rettangolo

Cultura Lucca

da domenica 25 luglio 2021 a sabato 31 luglio 2021

A fine luglio tornano le brevità intelligenti del Festival della Sintesi

Ancora un’edizione estiva per il Festival della sintesi, che si terrà dal 25 al 31 luglio nella chiesa di San Cristoforo, in via Fillungo. Il programma è in via di definizione e sarà presentato nelle prossime settimane. Ancora una volta la manifestazione offrirà la possibilità di scoprire le ‘brevità intelligenti’ nascoste nella letteratura, nell’arte, nella scienza, nel cinema, in televisione, nella satira, nello sport e nel teatro, con tanti ospiti importanti, invitati per condividere con il pubblico la loro esperienza di sintesi.

Durante il Festival si terrà la cerimonia di consegna del premio televisivo “Teledico in Sintesi”, che in questi anni ha portato a Lucca personaggi del calibro di Letizia Battaglia, Lilly Gruber, Paolo Pagliaro e Franca Leosini. Il premio– come annunciato a inizio 2020 – andrà al giornalista Domenico Iannacone, autore di programmi come “I dieci comandamenti” e “Che ci faccio qui”. Lo scorso anno l’associazione Dillo in sintesi ha istituito anche un premio alla carriera che andrà a Vincenzo Mollica, voce e volto storico delle rubriche di spettacolo del Tg1. Iannacone e Mollica saranno i protagonisti di un incontro che chiuderà il Festival sabato 31 luglio.

Nei giorni del festival, sarà allestita anche una mostra di arte contemporanea dedicata a un artista di fama mondiale, ideata con un format del tutto singolare e unico nel suo genere.

Il Festival della Sintesi – lo ricordiamo – è la prima e unica manifestazione in Italia dedicata alla brevità e ha la caratteristica di non svilupparsi attorno a un tema o a una disciplina, ma attorno a un approccio, a una modalità basata sull’efficacia e l’utilità della buona sintesi. Per questa sua peculiarità, il Festival è davvero multidisciplinare, capace di intercettare pubblico e interlocutori eterogenei per interessi, età e formazione.

«Siamo molto soddisfatti di quello che stiamo costruendo e mi sento di dire che questa sesta edizione segnerà un ulteriore passo avanti nella nostra breve ma intensa storia – commenta Alessandro Sesti, ideatore del Festival e presidente dell’associazione Dillo in sintesi, che lo promuove – Ringrazio fin da ora le realtà lucchesi che collaborano con noi e gli enti che ci sostengono, in particolare la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che ha deciso di inserirci tra le manifestazioni di spicco di questo 2021».

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili