rettangolo

Teatro Certaldo

giovedì 25 marzo 2021

Dantedì, #CertaldoDivina fra cartolina celebrativa e letture-spettacolo: Oranona Teatro dà voce all’Inferno

Uno spettacolo tale da far rivivere le atmosfere dei gironi dell’Inferno. Una cartolina celebrativa con il profilo stilizzato del Sommo Poeta, il 700, simbolo degli anni trascorsi dalla sua morte a oggi, e le parole che Giovanni Boccaccio ha speso sulla Divina Commedia e il suo autore. Il Comune di Certaldo è pronto a dare il via ai festeggiamenti per i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. Il cartellone, che si articola in varie iniziative da realizzare nel corso dell’intero anno dantesco, mette al centro la cultura e il territorio con le sue eccellenze storiche: basti pensare che fra le location scelte per realizzare uno dei progetti c’è Palazzo Pretorio, fra i luoghi simbolo del borgo alto e del paese. Eventi e proposte, al momento, avranno come palcoscenico principale i canali social dell’amministrazione comunale, in attesa che l’emergenza coronavirus sia superata e che si possa tornare a organizzare appuntamenti culturali in presenza.

La prima tappa della rassegna battezzata con l’hashtag #CertaldoDivina si terrà giovedì 25 marzo 2021, in occasione del Dantedì, giornata nazionale dedicata ad Alighieri. Certaldo accenderà i riflettori sulla prima cartolina celebrativa con una grafica capace di raccontare l’essenza del poeta fiorentino, divenendo preziosa cornice per le parole di messer Boccaccio: le citazioni, curiose e studiate per raccontare il legame fra i due, sono state suggerite dall’Ente nazionale Giovanni Boccaccio, insieme all’associazione Polis-Oranona Teatro, a fianco dell’amministrazione per la realizzazione di questo percorso di promozione culturale. La cartolina sarà pubblicata sulle pagine Facebook e Instagram del Comune di Certaldo.

Il primo canto dell’Inferno, con il celeberrimo incipit, sarà invece protagonista del dopo cena: alle 21.15, i canali social dell’ente guidato dal sindaco Giacomo Cucini saranno schermo per la lettura-spettacolo firmata dall’associazione Polis-Oranona Teatro: l’idea artistica è tratta dallo spettacolo ‘Bestie – Animali e mostri della Commedia’, portato in scena da Oranona teatro al Teatro dei rinnovati nel 2019, per il dipartimento di Filologia e critica della letteratura italiana dell’università di Siena. La voce e il volto sono quelli di Martina Dani, mentre le riprese sono di Enrico Belli e il montaggio di Lorenzo Marini.

Non solo dunque lettura. Chi deciderà di assistere alla ‘proiezione social’, avrà modo di apprezzare i disegni di Carlo Romiti, pittore con la passione per gli animali e la loro rappresentazione, il quale ha dipinto gli animali della Commedia. Nello spettacolo ‘Bestie’, divengono immagini incastonate all’interno della suggestiva lettura ambientata nella Prigione delle donne di Palazzo Pretorio, luogo che architettonicamente rievoca la discesa dantesca all’Inferno. Dunque, un progetto coinvolgente e dal taglio originale da non perdere, con l’auspiscio di poter apprezzare anche la versione ‘live’ della rappresentazione: il video, negli auspicio di artisti e amministrazione, è di fatto, oltre che l’apertura dei festeggiamenti a Certaldo, una anticipazione dello spettacolo ‘Bestie’ che Oranona Teatro, Covid permettendo, proporrà nel paese valdelsano in estate.

“Il 700enario dalla morte di Dante è un anniversario importante a livello nazionale, ma anche locale. Come è importante il legame che esiste fra il nostro Giovanni Boccaccio, Dante e la sua opera -sottolinea l’assessore alla Cultura, Clara Conforti – Il momento che stiamo attraversando è oggettivamente complesso per il settore della cultura costretto a fare i conti, da settimane ormai, con l’impossibilità di incontrarsi e vivere i luoghi e le iniziative in presenza. Ma, con fiducia, attraverso varie proposte sui nostri canali social, forti del sostegno delle realtà del territorio, vogliamo intraprendere un cammino di iniziative per celebrare questa icona della letteratura nel mondo che Dante rappresenta. Il tutto con uno sguardo anche internazionale, coinvolgendo le città gemellate con il Comune di Certaldo. Sono tanti gli appuntamenti allo studio e in via di organizzazione, sia di taglio scientifico che culturale. Un programma che ci permette di divulgare l’opera di Dante tramite varie forme progettuali, così da raggiungere bambini e adulti. Anche ripercorrendo i luoghi di Dante e della Divina, perché no attraverso escursioni trekking”.

Martina Dani

Fonte: ufficio stampa Comune di Certaldo

Eventi simili