Cultura Teatro Fiesole

sabato 8 Marzo 2014

A Fiesole “Due sorelle diverse tra loro” del Maestro Alinari per festeggiare l’8 marzo. In programma anche un incontro con l’Artista, l’attrice Barbara Enrichi e il Professor Luca Farulli

È un’opera del Maestro Luca Alinari, intitolata “Due sorelle diverse fra loro”, a segnare la ormai lunga tradizione che per la Festa della Donna vede ogni anno il Comune di Fiesole regalare una stampa d’autore alle donne.

Per l’occasione, sabato 8 marzo, a partire dalle ore 11, nella Sala del Basolato (piazza Mino) il Maestro Alinari,  l’attrice Barbara Enrichi – vincitrice, fra l’altro, del Premio David di Donatello per il film campione d’incassi “Il ciclone” di Pieraccioni, dove interpreta la giovane rurale Selvaggia -, e il Professore Luca Farulli daranno vita a un incontro che andrà ad indagare, oltre al tema generale  della donna nella vita attuale, il soggetto scelto per la stampa e la rappresentazione della donna nell’opera del pittore fiorentino.

Durante l’iniziativa verrà proiettato anche il documentario Variabili femminili. Di madre in figlia, storie di donne in tre generazioni” (regia della stessa Enrichi), che raccoglie alcune testimonianze significative di tre generazioni di donne che vivono nel territorio di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d’Elsa, cogliendo le differenze dello stile di vita tra diverse generazioni. Una raccolta di interviste a donne nate nei primi anni del Novecento fino ad arrivare alle loro figlie e allenipoti, nate a cavallo del nuovo millennio, su tematiche riguardanti il lavoro, la famiglia, la vita sociale. Uno spaccato dei cambiamenti avvenuti nella condizione femminile nel corso di un secolo, che offre spunti di riflessione e approfondimento storico e sociale sulla vita dei nostri paesi e delle famiglie.

 

Evento nell’evento l’appuntamento di sabato: eccezionalmente in occasione della Festa della donna sarà esposta, sempre nella Sala del Basolato, l’opera “Due sorelle diverse fra loro”: unico quadro della mostraL’uomo è fatto per guardare le donne”.

“È la prima volta che faccio una mostra con un unico quadro di piccole dimensioni – afferma Luca Alinari –, Il mio intento è quello di focalizzare l’attenzione dello spettatore su quest’unico elemento e sulla festa della donna. Il titolo della mostra, invece, vuole essere ironico e autoironico e, in un certo senso, può essere anche ribaltato”.

 

L’opera “Due sorelle diverse fra loro” è frutto della ricerca “di un’immagine femminile di oggi, di questo momento storico – spiega il Maestro –. Una donna che sta diventando sempre più enigmatica, anche a se stessa. Questo perché ha nuovi ruoli, non ha più un itinerario fisso e preciso. È entrata nell’imprevedibile, la vita può far di lei molte più cose rispetto al passato e anche lei può fare nella vita molte più cose. I volti delle due donne raffigurate nella mia opera hanno una specie di sospensione del giudizio nello sguardo e sulle cose del mondo. Cercano di vedere il non visibile, ma il prevedibile. Sono raffigurate due sorelle diverse fra loro – continua Alinari -, questo per dire che tutte le donne sono sorelle, ma ognuna è donna a modo suo, anche se sono vicine anche se, appunto, sono parenti o addirittura sorelle. Un senso di solidarietà e vicinanza e comunque di unicità personale.

 

L’iniziativa è organizzata con la collaborazione di Simboli Art Gallery di Firenze.

 

La stampa “Due sorelle diverse fra loro” oltre che durante l’iniziativa può essere ritirata ai Circoli e alle Cose del Popolo presenti sul territorio fiesolano.

Fonte: Comune di Fiesole

Eventi simili