Cultura Siena

da venerdì 1 febbraio 2019 a venerdì 22 febbraio 2019

Noisiamosoloandata la mostra fotografica del fotografo Alessio Duranti al Mohsen

Venerdi 1 febbraio, presso il negozio MOHSEN in via Pantaneto 128/130 Siena, inaugurazione della nuova mostra fotografica del fotografo Alessio Duranti. La mostra, intitolata “NOISIAMOSOLOANDATA ” , durerà fino al venerdì 22 febbraio 2019.

Vernissage e inaugurazione: Venerdi 1 febbraio 2019 dalle ore 19:00 fino alle ore 22:00.

Introduzione alla mostra:

NOISIAMOSOLOANDATA

La mostra raccoglie alcune immagini del progetto fotografico nato grazie alla collaborazione con l’ARCI di Siena. Un lavoro che nasce dall’incontro con i beneficiari del progetto SPRAR, il Sistema di Protezione per Rifugiati e Richiedenti Asilo che nel territorio provinciale ha come capofila la Società della Salute della Valdelsa con i cinque Comuni della Valdelsa e come gestore l’Arci Toscana con l’Arci d Siena.

NoiSiamoSoloAndata sono le parole conclusive di una poesia di Erri De Luca:
Devi tornare a casa. Ne avessi una, restavo. / Nemmeno gli assassini ci rivogliono. / Rimetteteci sopra la barca, scacciateci da uomini, / non siamo bagagli da spedire e tu nord non sei degno di te stesso.
La nostra terra inghiottita non esiste sotto i piedi, / nostra patria è una barca, un guscio aperto.
Potete respingere, non riportare indietro, / è cenere dispersa la partenza, noi siamo solo andata.

L’idea che sta alla base del progetto fotografico è quella di restituire, con un linguaggio diverso dalle parole, il senso e gli obiettivi del progetto SPRAR, un sistema che può funzionare, che non crea ghetti, che offre un’idea di integrazione partendo dalla scuola e quindi dalla lingua, un sistema che segue i beneficiari nei vari aspetti burocratici, che cerca di integrare e non di escludere.

All’inaugurazione sarà presente Alessio Duranti e interverranno Luca Vigni, direttore SdS Valdelsa, e Simone Ferretti, responsabile immigrazione ARCI Toscana
Di questo progetto rimangono volti, passioni, strette di mano, abbracci, rimane l’impegno degli operatori.

Rimane il coraggio e il suono di una canzone di Ivano Fossati: “Proprio sul filo della frontiera / il commissario ci fa fermare / su quella barca troppo piena / non ci potrà più rimandare / su quella barca troppo piena / non ci possiamo ritornare. Nina ci vogliono scarpe buone / e gambe belle Lucia / Nina ci vogliono scarpe buone / pane e fortuna e così sia / ma soprattutto ci vuole coraggio / a trascinare le nostre suole / da una terra che ci odia / ad un’altra che non ci vuole“.

Mostra noisiamosoloandata

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili