rettangolo

Spettacoli Firenze

sabato 18 gennaio 2020

Camilla Battaglia 4TET in concerto al Circolo Le Vie Nuove

Camilla Battaglia, classe 1990, figlia d’arte, cantante e compositrice di spicco nel panorama della nuova scena jazz italiana, dopo il successo di “Tomorrow” presenta il suo secondo disco che celebra in musica il concetto di “tempo” attraverso la lente della scienza, della letteratura e della filosofia. Un repertorio, firmato dalla leader, che trae ispirazione da intellettuali come la poetessa Sylvia Plath, i filosofi Heidegger e Nietzsche, il fisico Carlo Rovelli, imperniato sul concetto di circolarità del tempo. Partendo da questa riflessione, Camilla esplora attraverso la sua musica la dimensione temporale come un coesistere di eventi, senza inizio né fine. Un viaggio volutamente spaesante che si nutre di numerose convergenze stilistiche e sperimentazioni contemporanee, nonché del determinante contributo dei suoi avventurosi complici: Miche Tino al sax alto, Andrea Lombardini al basso elettrico e Bernardo Guerra alla batteria, che ne affiancano alla perfezione il suo naturale e straordinario talento.

Questo seconda fatica discografica, EMIT: RotatoR TeneT, edita per l’etichetta pugliese “Dodicilune” alla fine del 2018, e realizzato anche con il contributo del Mibac e della Siae, ha avuto una gestazione audace che è durata circa due anni. Complici Copenaghen e Berlino, due città dove Camilla ha vissuto e che hanno contribuito a influenzare profondamente, non solo il suo percorso umano e artistico ma anche la sua intera opera.

La cantante, dunque, si interroga sullo scorrere del tempo, seguendo un processo analitico in cui la musica è dettata anche da teorie che dimostrano l’esistenza di innumerevoli realtà discontinue, che convivono in tempi e spazi diversi. Il risultato finale è un concept album, un’opera totale, in cui il messaggio è chiaro fin dall’inizio. Il titolo del disco, e il suo inverso definiscono insieme la natura dell’album stesso che, appunto, inizia, finisce e ricomincia di nuovo. «Stavo cercando un titolo che rappresentasse la circolarità del tempo. Sono arrivata presto a “Rotator” e “Tenet” due parole palindrome che significano rispettivamente rotatorio e principio-origine, e in seguito ho pensato che l’inversione della parola chiave ‘time’ (tempo), ovvero ‘emit’, significasse proprio promulgazione o enunciato», conclude Camilla. E anche in questo modo, una sensazione di immaginario spaesamento permette, a chi ascolta, di perdersi e ritrovarsi contemporaneamente all’interno di un apparente caos, in cui la percezione del tempo svanisce, per lasciare spazio solo agli eventi che accadono.

Il quartetto guidato da Camilla Battaglia salirà sul palco del “Pinocchio Jazz” per la XXVI edizione della rassegna, sabato 18 gennaio 2020, Concerto ore 21.45. Associazione “Vie Nuove”, Viale Donato Giannotti, 13 Firenze tel. 055.683388 info@pinocchiojazz.it

Posto Unico 12,00 € / Gratis per gli Under 25 (con tessera Arci Uisp) / www.pinocchiojazz.it

Camilla Battaglia 4TET in concerto
Presenta “EMIT: Rotator Tenet” (Dodicilune)

CAMILLA BATTAGLIA voce, piano
MICHELE TINO sax altro
ANDREA LOMBARDINI basso elettrico
BERNARDO GUERRA batteria.

Bio, interviste, info e link:
Dopo gli studi in Filosofia presso l’Università Statale di Milano, si dedica alla musica incidendo nel 2010 il suo primo album da solista, accompagnata dal trio di Renato Sellani, ‘Joyspring’ (Philology). Nello stesso anno partecipa al concorso internazionale Massimo Urbani classificandosi seconda. Nel 2011 si piazza seconda al concorso internazionale Chicco Bettinardi per giovani talenti del jazz, ottiene una menzione come miglior cantante presso il Tuscia Jazz Festival e il Bucharest International Jazz Competition. Inoltre viene selezionata tra i talenti promettenti dalla rassegna Italian Jazz Graffiti e si esibisce al Piccolo Teatro come solista dell’Orchestra dei Civici Corsi di Jazz diretta da Enrico Intra. Si è esibita, in seguito a workshop o collaborazioni, con musicisti che l’hanno influenzata profondamente come Jason Lindner, Lionel Loueke, Panagiotis Andreou, Becca Stevens, David Binney, John Taylor, Tim Berne, Ben Wendel, Achille Succi,Ambrose Akinmusire.

L’esperienza come solista in orchestra si è presentata nel 2012 con l’Orchestra Nazionale della Sardegna ed è proseguita poi con la Siena Jazz Orchestra, nel 2013 con l’Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz Italiano, con la quale si è esibita in diversi festival e teatri europei (Umbria Jazz, Iseo Jazz, Premio Tenco, Nantes Jazz, Bruxelles Jazz, Piccolo Teatro e altri) e continua ora nel 2018 con la stessa Orchestra che dopo due anni ritorna attiva con nuova formazione e nuova musica. Non solo come leader (ad esempio con Tommaso Cappellato ‘Astral Travel’, Francesco Fiorenzani ‘Silent Water’, Andrea Molinari ‘51’) ha cantato per diversi festival italiani e club. Nel 2012 si iscrive ai corsi della Siena Jazz University, dove si laurea nel 2016; lo stesso anno inizia il percorso di studi proposto dallo European Jazz Master che la porta a collaborare tra il 2016 e il 2018 con musicisti a Copenhagen, Berlino e Amsterdam,stringendo proficue collaborazioni, tra cui quella con il trio di M. McCormick a Copenhagen (Metronomen, Jazz House, 5e) e You’re Allowed To Smile Ensemble ad Amsterdam (Amsterdam Blue Note). A Berlino nel 2017 avviene la prima esperienza come compositrice e direttrice della JIB Big Band, per cui Camilla ha riarrangiato alcuni brani contenuti nell’album di musica originale ‘Tomorrow’.

Nel 2016 è uscito il primo disco a suo nome da compositrice e cantante ‘Tomorrow- 2More Rows of Tomorrows’ (Dodicilune) con Andrea Lombardini, Roberto Cecchetto, Nicolò Ricci, David Binney, Federico Pierantoni, Bernardo Guerra. L’album è stato scelto dalla rivista JAZZIT tra i migliori 100 nel 2017, ha trovato spazio nella programmazione radiofonica nazionale ed è stato presentato all’interno di festival come Bergamo Jazz e Viggiano Jazz oltre che in diversi club italiani tra il 2016 e il 2017 con la partecipazione di David Binney.’EMIT: RotatoR TeneT’ (Dodicilune) è uscito nel 2018, nuovo lavoro discografico originale con Michele Tino al sax alto, Andrea Lombardini al basso elettrico, Bernardo Guerra alla batteria e Ambrose Akinmusire ospite alla tromba. Nel 2018 è stata selezionata per una residenza artistica italo-francese con il trombettista Mederic Collignon presso la Casa del Jazz di Roma all’interno del festival Una Striscia di Terra Feconda. Nel 2017 il progetto originale di Camilla per large ensemble, denominato ELEkTRA, è stato scelto dalla Creative Europe Programme per la sezione Contemporary Music e sarà realizzato e pubblicato nel 2019 in Italia con una line up composta da Elisa Mini Francesco Ponticelli, Andrea Lombardini, Simone Graziano, Michele Tino, Francesco Fratini, Filippo Vignato, Federico Pierantoni, Francesco Fiorenzani, Bernardo Guerra, Stefano Tamborrino e la partecipazione di Francesco Bigoni

Altri link a video e suggerimenti d’ascolto
www.ijm.it/albums/display/767
www.youtube.com/watch?v=FhDp_6HaopU (extract dall’album)
www.youtube.com/watch?v=gWE45YvbF8Q (dimensions con Stefano Battaglia)
www.camillabattaglia.com/

L’etichetta Dodicilune, fondata e guidata da Gabriele Rampino (direttore artistico) e Maurizio Bizzochetti (label manager) è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di oltre 250 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti in Italia e all’estero da IRD in circa 400 punti vendita, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati su una cinquantina tra le maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.

Camilla_Battaglia

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili