Sagre e Feste Castelfiorentino

da venerdì 24 marzo 2017 a domenica 26 marzo 2017

Street Food Village: la “carovana” fa tappa a Castelfiorentino

Streetfood Village

Streetfood Village

Il “Fritto di pesce” di San Benedetto del Tronto e le “Bombette” di Alberobello. Gli arrosticini abruzzesi e la carne “BBQ”, tipica degli USA. I “panigacci” della Lunigiana e lo “gnocco fritto con i salumi” dell’Emilia. Il tortello di patate fritto del Casentino e il Pita Gyros della Grecia. Una carovana di aromi e profumi inconfondibili, il meglio della tradizione alimentare on the road. Questo il biglietto da visita di “Streetfood Village”, appuntamento con il cibo di strada italiano e internazionale, che per la quarta volta aprirà la stagione primaverile a Castelfiorentino (FI) da venerdì 24 a domenica 26 marzo (negozi aperti).

Organizzata dall’associazione Streetfood in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino, dell’Associazione del CCN Tre piazze, di Confesercenti e della Regione Toscana, la manifestazione farà tappa anche quest’anno in Piazza Gramsci, dove ancora una volta il villaggio dei prodotti cucinati sul momento e da assaporare “al volo” accompagnerà buongustai di tutte le età a riscoprire il meglio delle tradizioni alimentari “di strada” e non solo. Perché il cibo è anche cultura.

Il programma di “Streetfood” è stato presentato stamani in Municipio dal Sindaco, Alessio Falorni, dall’Assessore al Commercio e Turismo, Gianluca D’Alessio, dal presidente dell’Associazione nazionale Streetfood, Massimiliano Ricciarini. Sono intervenuti anche Gianni Carpitelli (Associazione CCN “Tre Piazze”), Lapo Cantini e Marta Locci (Confesercenti Empolese Valdelsa).

Ricco il menu che gli “streetfoodies” potranno degustare direttamente nella piazza principale del paese, a partire dal pomeriggio di venerdì (ore 17.00-24.00) fino a domenica notte (orario sabato e domenica: 11.00-24.00), tra specialità al cartoccio e piatti da consumare in scioltezza, magari su un tavolino all’aperto: dalla “Puccia salentina col polpo” ai “Panzerotti” pugliesi; dalla “patata tornado” ai dolci napoletani; dal “pane ca’ meusa” ai cannoli e cassatine siciliane. E poi le tipicità internazionali, come il Souvlaki e l’insalata greca, il Kurtos Kalacs della Romania (è anche un cibo tipico ungherese), la paella catalana, la carne “BBQ” degli States, sinonimo di affumicatura dal sapore inconfondibile. Dj set e band musicali provenienti da Arezzo e Firenze renderanno esplosive le serate in piazza Gramsci e dintorni.

Fra le novità di questa edizione, il ruolo attivo dell’Associazione del Centro Commerciale Naturale “Tre Piazze”, che non solo ospiterà la manifestazione ma svolgerà un ruolo attivo con la realizzazione della prima edizione di Street & Wine nell’ultimo giorno della festa. Domenica 26 marzo (ore 16.00-20.00) diversi esercizi pubblici e commerciali del centro accoglieranno al loro interno (oppure all’esterno, con un apposito gazebo) altrettante aziende agricole, per una degustazione straordinaria dei loro vini, che saranno esposti anche nelle vetrine dei negozi. Presso l’Obelisco, sarà allestito un punto di registrazione dove i partecipanti (con 10 euro) riceveranno un bicchiere serigrafato con la scritta “Tre Piazze”, il porta bicchiere, la mappa con gli abbinamenti dei negozi-aziende ospitanti e infine un carnet valevole per tre assaggi..

“Il tema Cibo di strada sta sempre più dilagando grazie a noi – spiega il presidente di Streetfood Massimiliano Ricciarini – che dal 2008 ne parliamo e su quello ci basiamo per organizzare eventi. Tuttavia nel nostro tour si trovano tante novità, tanti cibi che derivano da una ricerca sulle tradizioni e territori di appartenenza che solo un’associazione culturale come la nostra è in grado di fare. Il cibo è cultura ed è il nostro pane quotidiano”.

«Quarta edizione – prosegue Ricciarini – vuol dire per noi il quarto anno di conferme di una proficua collaborazione con l’Amministrazione locale, con il CCN Tre Piazze e con Confesercenti Firenze, che anche per quest’anno ha deciso di inserire il nostro evento nel cartellone di “Tre Piazze”. Per noi è un onore poter quindi essere presenti e in forma sempre più massiccia».

“Con Streetfood – sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni – si inaugura di fatto il programma dei grandi appuntamenti estivi che animano il centro storico, un evento imperdibile che ha sempre riscosso grande successo fra la popolazione e notevole interesse in tutto l’Empolese Valdelsa. Il cibo di strada piace, come piace l’idea di conoscere, entrare in contatto con le tradizioni alimentari di altre regioni, di altri paesi, di altri popoli. Come ricorda Ricciarini, il cibo è cultura ed è anche – aggiungo io – una importante forma di comunicazione, di scambio, di contaminazione positiva. E poi si tratta di un evento unico nel suo genere, una carovana di ricette, sapori e tipicità dal sapore inconfondibile che richiamano i valori della diversità e della ricchezza della nostra storia alimentare, un vero e proprio patrimonio nazionale che occorre sempre più riscoprire, promuovere e tutelare”.

“Siamo orgogliosi – osserva il presidente dell’associazione “Tre Piazze”, Gianni Carpitelli – di ospitare per la quarta volta Streetfood, una manifestazione che è sempre stata molto gradita da tutti i cittadini e che come associazione abbiamo puntualmente inserito nel nostro cartellone come evento di apertura della stagione estiva. E’ una bella festa, molto seguita, e pertanto ci auguriamo che anche quest’anno ci sia una grande partecipazione, anche per rendere sempre più vivo e animato il centro cittadino. Noi – come sempre – abbiamo fatto la nostra parte per renderla sempre più ricca”.

“Siamo stati fortunati alcuni anni fa – osservano Lapo Cantini e Marta Locci (Confesercenti Empolese Valdesa) – ad ospitare la manifestazione “Street-Food”, quando, agli albori del successo commerciale dei cosiddetto “cibi di strada” non si poteva certo immaginare il successo che questa manifestazione riscontra oggi sul nostro territorio. Fortunati, certo, ma anche bravi nel saper individuare imprenditori e partner con cui scommettere sul rilancio economico e commerciale di Castelfiorentino”

“E’ importante – sottolinea l’Assessore al Commercio, Gianluca D’Alessio – che le attività commerciali siano parte attiva degli eventi che interessano il nostro territorio, e non posso quindi che esprimere la dell’Amministrazione Comunale per il grande contributo che hanno saputo dare in questa occasione. Si tratta naturalmente di una prima edizione sperimentale, con la speranza di poterla replicare il prossimo anno aumentando le aziende e quindi abbinando alle specialità gastronomiche di tutta Italia una selezione di vini del nostro territorio. In tal modo contiamo di realizzare una vera e propria kermesse enogastronomica che possa richiamare non solo i castellani ma anche turisti e visitatori dai comuni limitrofi”.

L’Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da gustare con le mani. Nel tour del 2016 sono stati raggiunti oltre 2 milioni di persone in tutta Italia con decine di attività culturali collaterali promosse, questo perché la filosofia dell’associazione è quella di ridare valore portando turismo e vitalità, ai centri storici e alle vie principali dei borghi e delle città italiane. Per il 2017 sono già in programma oltre venti eventi per tutto lo stivale.

STREETFOOD VILLAGE CASTELFIORENTINO (FI)

24-26 MARZO 2017 – PIAZZA GRAMSCI

MENU CIBI DI STRADA PRESENTI

Dall’Italia:

Toscana – Kebab del Chianti E Lampredotto;

Toscana – Panigacci e Salumi di Lunigiana;

Puglia – Puccia Salentina col polpo, Focaccia Barese e Panzerotti;

Toscana – Gnocchi al Tartufo e altre ricette on the road;

Abruzzo – Arrosticini e altra carne di ovino alla brace;

Marche – Olive e fritto ascolano;

Puglia – Bombette di Alberobello;

Toscana – Hamburger di Chianina IGP e Tortello di patate fritto del Casentino (Ar);

Campania – Patata tornado e Dolci napoletani;

Sicilia – Pane e panelle, Pane ca’ meusa, Arancine, Cannoli e Cassatine;

Campania – Pizza fritta e altre specialità fritte napoletane;

Marche – Fritto di pesce di San Benedetto del Tronto;

Emilia – Gnocco fritto con salumi;

Umbria – Focaccia umbra e Salumi;

Dal Mondo:

Grecia – Pita Gyros, Souvlaki, Insalata greca con feta e yoghurt;

U.S.A. – Carne BBQ;

Romania/Ungheria – (Dolce Camino) Kurtos Kalacs;

Spagna – Paella Catalana, Tapas, Sangria;

Bevande:

Beer Truck: Birra artigianale friulana e toscana a marchioStreetfood®;

E inoltre: acqua, bibite analcoliche e vino dei territori di provenienza dei cibi di strada presenti

Fonte: Comune di Castelfiorentino - Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili