Teatro Firenze

da sabato 11 novembre 2017 a domenica 12 novembre 2017

Oblò “Lavaggio cuori delicati” di e con Andrea Bruni al Teatro Lumiere

gruppo oblò

L’11 e il 12 novembre al Teatro Lumière di Firenze, via di Ripoli, 231, andrà in scena Oblò – Lavaggio cuori delicati di e con Andrea Bruni.

11 novembre 2017 ore 21
12 novembre 2017 ore 17

Una lavanderia automatica diventa un luogo magico, il posto dove agire l’ultima trasformazione per fare il primo passo verso una nuova vita.
Spesso viviamo nella ripetizione di gesti, abitudini, relazioni, immaginando che il giorno di svolta, il momento in cui saremo finalmente felici arriverà. Siamo proiettati nel futuro che desideriamo, che otterremo, che ci meritiamo. Ma il tempo diventa un compagno sempre più ingombrante: passato e futuro si allargano impedendoci di vi-vere il presente. Ma cosa può succedere in un luogo abituato ai movimenti circo-lari, ripetitivi; abituato ad accogliere estranei in cerca di tempo sospeso, da lavare?

Tre piccole storie indipendenti, divertenti ed emozionanti camminano parallele nell’arco della stessa giornata. I personaggi troveranno un momento di consapevolez-za, di illuminazione, una rapida scintilla di intuizione che cambierà la loro rotta, quel giorno, in quella lavanderia.
E quando capiranno di essere dentro allo stesso Oblò, forse anche gli spettatori a-vranno già imparato nuovi sguardi.
Una commedia scritta e diretta da Andrea Bruni, che conclude un’ideale trilogia in-sieme a “In assenza” e “Il rito sull’albero del fico”, condividendone il gusto poetico e la ricerca di un teatro che unisca il divertimento alla profondità dei temi trattati.

Il cast è composto da Alessia De Rosa, Alessandro Bindi, Gianni Bartalucci, Sandra Balsimelli e dallo stesso Andrea Bruni che torna dopo molti anni a recitare in una sua commedia.

L’assistenza alla regia è di Francesca Tonanni, mentre le scene sono di Tamara Pieri.

“Ogni spettacolo, come le persone, ha una sua essenza profonda che capiamo solo dopo la messa in scena, ma con Oblò sono arrivati segnali chiari, già durante le prove: l’energia che lo muove è quella femminile, l’impulso continuo a varcare i confini, mentre il maschile pensa solo a conservarli. In questa alternanza sta il senso circolare delle nostre vite. La cosa difficile è prendere atto della fine e dell’inizio di un nuovo ciclo, di una nuova fase. Volerla difendere è spesso la più facile, ma anche la più dannosa, delle scelte. Ci vuole compassione e dolcezza per chi non riesce ancora a muoversi, per chi non vuole lavare le ferite. La lavanderia mi è sembrata un luogo perfetto per raccontare questo eterno movimento, un piccolo mondo sospeso in cui il tempo cambia e l’attesa si sa che prima o poi finirà.Torno a recitare dopo tanti anni in un mio spettacolo corale, dopo una bella serie di monologhi, sono felice di condividere alla pari con gli altri l’emozione del debutto.” Andrea Bruni

La produzione è dell’Associazione culturale “zerA”.

www.associazionezera.org
associazionezera@gmail.com

Per informazioni e prenotazioni:

prenotazioni@teatrolumiere.it
Tel. 055 682 1321

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili

22