Cultura Vinci

da sabato 14 aprile 2018 a sabato 5 maggio 2018

Celebrazioni Leonardiane 2018 – il programma completo

Celebrazioni Leonardiane 2018

La città di Vinci, come ogni anno, celebra il suo più illustre “figlio” con un ricco calendario di iniziative tra aprile e maggio, mesi in cui ricorrono nell’ordine la nascita (15 aprile 1452) e la morte (2 maggio 1519) di Leonardo. Eventi culturali, spettacoli, mostre e tanto altro si susseguiranno in queste prime settimane di primavera, con l’intento di offrire ai cittadini e ai turisti in visita l’opportunità di approfondire la figura del celebre Vinciano attraverso eventi di grande spessore culturale, come la Lettura Vinciana, o più divulgativi come le visite guidate ai beni culturali della città.

LVIII Lettura Vinciana
Si inizia sabato 14 aprile, con la 58esima Lettura Vinciana, il tradizionale appuntamento con studiosi ed esperti leonardiani. Alle ore 10.30 presso il Teatro di Vinci, Frank Fehrenbach, docente di Storia dell’arte e dell’architettura presso l’Università di Amburgo e uno tra i massimi studiosi del Vinciano in Europa, approfondirà il tema “Leonardo e la forza della pittura”, cercando di spiegare in che misura la pittura oltrepassa la comune percezione, analizzando quale sia secondo Leonardo il significato che riveste quest’arte nel contesto della natura. La Lettura dello studioso tedesco offrirà una sintesi orientata a illustrare i lineamenti fondamentali della leonardiana “teoria naturale della pittura”. “Sabato avremo l’onore di ospitare Fehrenbach che, a dispetto della sua giovane età, nel suo curriculum annovera già numerosi incarichi di prestigio, in istituzioni di primissio ordine come le università di Cambridge e Harvard – ha commentato Roberta Barsanti, direttrice del Museo Leonardiano e della Biblioteca Leonardiana – La sua sarà una lettura di grande interesse, sul significato attribuito da Leonardo alla pittura in rapporto con la natura”.

All’origine del Genio
Domenica 15 aprile, dalle ore 10 alle 17.30, presso la casa natale ad Anchiano sono organizzate ogni ora visite accompagnate (in italiano e in inglese), per introdurre il percorso espositivo e narrare la vita di Leonardo e i suoi legami con Vinci. Dalle 11 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, prevista anche l’apertura straordinaria della Biblioteca Leonardiana con visite (in italiano, ogni 30 minuti) alla collezione della Biblioteca che conserva tutti i codici di Leonardo in versione facsimilare.

Aria, acqua, terra e fuoco
Giovedì 19 aprile alle ore 17.30 in Biblioteca Leonardiana insieme al docente dell’Università di Firenze, Giorgio Federici, si discuterà della centralità della questione ambiente nel tempo della complessità, con la presentazione di “Aria, acqua, terra, fuoco”,volume speciale della collana Testimonianze, rivista fondata da Ernesto Balducci.

I codici di Leonardo: un’occasione perduta
Altro appuntamento da non perdere è quello di sabato 21 aprile in Biblioteca Leonardiana alle ore 10.30, con “I Codici di Leonardo: una occasione perduta”: il prof. Gianlodovico Melzi D’Eril, erede di Francesco Melzi che fu allievo di Leonardo, introdurrà alla storia dei manoscritti vinciani che per secoli furono custoditi nella villa di famiglia a Vaprio D’Adda.

Il mondo di Leonardo
Non mancano ovviamente le iniziative rivolte ai più piccoli. Sabato 21 e domenica 22, così come i successivi 28 e 29 aprile, sempre alle ore 11 le porte del Museo Leonardiano si apriranno per una visita animata per famiglie sul mondo di Leonardo.

Nel calamaio del Fucini
Sabato 28 aprile, invece, esordirà il Primo Festival Fuciniano, nella splendida cornice di Villa Dianella, che fu la casa di Renato Fucini. L’evento inaugurale della kermesse dedicata al grande poeta, con inizio previsto alle 20.30, consisterà in letture e drammatizzazione dei testi di Renato Fucini a cura dell’attore Andrea Giuntini, con l’intervento del prof. Davide Puccini. L’iniziativa è a cura dell’Associazione Elicriso. Nel corso della serata, inoltre, è prevista una visita alla cappella che ospita la tomba di Renato Fucini e di diversi suoi familiari. L’evento è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione, telefonando allo 0571 933285.

La gazza ladra – Omaggio a Rossini
Sabato 5 maggio sarà la giornata dedicata a Gioacchino Rossini, con l’inaugurazione della scultura di Emmanuel Chapalain, “La gazza ladra (1817-2017)”, ispirata alla celebre opera rossiniana. Appuntamento alle ore 17 presso il Castello dei Conti Guidi. In serata, alle 21.15 presso il Teatro di Vinci, l’omaggio a Rossini sarà completato dal concerto dell’Orchestra Filarmonica Amadeus, diretta dal maestro Gianmario Cavallaro, con le più celebri arie del repertorio rossiniano.

Il Giorno di Leonardo
Inoltre, dopo l’enorme successo e il grande coinvolgimento di pubblico riscontrato lo scorso anno, la città di Vinci celebra nuovamente il Giorno di Leonardo, in memoria della nascita del Genio avvenuta il 15 aprile 1452. La festa, in programma per l’intera giornata del 15 aprile, realizzata grazie al coordinamento della Pro Loco di Vinci e alla collaborazione di più di 30 associazioni del territorio, animerà il borgo, il sentiero della Strada Verde e la sua Casa natale con musiche e artisti di strada. Nel centro cittadino popolato dai banchi del mercato di prodotti locali, tutti gli edifici del centro ‘vestiranno’ i colori di Vinci con le bandiere gialle e rosse, realizzate anche per l’occasione. Alla luce del tramonto, taglio e assaggi gratuiti della torta realizzata dalle pasticcerie d Vinci per festeggiare il compleanno di Leonardo.

“Le Celebrazioni leonardiane 2018 tornano a svolgersi nell’ambito delle due date più significative per la vicenda biografica di Leonardo, il 15 aprile e il 2 maggio, rispettivamente anniversari di nascita e morte – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Paolo Santini – Si comincia con l’appuntamento scientifico più importante della stagione, la tradizionale Lettura Vinciana, affidata quest’anno ad uno studioso d’eccezione che proporrà un tema davvero affascinante, relativo alla pittura del Genio. Dopo, il 15 aprile, il giorno di Leonardo, per festeggiare degnamente il compleanno con una serie imponente di attività. Le iniziative in programma sono moltissime, e spaziano dalla celebrazione del Vinciano attraverso conferenze dedicate – fra le quali segnaliamo ad esempio l’appuntamento con gli eredi della famiglia Melzi di leonardiana memoria – fino all’arte contemporanea con la collocazione di un’opera dall’altissimo significato simbolico realizzata da un grande artista sulle mura del castello. Un programma davvero ricco di iniziative, che vedrà anche l’esordio del primo festival dedicato a Renato Fucini nella sua terra d’origine. Saranno celebrazioni importanti, prova generale delle celebrazioni che ci attendono nel prossimo fatidico anno leonardiano”.

“Con le Celebrazioni e il Giorno di Leonardo abbiamo voluto mettere insieme l’approfondimento scientifico e le tradizioni popolari – ha aggiunto il sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia – Leonardo è il simbolo della città ed è patrimonio di tutti, per cui è giusto che tutti possano festeggiarlo e celebrarlo seguendo i propri gusti e interessi”.

Il programma

Fonte: Comune di Vinci - Sito Ufficiale
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili