Stagione 2017/2018 del Teatro Manzoni di Calenzano è ispirata al Dolce e Forte una ricetta toscana dove i sapori si combinano in perfetta armonia come le storie portate in scena

Stagione 2017/2018 del Teatro Manzoni di Calenzano è ispirata al Dolce e Forte una ricetta toscana dove i sapori si combinano in perfetta armonia come le storie portate in scena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOLCE E FORTE è una ricetta di cucina toscana di origine rinascimentale in cui si combinano in perfetto equilibrio sapori dolci, come il cioccolato, i canditi, l’uvetta, i pinoli, con il sapore forte, acido, profumato e intenso dell’aceto. A questa ricetta è ispirata la stagione 2017/2018 del Teatro delle Donne/Teatro Manzoni di Calenzano (Firenze) che indagherà il femminile (e non solo) in questi suoi aspetti. Personaggi famosi ma anche anonimi, come nello spettacolo inaugurale VIVO IN UNA GIUNGLA, DORMO SULLE SPINE (sabato 16 dicembre 2017), in cui una donna avvocato, Amanda Sandrelli, si vedrà messa in discussione dall’arrivo di un giovane pachistano datole in affido.

A Barbara Nativi è dedicato il recital BARBARA di Dimitri Milopulos e Marco Baraldi (giovedì 21 dicembre). Una serata in compagnia delle musiche e delle parole che hanno caratterizzato il suo percorso artistico; perché i più giovani possano conoscerlo e i più vecchi possano riviverlo. Barbara Nativi, regista, attrice, traduttrice, autrice e anche una delle socie fondatrici del Teatro delle Donne, insieme a lei e a un piccolo drappello di autrici, attrici, registe, critiche e studiose di teatro è iniziata l’avventura del nostro centro di drammaturgia. Merito loro se l’associazione ha varcato la soglia dei 25 anni e merito anche di istituzioni sensibili che hanno saputo riconoscere nel progetto quel portato di originalità e d’innovazione che ancora oggi ci contraddistingue.

Ed è con tre attrici formate al Teatro della Limonaia che in gennaio (sabato 13 e domenica 14 gennaio) viene proposto UN PIEDE IN PARADISO dell’autrice belga Virginie Thirion. Tre donne. Tre sorelle. Tre solitudini. Tre anime in pena. Tre persone che hanno fame. Che vogliono vivere la vita. Che non si arrendono. Che combattono con ogni mezzo che la furbizia e il senso di sopravvivenza fornisce loro. In cerca del prossimo pasto, tutt’altro che garantito; in cerca di compassione, di comprensione, di perdono. E in cerca d’amore. Di essere amate. Ancora una volta.

Venerdì 19 gennaio una serata dedicata al progetto CALENZIANI con le voci dei protagonisti, i marziani di Calenzano. Persone che attraversano la città, la usano, ne vivono frammenti diversi pur non essendovi residenti. È a partire dal loro sguardo esterno, vagamente ignoto, tangenziale, e dai momenti in cui incontra quello dei cittadini, che si genera un racconto corale, inedito e strettamente attuale del territorio. Ne scaturisce un album collettivo della città a partire da quello che è oggi un vero e proprio diario personale di ognuno, il telefono cellulare. Il progetto di Matteo Balduzzi e Stefano Laffi è solo all’inizio, riserverà molte sorprese nell’arco del 2018.

A Margherita Hack, nota al grande pubblico soprattutto per le due doti di divulgatrice, che nel mondo della ricerca ha occupato una posizione di primo piano fin dall’inizio della sua lunga carriera, è dedicato lo spettacolo di LAURA CURINO (sabato 27 gennaio 2018). Celebri le sue battute taglienti ed i suoi modi schietti, conditi dal forte accento toscano che non ha mai abbandonato, così come la sua grande gentilezza. MARGHERITA HACK UNA STELLA INFINITA è un omaggio e un divertito ricordo della sua originalità e simpatia.

Da venerdì 9 a domenica 11 febbraio 2018, sempre al Teatro Manzoni di Calenzano, prima nazionale di COME UN FIUME, spettacolo che ripercorre l’ultimo viaggio di Tiziano Terzani: nuova produzione del Teatro delle Donne, scritto da Eugenio Nocciolini e da Francesco Nucci, l’interprete è ANTONIO FAZZINI.

CHIARA CASELLI (figlia di Caterina) attrice di cinema e teatro, insieme a LYDIA GIORDANO, mette in scena il testo cult di Peter Handke, INSULTI AL PUBBLICO (sabato 10 marzo). Un testo non testo che coinvolge e diverte, per la prima volta in Toscana dopo il debutto estivo al festival di Asti.

 

AMANDA SANDRELLI
è avvocato in un testo sull’immigrazione

DIMITRI MILOPULOS e MARCO BARALDI
in un recital dedicato a Barbara Nativi

MONICA BAUCO, MARCELLA ERMINI, VANIA ROTONDI
nell’esilarante testo di Virginie Thirion

CALENZIANI LIVE
i marziani di Calenzano, finalmente dal vivo

LAURA CURINO
racconta Margherita Hack

ANTONIO FAZZINI
interpreta l’ultimo viaggio di Tiziano Terzani

TESTA DI RAME
parla di amore e del mestiere del palombaro a Livorno

CIRO MASELLA, GIULIA EUGENI, EUGENIO NOCCIOLINI
in un testo di Emanuele Aldrovandi

CHIARA CASELLI e LYDIA GIORDANO
portano in scena il testo cult di Peter Handke

ELENA ARVIGO
ritorna con le sue donne imperdonabili

DANIELA MOROZZI
incontra Conrad in Amy, da Amy Foster

BALLATA DEI LENNA
a confronto con David Foster Wallace

 

Per la stagione teatrale 2017/2018: www.teatrodelledonne.com/stagione-2017-2018

Per informazioni:

TEATRO MANZONI di Calenzano via Mascagni, 18 – 50041 Calenzano (FI)

tel. e fax: 055 8877213 – 055 8876581

teatro.donne@libero.it