Cultura Prato

da venerdì 15 dicembre 2017 a domenica 17 dicembre 2017

Museo a misura di famiglia dedicate ai più piccoli anticipate dalla “Favola pratese” delle Pagliette

“Le Pagliette e la Cintola. Una favola pratese”,

Letture animate e presentazione di libri dedicati ai più piccoli, il fine settimana del Museo di Palazzo Pretorio a Prato si anima di appuntamenti pensati per le famiglie per vivere insieme momenti divertenti all’insegna dell’arte. Una trilogia di appuntamenti per famiglie che prende il via venerdì 15 dicembre (ore 21) con “Le Pagliette e la Cintola. Una favola pratese”, la esilarante e goliardica rielaborazione della storia di Prato e del suo simbolo. Sorrisi assicurati con lo sketch tratto della rivista del Buzzi che abbraccia un’epoca lontana e si muove fra personaggi immaginari e realmente esistiti. La performance è preceduta da una visita guidata alla mostra Legati da una Cintola. Costo biglietto di ingresso come da tariffario, supplemento di 4 euro per la visita guidata. Su prenotazione direttamente in biglietteria. Posti limitati.

Sabato 16 dicembre alle 11 l’appuntamento è invece con Babyatelier: i libri del bookshop ci raccontano – Speciale Natale, una lettura animata per i piccolissimi (dai 3 ai 7 anni) per un incontro all’insegna della scoperta del Natale fra la bellezza delle opere d’arte del Museo e il fascino dei libri. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti, non è prevista la prenotazione.

Infine domenica 17 dicembre alle 16 nelle sale a piano terra del Museo, sempre dedicata ai più piccoli, si terrà la presentazione della spassosa nuova pubblicazione della scrittrice Sara Passi “Tinto Pezza e il segreto mamelucco”. Ingresso libero.

Insieme all’autrice l’attore Stefano Mascalchi interpreterà alcuni brani delle allegre e straordinarie avventure del sarto toscano, questa volta finito addirittura in Terrasanta sulle tracce della Santo Graal, la coppa miracolosa in grado di donare l’immortalità. Tinto vivrà una rocambolesca avventura tra i Mamelucchi e da loro sarà fatto persino prigioniero, ma saprà uscirne vincente come sempre grazie alla sua intelligenza, al suo senso pratico e all’arte della sartoria che nessuno conosce meglio di lui.

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili

22