Teatro Empoli

mercoledì 8 Luglio 2015

Teatro in carcere: spettacolo alla Casa Circondariale Femminile

La locandina

La locandina

Appuntamento mercoledì 8 luglio 2015 alle ore 21.00 presso il Cortile area Verde della Casa Circondariale Femminile di Empoli (Via Val d’Orme Nuova, 15) con “Bambolina”.

Un progetto di Giallo Mare Minimal Teatro/Casa Circondariale/Liceo Scienze Umane “Il Pontormo” – Empoli.

BAMBOLINA
Liberissima rielaborazione da “Casa di Bambola ” di  Henrik Ibsen
Regia di Maria Teresa Delogu e Rossella Parrucci
Regione Toscana – Progetto Teatro Carcere

Lo spettacolo è l’atto finale di due percorsi teatrali  che vedono protagoniste le ospiti della Casa Circondariale e le allieve del Liceo Scienze Umane “Il Pontormo” – Empoli.

Marito, casa, figli, educazione e denaro:  questi gli imperativi dell’ottica borghese.

Maschilismo, ipocrisia, arrivismo: questo il retroscena culturale di una mediocrità spaventosa.

Di questa società è figlia Nora. Non donna ma bambola, creatura plasmata prima da un padre poi da un marito, assuefatta dal fascino ipocrita della società borghese.

A questo è consacrata, una marionetta che latita in una casa mediocre, sognante per la promessa di uno stipendio più altro ovvero più prestigio sociale. Finché l’insopprimibile slancio emotivo e irrazionale porta Nora a compiere un’azione illegale e socialmente “riprovevole”. Allora tutti gli oliati meccanismi della casa delle bambole entrano in crisi, e danno vita ad una Nora amara e nuova, che con un gesto impensabile ai suoi tempi, apre una strada che molte donne dopo di lei dovranno percorrere con fatica e spesso controcorrente, per raggiungere un’autonomia ed una indipendenza economica che consente l’apertura di una autonomia di pensiero e di autodeterminazione.

Prima dello spettacolo sarà presentata l’anteprima  di alcuni brani degli otto video realizzati dalle donne della Casa Circondariale di Empoli durante il laboratorio di cinema sugli effetti speciali.

Il corso è stato attuato, per la Regione Toscana, dalla FST Formazione e Attività Educative per il Sociale ed è un programma interdisciplinare, per l’alfabetizzazione al cinema, coordinato da Sveva Fedeli in collaborazione con la direzione della Casa Circondariale femminile di Empoli.

I laboratori sono stati condotti da M.Luisa Carretto e Pinangelo Marino che, con dodici delle ragazze recluse, hanno studiato alcuni effetti speciali e realizzato in gruppo otto episodi basati sui loro desideri e sogni.

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili