Teatro Castelfiorentino

sabato 14 Febbraio 2015

Antonio Rezza presenta il suo 7-14-21-28, insieme a Flavia Rastrella uno spettacolo paradossale e divertente

Al Teatro del Popolo di Castelfiorentino sabato 14 febbraio alle 21.00 per il debutto della rassegna  Tra musica e parole va in scena il paradossale 7-14-21-28  con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista di Flavia Mastrella e Rezza.

Civiltà numeriche a confronto. La sconfitta definitiva del significato. Malesseri in doppia cifra che si moltiplicano fino a trasalire: siamo a pochi salti di distanza dalla sottrazione che ci fa sparire. Oscillazioni e tentennamenti in ideogramma mobile.

Improvvisamente cessa il legame con il passato: corde, reti e lacci tengono in piedi la situazione. Si gioca alla vita in un ideogramma. Il tratto, tradotto in tre dimensioni, sviluppa volumi triangolari diretti verso l’alto che coesistono con linee orizzontali: ma in verticale si muove solo l’uomo. Qui non si racconta la storiella della buona notte, qui si porge l’altro fianco. Che non è la guancia di chi ha la faccia come il culo sotto. Il fianco non significa se non è trafitto. Con la gola secca e il corpo in avaria si emette un altro suono. Fine delle parole. Inizio della danza macabra.

Biglietto 12 euro, loggione 8 euro.

Si potranno acquistare i biglietti presso la biglietteria del teatro (piazza Gramsci 80, Castelfiorentino, tel. 0571 633482) tutti i martedì e giovedì (ore 17.00-19.00) e il sabato (ore 9.00-12.00 e 16.00-19.00).

La prevendita sarà effettuata, oltre che alla biglietteria del teatro, anche presso Discofollia, via del Gelsomino, 45 a Empoli, telefono 0571 710746 (orario negozio).

Per informazioni Teatro del Popolo  tel. 0571 633482 info@teatrocastelfiorentino.it, Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629 info@giallomare.it.

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili