Cultura Montelupo Fiorentino

da venerdì 29 dicembre 2017 a martedì 2 gennaio 2018

Mignon D’Essai programmazione dal 29 dicembre al 2 gennaio con Due sotto il Burqa e Justice League

Mignon D’Essai

Programmazione dal 29 dicembre 2017 al 2 gennaio 2018 al Cinema Mignon D’Essai a Montelupo Fiorentino in Via Bartolomeo Sinibaldi 33, tel 057151140

www.cinemamignon.it – Accesso Disabili – Grande Schermo – Parcheggi a 100  metri

Titolo:Due sotto il Burqa

Venerdì – 29/12/2017 – 21:30

Genere:Commedia

Regia:Sou Abadi

TramaCosa non si farebbe per amore? Armand e Leila stanno pianificando di volare insieme a New York, ma pochi giorni prima della partenza, Mahmoud, fratello di Leila, fa il suo ritorno da un lungo soggiorno in Yemen, un’esperienza che lo ha cambiato… radicalmente: ai suoi occhi, ora, lo stile di vita moderno della sorella offende il Profeta. L’unica soluzione è confinarla in casa e impedirle ogni contatto con il suo ragazzo. Ma Armand non ci sta e pur di liberare l’amata escogita un piano folle: indossare un niqab e spacciarsi per donna. Il suo nome d’arte? Shéhérazade. Quello che Armand non si aspetta è che la sua recita possa essere sin troppo convincente, al punto da attirargli le attenzioni amorose dello stesso Mahmoud…

Proiezioni

Venerdì – 29/12/2017 – 21:30

Sabato – 30/12/2017 – 20:30 – 22:30

Domenica – 31/12/2017 –  21:00 –  23:00 – Festeggia con noi il nuovo anno, sarà offerto spumante e panettone alla mezzanotte di Domenica 31 Dicembre facendo una piccola pausa alla proiezione delle ore 23:00.

Lunedì –  01/01/2018 – 21:00

Martedì – 02/01/2018 – 21:30

Festeggia con noi il nuovo anno, sarà offerto spumante e panettone alla mezzanotte di Domenica 31  Dicembre facendo una piccola pausa alla proiezione delle ore 23:00.

MIGNON RAGAZZI E BAMBINI

Titolo: Justice League

Regia:Joss Whedon, Zack Snyder

TramaDi fronte alla nuova minaccia in agguato, il miliardario Bruce Wayne (Ben Affleck) rivaluta la scelta di lottare in solitaria e decide di fare squadra con un composito gruppo di supereroi, provenienti dai diversi angoli del pianeta. Entrato in possesso dei filmati che ritraggono alcuni metaumani mentre fanno uso di abilità sovrannaturali, il severo Batman, irruvidito dall’età che avanza ma ispirato dal recente sacrificio di Superman (Henry Cavill), si allea con la principessa delle amazzoni Wonder Woman (Gal Gadot) nella perigliosa ricerca per scovarli e reclutarli tutti. Grazie ai costosi mezzi a disposizione, riesce a intrufolarsi nel covo segreto del giovane Barry Allen (Ezra Miller), il talentuoso perito forense di Central City, capace di muoversi a una velocità superiore a quella della luce. Ma se convincere l’amichevole Flash a unirsi alla causa non si rivela così complicato, reclutare il ritroso sovrano di Atlantide non è impresa da poco, nemmeno per il vigilante mascherato. Nel reagire alle pretese di Wayne, lo straniero di nome Arthur Curry, conosciuto come Aquaman (Jason Momoa), sfodera un temperamento impulsivo e autoritario degno del suo rango, e simile a quello di un’altra new entry, Victor Stone, l’ex atleta rivestito di componenti meccaniche che si è guadagnato per questo il soprannome di Cyborg (Ray Fisher). Con la squadra così al completo, guidata da Batman, le forze della Justice League sono pronte a difendere il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche. Anche se la lavorazione di questo lungometraggio è iniziata nella primavera del 2016, poco dopo l’uscita di Batman V Superman, la storia produttiva di Justice League è stata per anni uno dei tormentoni più gettonati nel mondo delle news cinematografiche. Il progetto originale risale infatti addirittura al 2007, quando il regista dei Mad Max, George Miller, era praticamente a un passo dal set, con un titolo (Justice League: Mortal) e un casting completo con giovani attori: D. J. Cotrona per Superman, Armie Hammer per Batman, Megan Gale per Wonder Woman, Adam Brody per Flash. Christian Bale, ancora immerso nella trilogia batmaniana di Christopher Nolan, in un’intervista sperava che l’approccio giovanilistico di Miller non pestasse i piedi a quello che loro stavano costruendo. La mancanza di coerenza con le opere di Nolan in sè non avrebbe mai bloccato il film di Miller, ma due altri fattori si rivelarano molto più pesanti: lo sciopero degli sceneggiatori, che fecero slittare una volta la lavorazione fino al 2008, e infine le insistenze del governo australiano, che per consentire la lavorazione a basso costo in patria, imponevano una larga fetta di troupe di quelle parti. A questo bisogna aggiungere che la Warner Bros, scottata dal responso tiepido riservato a Superman Returns con Brandon Routh, non aveva troppa fretta di allonantanarsi dalle sicurezze di Batman. Chiusa la finestra, George Miller sventolò bandiera bianca senza procedere, così il film riprecipitò in un limbo, per essere poi rimesso in cantiere dopo l’uscita di Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012). Questa volta l’approccio è stato diverso, contestualizzandolo all’avvio di un DC Extended Universe che possa fare concorrenza allo strapotere del concorrente Marvel Universe. Attori comuni a tutti i lungometraggi del franchise, storie collegate, narrazione uniforme: si è cominciato con L’uomo d’acciaio (2013) di Zack Snyder, proseguendo con il citato Batman V Superman: Dawn of Justice (2016), sempre di Snyder, poi ancora con Wonder Woman di Patty Jenkins. Nel 2018 seguirà Aquaman con Jason Momoa, diretto da James Wan.

Proiezioni

Domenica – 31/12/2017 – 15:30 – 17:40

Lunedì – 01/01/2018 – 15:30 – 17:40

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili