Cultura Pisa

venerdì 21 Novembre 2014

Al via il corso di poesia con Alessandra Scarpellini

Alessandro Scarpellini

Alessandro Scarpellini

Un laboratorio esperienziale/poetico per portare la nostra mente e il nostro corpo ad esplorare territori sommersi e sconosciuti.
L’amore per la vita, visibile ed invisibile, sarà il nostro ponte sospeso fra noi e gli altri… in una molteplicità di sensazioni/visioni che si muteranno in parole e poesie.

Ogni esperienza proposta ha a che fare con il linguaggio dell’espressione profonda ed è parte del filo d’Arianna che ci seguirà nel bosco dei sensi e del nostro sentire.

Ricordi, sogni, metafore, carezze, analogie, versi liberi e legati saranno i sussurri e i momenti di questi incontri con le diverse realtà dell’essere.

Sincronicamente linguaggio e sensi faranno scaturire la scintilla viva ed originale della scrittura.

Questo Corso sarà un porto aperto per coloro che vogliono esprimere quello che hanno dentro mediante il potere magico ed evocativo delle parole.

Una via, un sentiero da percorrere, per chi ama la bellezza misteriosa e profonda della vita.

Come dice Nadine Gordimer, scrittrice Sudafricana . “Scrivere è vivere”.

Il linguaggio poetico, vissuto come esperienza di vita oltre che linguistica, può essere chiave musicale per capire noi stessi e il mondo in cui viviamo (o in cui vorremmo vivere).

Blanchot, in “Lo spazio letterario”, asserisce che scrivere è percepire il continuo ed inesauribile mormorio dell’essere.

La poesia e la narrativa non sono un grimaldello per forzare la saracinesca della realtà, ma un modo diverso di guardare tutto ciò che esiste rivelando se stessi al di là di quello che appare (che sembra a noi, che sembra agli altri).

“C’è bisogno di un mondo di sogno – come diceva il filosofo della scienza Paul K. Feyerabend – per scoprire i caratteri del mondo reale (che in realtà potrebbe essere solo un altro mondo di sogno)”.

Vi è un flusso incessante, intimo e magico, fra vita e scrittura, scrittura e vita, se stessi e gli altri.

Da qui partiremo verso le terre vicine e lontane della poesia.

 

PROGRAMMA
(diario minimo di navigazione con rotte mutevoli)

– La poesia salva la vita
– Il senso dello scrivere
– Acrostici ed altre composizioni su parole calde ed ombrose (workshop)

– Quasi ogni cosa, piccola o grande, è poesia
– Rotte poetiche diverse verso l’Isola che c’è
– Gioco delle pietre magiche e delle metafore parlanti (workshop)
– Noi… come mondi ed universi plurali
– Il soffio della realtà e dell’immaginazione
– Gioco del nulla creativo (workshop)
– Gioco delle sinestesie (workshop)

– Il silenzio come sorgente di parole
– Suoni e significati
– Gioco dadaista e surrealista delle assonanze (workshop)
– Gioco delle combinazioni fantastiche (workshop)

– Finestre aperte sul mondo
– Letture varie e molteplici
– Masticando una poesia
– Il gioco degli assaggi misteriosi (workshop)
– Il gioco delle immagini diverse (workshop)

– Mettersi nei panni di un altro
– Esistere oltre noi
– Gioco dei diversi punti di vista (workshop)

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Inizio: Venerdì 21 Novembre, ore 20.30
Fine: Venerdì 19 Dicembre
6 incontri di 2 ore circa
(uno alla settimana, il Venerdì dalle ore 20e30 alle ore 22e30)

Guida: Alessandro Scarpellini
Info ed iscrizioni:
Libreria Erasmus – Piazza Cavallotti 9 – PISA
Tel. 050554059 ore 9,30 – 13,00 / 16.00 – 19.30

Minimo: 8 marinai/marinaie – massimo 13 marinaie/marinai

Fonte: Centro Elrond

Eventi simili