Cultura Firenze

da mercoledì 16 maggio 2018 a venerdì 18 maggio 2018

Salone dell’Arte e del Restauro: a Firenze la VI edizione della Kermesse a Villa Vittoria, Palazzo dei Congressi

Salone Arte e Restauro 2016

Una kermesse di respiro internazionale dedicata alla conservazione e valorizzazione dei beni culturali, al restauro, ai musei, alla formazione e alla tecnologia, al turismo culturale e ambientale: dal 16 al 18 maggio il capoluogo toscano ospita la VI edizione del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, che dal 2009 rappresenta il principale evento dedicato agli operatori del settore della valorizzazione del patrimonio culturale mondiale. L’inaugurazione della manifestazione si terrà mercoledì 16 maggio, alle ore 9.30, presso l’Auditorium di Villa Vittoria.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Vecchio da Cristina Giachi, vicesindaca del Comune di Firenze, Franco Sottani, presidente del Salone dell’Arte e del restauro di Firenze, Elena Amodei, direttrice del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, Marco Ciatti, soprintendente Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze, Simonetta Brandolini d’Adda, presidente della Fondazione Friends of Florence e Rocco Furferi, professore del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze.

“Si tratta di un evento che sottolinea una delle identità culturali più sentite della città – ha commentato la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi – C’è una tradizione di mestieri, di ricerca tecnologica e scientifica, di professionalità costruite negli anni e di cui Firenze è un modello. Da noi il restauro non è solo un tema per addetti ai lavori: è piuttosto una consapevolezza diffusa il ruolo che la custodia e la conservazione hanno avuto negli anni a partire dall’episodio più importante, l’alluvione del 1966. Fu proprio l’alluvione che mise in luce, e fece sviluppare, una capacità di elaborazione e costruzione di novità ancora oggi patrimonio di tutti noi”.

Durante la tre giorni sarà possibile visitare oltre 100 espositori con aziende provenienti da diversi settori produttivi e dalle principali aree merceologiche di riferimento (Area Restauro e Conservazione, Area Formazione, Area Istituzionale, Area Servizi ai Musei, Area Nuove Tecnologie e Consulenze per la Fruizione dei Beni Culturali, Area Retail, Gadget & Bookshop, Area Turismo dei Beni Culturali, Area Ambiente e Beni Culturali). Anche il MiBACT sarà presente con uno stand e con l’organizzazione di mostre ed eventi. I Paesi espositori sono Cina, Giappone, Guatemala, Spagna, Portogallo e Austria.

Il Salone offre un programma di alto livello culturale aperto al pubblico per tutta la durata della manifestazione. Saranno organizzati eventi per l’Anno Leonardiano, dedicato al 500° dalla morte di Leonardo da Vinci, sulla valorizzazione dei musei, tavole rotonde e giornate di studio dedicate al restauro e alla conservazione, convegni accreditati dagli ordini, corsi di formazione, lectio magistralis, mostre, living lab e molto altro, promossi e realizzati dalle più importanti istituzioni e aziende del settore, a cui prenderanno parte studiosi, ospiti illustri e rappresentanti istituzionali, nazionali e internazionali. Il programma dei convegni, incontri formativi e attività seminariali del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018 è formalmente riconosciuto dalla DG-ER come attività formativa di aggiornamento per il personale del MIBACT.

“È un appuntamento consolidato e molto importante: ogni due anni Firenze accoglie il mondo dell’arte, del restauro e dei beni culturali con espositori provenienti da tutto il mondo, ospitando più di 80 convegni in tre giorni – dichiara Elena Amodei, direttrice del Salone dell’Arte e del Restauro -. Tra gli eventi di punta 2018 ci sarà la conferenza internazionale sul futuro delle tecnologie legate ai beni culturali, Florence Heri-Tech, con delegati internazionali. Il Salone darà inoltre molto spazio alla figura di Leonardo da Vinci: nel 2019 si celebrerà l’Anno Leonardiano e in anteprima dedicheremo molti convegni, iniziative e mostre al genio fiorentino”.

FLORENCE HERI-TECH
Main event del Salone è l’International Conference Florence Heri-Tech: the Future of Heritage Science and Technologies, legato all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (www.florenceheritech.com). Realizzato in collaborazione con il DIEF – Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze (www.dief.unifi.it), l’evento accoglie ricercatori e studiosi provenienti da tutto il mondo, chiamati a presentare i loro progetti e ricerche sulla base di quattro aree tematiche principali: Materials Science, Diagnostics and Monitoring, Engineering, Ict and Digital Cultural Heritage con la volontà di dimostrare il valore delle Nuove Tecnologie nei Beni Culturali e nel Restauro. Gli atti del Convegno, saranno pubblicati da IOP Publishing – UK e inseriti nel Journal IOP Conference Series: Materials Science and Engineering con l’indicizzazione sui principali motori di ricerca come ISI Web of Science, Scopus, Ei Compendex.

Il programma delle tre giornate di lavoro prevede l’apertura con importanti sessioni plenarie durante le quali ospiti d’onore, rappresentativi delle più importanti Istituzioni Universitarie, interverranno sul rapporto tra Beni Culturali e Tecnologie lasciando poi spazio a diverse e contemporanee sessioni parallele durante le quali saranno presentati tutti i lavori inviati da più di 168 Istituzioni da tutto il mondo. Cuore delle sessioni plenarie sarà la Plenary European Session prevista per il 18 maggio 2018, dalle ore 9.30 alle 12.30, all’Auditorium di Villa Vittoria (Palazzo dei Congressi), durante la quale avranno voce numerosi Progetti Europei sviluppati intorno al tema di Conservazione del Patrimonio Culturale attraverso innovativi sistemi di indagine, sviluppo e fruizione.
Partecipare all’International Conference Florence Heri-Tech è quindi un’occasione unica per studenti, giovani ricercatori, professionisti del settore e aziende per confrontarsi su temi fondamentali per il futuro e sullo sviluppo di tecnologie innovative a favore della salvaguardia del patrimonio culturale.

LEONARDO
A circa mezzo millennio dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, la città di Firenze celebra in anteprima il genio fiorentino, e lo fa attraverso il Salone con l’iniziativa “VERSO L’ANNO DI LEONARDO” che racchiuderà convegni, mostre e incontri con i maggiori esperti leonardisti di livello mondiale.
Ad aprire, mercoledì 16 maggio, sarà il convegno “Carte e Terre – Il Codice sul volo degli uccelli, i paesaggi disegnati”, alle ore 10.30 nella Sala Forni: durante l’incontro verranno messi a fuoco argomenti di attualità, collegati alla pratica leonardesca del disegno, inteso come progetto mentale e strumento fisico. Saranno inoltre presentati il restauro del Codice sul volo degli uccelli della Biblioteca Reale di Torino e, per la prima volta a Firenze, un’analisi approfondita del paesaggio raffigurato nel celeberrimo disegno 8Pr e v del GDSU, noto come “La Valle dell’Arno”.

Il 17 maggio due saranno gli appuntamenti in programma: la tavola rotonda “Dal Manoscritto al Modello. Studiare e comunicare la tecnologia nei musei” a cura di Artesmechanicae con esperti di filologia machinale e l’incontro studio “Con lo sguardo alla Natura di Leonardo” a cura di Mariella Zoppi, Franca Bessi, Paolo Grossoni e Mariele Signorini, che avrà come argomento lo studio della rappresentazione naturalistica di piante e fiori nei paesaggi leonardiani a partire dal celebre giardino dell’Annunciazione.

A chiudere la giornata del 17 maggio sarà l’Unione dei Comuni del Circondario dell’Empolese Valdelsa che in anteprima assoluta presenterà il “Progetto Leonardo 2019” e, nello stesso momento, assisteremo alla premiazione per il concorso fotografico “I Paesaggi di Leonardo” a cura di Opificio Next.
Venerdì 18 maggio sarà l’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze che dedicherà all’artista-genio la giornata di studi “Storia, tecnica e scienza per il restauro dell’Adorazione di Leonardo da Vinci” dalle ore 9.45 fino alle 17 in Sala Forni.

MUSEI (eventi accreditati dagli Ordini degli Architetti e degli Avvocati di Firenze)
Un’altra tematica centrale del Salone è quella dello stato dell’arte e del futuro del Sistema-Musei in Italia e all’Estero. Il 16 maggio l’Università San Raffaele di Roma, con il Patrocinio di ICOM Italia, apre con un convegno dal titolo “L’idea di Museo: Museologia e Museografia verso nuove prospettive”; il 17 maggio “Beni Culturali e Proprietà Intellettuale” a cura di AIPPI – Association Internationale pour la Protection de la Propriété Intellectuelle a cui parteciperanno la Dott.ssa Cecilie Hollberg, il Prof. Avv. Cesare Galli, il Dott. Niccolò Calvani, l’Avv. Piercarlo Pirollo, il Dott. Beniamino de’Liguori Carino e l’Avv. Giacomo Pailli; il 18 maggio sarà il turno dei Direttori dei Musei, italiani ed esteri, che si confronteranno durante la tavola rotonda “Il Museo Esemplare. Accoglienza, accessibilità, fruibilità, estasi”, promosso dal Salone e coordinato dall’On.le Monica Baldi; alla fine dell’evento sarà assegnato anche il Premio “Museo Esemplare” a un importante istituzione museale. Tutti gli eventi sui Musei si svolgeranno nel pomeriggio dalle ore 14.30 in poi nella sala Verde.

IL PREMIO FRIENDS OF FLORENCE
Il Partner del Salone Friends of Florence Foundation presenterà alcuni tra i più affascinanti restauri sostenuti dalla Fondazione negli ultimi due anni, fra i quali la Cappella Capponi e la Deposizione del Pontormo in Santa Felicita, il Chiostrino dei Voti in SS. Annunziata, il Ciborio di San Miniato al Monte, il Dio Fluviale di Michelangelo e l’Immacolata Concezione del Bronzino. Nell’occasione sarà inoltre presentato il dipinto vincitore della III edizione del Premio Friends of Florence “Miracolo dell’Indemoniata guarita da Santo Vescovo”. Alle ore 12.30, ci sarà la proclamazione del progetto vincitore della IV Edizione del Premio Friends of Florence a cui verranno donati 20 mila euro volti a finanziare un intervento di restauro su un bene culturale presente in città. Al premio hanno partecipato oltre 40 progetti di restauro.

WORKSHOP
Il Salone è anche un momento di formazione e aggiornamento: ci saranno eventi accreditati dagli ordini, corsi di formazione, living lab, workshop ecc.
Gli incontri tecnici accreditati dagli ordini e realizzati per gli operatori del settore saranno “La salute del restauratore” a cura di Confartigianato Nazionale, che rilascerà anche attestati con il riconoscimento dei crediti formativi per la sicurezza; “Analizzare, pulire, proteggere: diagnostica di cantiere a supporto del progetto e dell’intervento di conservazione dell’architettura storica e moderna” a cura di Ibix Srl con il Patrocinio di Assorestauro.
Nei giorni 16, 17 e 18 maggio si terrà il corso di formazione teorico-pratico “Emergenza Beni Culturali – Prevenzione e salvataggio delle opere d’arte” a cura di Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali ONLUS: i corsi saranno finalizzati alla formazione di personale che svolge o che potrebbe svolgere attività nel settore della salvaguardia del patrimonio culturale nell’ambito del Servizio Nazionale della Protezione Civile. YoCoCu, Youth in Conservation of Cultural Heritage, per tre giorni organizza Living Lab sui temi “La bellezza della scienza” che presenterà laboratori di divulgazione scientifica con particolare riferimento alla chimica; “YOUR ART: YoCoCu Urban Art Conservazione e Restauro” che spiegherà i diversi approcci conservativi da applicare sulle opere di street art, approfondendo le tecniche di realizzazione, i fattori di degrado e le metodologie di intervento da attuare per una visione più ampia e consapevole dell’opera murales e della relativa conservazione; “Nuove soluzioni per una conservazione Green” sulle tecnologie innovative per la tutela dell’ambiente e della salute.
Segnaliamo anche gli incontri formativi del 16 maggio: “Archeologia Giudiziaria” a cura di CSC – Centro Studi Criminologi; “L’archeometria e i beni culturali: un approccio multidisciplinare, interdisciplinare o antidisciplinare?” a cura di AIAr – Associazione Italiana Archeometria.
Al termine di ciascun incontro formativo verrà rilasciato un certificato di partecipazione.

EVENTI IN CONTEMPORANEA DURANTE IL SALONE
Gli appuntamenti in contemporanea al Salone, che offriranno una ulteriore programmazione di eventi in fiera, saranno: l’Assemblea Generale ICOMOS – Italia che si terrà il 17 maggio in Auditorium dalle ore 10.30 alle ore 17; la #Conventio18 – Gli Stati Generali di Palazzo Spinelli; il Movimento Life Beyond Tourism®.

MOSTRE ESPOSITIVE E PERFORMANCE
‘Leonardo voleva volare’ a cura di Francesca Roberti e Patrizio Travagli – mostra di arte contemporanea dove avremo la partecipazione di quattro artisti emergenti del panorama mondiale e gli artisti fiorentini di spicco internazionale: Patrizio Travagli, Ignazio Fresu, Rocco Normanno, Patrizia Zingaretti, Stefano Mariotti, Vanni Cenerini ed il gruppo Natural Art Design. Per i Giovani Talents: Andrés Ricardo Pérez Restrepo, Yolanda González García, Amina El-Demirdash, Yasmine El Hazek dell’Accademia ADA di Firenze. Mostra del manifesto del ‘900 su Leonardo da Vinci, Collezione Piscini a cura di Francesca Roberti. Grazie a Artesmechanicae sarà allestita l’esposizione dei modelli riprodotti delle macchine di Leonardo.

Il Salone, ancora una volta, è garanzia di successo e si conferma come l’evento di punta in Italia, l’unico che ha in sé la forza di una Città che è riferimento nel mondo per i Beni Cultuali.
La capacità di legare arte, sapere e tecnologia rende il Salone una rassegna di forte valenza culturale, sottolineando come la valorizzazione e la tutela dei beni culturali possano rappresentare uno dei motori della crescita economica e sociale del nostro Paese.

Programma completo degli appuntamenti della Biennale Internazionale Musei, Arte, Restauro e Tecnologie www.salonerestaurofirenze.com

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili