denuncia sociale che molte Organizzazioni Umanitarie stanno meritoriamente promuovendo per contrastare questo grave fenomeno. La lettura a due voci (femminili) racconta le esperienze vissute e di come, nella loro tragica crudezza, sono state riferite. Lo scorrere delle immagini, inoltre, documenta i volti solcati di “spose bambine” e la misera condizione in cui sono costrette a vivere.

I testi e le immagini sono stati selezionati e montati da Gaetano Pacchi mentre, le parole delle bambine, saranno affidate a Patrizia De Luca e Grazia Doni di “Attori & Convenuti”.
Le lettura sarà intervallata da brani musicali eseguiti con la fisarmonica da Franco Bonsignori.

Il reading ha ottenuto il patrocinio del Comune di Firenze e sarà presentato da Maria Federica Giuliani (Vice presidente del Consiglio comunale) e da Emanuele Barletti della Fondazione della Cassa di Risparmio in prima nazionale a Firenze, il giorno 11 ottobre 2019, alle ore 18 nella “Sala Convegni della Fondazione Biblioteche CRF” con ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Per i contenuti, l’iniziativa ha ottenuto il Patrocinio della campagna INDIFESA. Terre des Hommes, una campagna triennale per garantire alle bambine istruzione, salute, protezione dalla violenza e dagli abusi.

L’Evento sarà presentato alla stampa mercoledì 9 ottobre 2019 alle ore 12 nella Sala Ennio Macconi di Palazzo Vecchio di Firenze.

Per informazioni:

scrivere a
press@artearti.net

fammi_essere_ancora_bambina

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili