Teatro Sesto Fiorentino

da sabato 14 ottobre 2017 a domenica 15 ottobre 2017

Il sentiero dei passi pericolosi in scena al Teatro della Limonaia

Foto Matteo Sintucci in Il sentiero dei Passi Pericolosi – Michel Marc Bouchard

Appuntamento al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino:

14, 15 ottobre ore 21

Tedacà

IL SENTIERO DEI PASSI PERICOLOSI

di Michel Marc Bouchard

traduzione Francesca Moccagatta

regia Simone Schinocca

con Mauro Parrinello, Andrea Fazzari, Matteo Sintucci

musiche di Maurizio Lobina (Eiffel 65)

scene Sara Brigatti

costumi Agostino Porchietto

Il Sentiero dei Passi Pericolosi è la storia di tre fratelli: Carl, il più giovane, con aspirazioni piccolo borghesi; Ambroise, gallerista omosessuale, e Victor, l’unico rimasto nella casa dove sono cresciuti.

Il testo ce li introduce nel giorno delle nozze di Carl, proprio quando hanno un incidente mentre cercano di raggiungere il luogo della cerimonia. Si ritrovano invece in un limbo dove sono costretti a parlarsi e a confrontarsi, mentre aspettano i soccorsi: torneranno così alla luce con violenza episodi del loro passato.

Il testo è una drammaturgia originale scritta dal canadese Michel Marc Bouchard (Premio Dora Award per la migliore opera teatrale e Canadian Play Award come miglior drammaturgo canadese).

La regia di Simone Schinocca mette in luce una dimensione onirica che s’insinua nel reale, nell’unica occasione di un confronto per tre fratelli nati nella stessa famiglia, ma con universi interiori e filosofie esistenziali che sembrano inconciliabili. Il dialogo poteva costituire l’unica possibilità di confronto, l’assenza di dialogo li porterà invece a una condanna definitiva. Questa messa in scena è stata molto apprezzata da Bouchard, invitato a vedere lo spettacolo al Teatro Nest di Napoli.

Simone Schinocca regista, fondatore e direttore artistico di Tedacà, realtà teatrale torinese nata nel 2002. Tra gli spettacoli che ha ideato, scritto e diretto: Strani-oggi, spettacolo sugli attuali fenomeni di emigrazione e immigrazione dall’Italia e in Italia, che ha debuttato in prima assoluta a gennaio 2016 nel cartellone del Teatro Stabile di Torino, ed è stato selezionato come opera finalista al Festival di Teatro Civile CassinoOFF – Teatro Nazionale; Strani Ieri, spettacolo vincitore del Festival di Resistenza 2011, come miglior spettacolo e miglior regia, inserito in due stagioni consecutive della “Fondazione Torino Piemonte Europa”.

Schinocca ha lavorato con Beppe Rosso, Teatro Stabile di Palermo, Irene Zagrebelsky, Nikos Lagousakos (coreografo cerimonie delle Olimpiadi Atene 2004 e Torino 2006) e Rui Frati, direttore del Théâtre de l’Opprimè di Parigi.

Michel Marc Bouchard drammaturgo e sceneggiatore canadese, ha debuttato nel 1983 e da allora ha scritto più di 25 opere tradotte in diverse lingue e messe in scena nei più prestigiosi teatri e festival in tutto il mondo. Numerosi sono i riconoscimenti che ha ottenuto tra cui: National Arts Centre Award (Ottawa); Il premio SACD (Parigi); il premio Lambda (New York); il Premio Candoni (Italia) e più recentemente, il premio Laurent-McCutcheon, il premio Gascon-Thoma. Per il cinema, il suo Tom at the farm (Xavier Dolan, 2013) ha ottenuto il Premio della Critica FRIPRESCI alla Mostra di Venezia; e Christina, the Girl King (Mika Kaurismäki, 2015) il Premio del pubblico al Montreal World Film Festival. Fra le sue opere più famose si annoverano Le voyage du Couronnement, Les Muses orphelines, Les manuscrits du déluge e Tom à la ferme. Attualmente sta lavorando ad una grande iniziativa italiana che riunisce un gruppo di scrittori europei.

Biglietti:

€ 15 intero

€ 12 ridotto

Riduzioni: Coop, Arci, Carta Feltrinelli

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili

22