Teatro Firenze

da martedì 13 marzo 2018 a mercoledì 14 marzo 2018

Una storia disegnata nell’aria: uno spettacolo sulla Legalità e Contrasto alle Mafie al Teatro di Rifredi

Una storia disegnata nell’aria

Roma 26 luglio 1992, una ragazza è affacciata alla finestra del settimo piano di un palazzo. Indossa un pigiama rosa a righe bianche, un regalo di sua cognata Piera. La ragazza è truccata, come se dovesse uscire; vuole farsi trovare bella, quando verranno a recuperare il suo corpo, dopo che si sarà lanciata nel vuoto. Inizia così, raccontando nel dettaglio gli ultimi istanti di vita della diciassettenne Rita Atria, UNA STORIA DISEGNATA NELL’ARIA, spettacolo scritto da Guido Castiglia in collaborazione con Piera Aiello cognata di Rita Atria e testimone di giustizia, in scena al Teatro di Rifredi martedì 13 e mercoledì 14 marzo.

Nonsoloteatro
UNA STORIA DISEGNATA NELL’ARIA
per raccontare Rita che sfidò la mafia con Paolo Borsellino
scritto e interpretato da Guido Castiglia
in collaborazione con Piera Aiello (testimone di giustizia)
collaborazione alla messa in scena Fabrizio Cassanelli
scenografia e disegno luci Lucio Diana
organizzazione Claudia Casella
con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Firenze, Avviso Pubblico
in collaborazione con Libera

Lo spettacolo-evento sull’educazione alla legalità dedicato a Rita Atria realizzato in Esclusiva per la Toscana e in collaborazione con Libera Toscana, è rivolto ai giovani della Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado della Toscana e al pubblico serale. Un’iniziativa di carattere culturale ed educativo, articolata tra la visione dello spettacolo teatrale cui seguiranno, nelle matinées a fine spettacolo, degli incontri collaterali di approfondimento condotti da Guido Castiglia e a cui parteciperanno alcuni esponenti di Libera. Un’occasione per i giovani di confrontarsi direttamente con i rappresentati delle Istituzioni Locali e Regionali e i rappresentanti della società civile.

Martedì 13 marzo alle ore 11:00 interverranno Dario Nardella, Sindaco di Firenze e Don Andrea Bigalli, referente di Libera Toscana. È stata invitata Monica Barni, Vicepresidente Regione Toscana.

Spettacoli: 13 marzo ore 21:00 e per le scuole nella mattine del 13 e 14 marzo ore 10:00

L’evento, ideato e curato da Antonella Moretti dell’Associazione Culturale START.TIP, insoliti progetti d’arte e teatro, in collaborazione con Libera Toscana ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze e di Avviso Pubblico. L’appuntamento di Firenze è una delle iniziative sulla legalità che preludono la Manifestazione Regionale di Libera del 21 marzo 2018 che avrà luogo a Pisa, in occasione Giornata Nazionale della memoria e dell’impegno, in ricordo delle vittime delle mafie.

Ma chi è stata Rita Atria? Una giovane testimone di giustizia impegnata al fianco del giudice Paolo Borsellino, a cui aveva rivelato i dettagli delle dinamiche mafiose dei clan di Partanna, una cittadina del trapanese. Clan che la giovane conosceva benissimo poiché sia il padre che il fratello Nicola ne avevano fatto parte, prima di rimanere uccisi per mano dello stesso uomo, a distanza di qualche anno l’uno dall’altro. Era stata inserita in un programma di protezione, insieme alla cognata Piera, moglie di suo fratello, e aveva conosciuto il giudice Borsellino, che diventò per lei un secondo padre. In seguito alla strage di Via D’Amelio era stata trasferita a Roma dove prese la decisione di suicidarsi.

PER INFORMAZIONI 055/422.03.61 – www.toscanateatro.it
PREZZI Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00 | matinées solo gruppi scolastici organizzati € 7,00
PREVENDITA Teatro di Rifredi- Box Office dal lunedì al sabato (ore 16:00 – 19:00) | www.boxol.it

Dove: Teatro di Rifredi via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili