Sagre e Feste Arezzo

sabato 25 maggio 2019

Liberiamoci dai rifiuti appuntamento ad Arezzo per una iniziativa di volontariato ambientale promossa da UniCoop Firenze e Legambiente

Appuntamento sabato 25 maggio alle 15 al CAS (Centro di aggregazione sociale) Colle del Piontaper liberarci dai rifiuti. Fa tappa ad Arezzo Liberi dai rifiuti, l’iniziativa di volontariato ambientale, promossa da Unicoop Firenze e Legambiente e organizzata sui diversi territori dalle sezioni soci Coop e dai circoli di Legambiente. Obiettivo del pomeriggio di sensibilizzazione ambientale è la pulizia della zona del Parco del Pionta, un’area importante per la storia antica e recente della città, straordinario polmone verde urbano, luogo di incontro e ei giochi per bambini e sede di importanti servizi al cittadino, fra cui università ed ospedale.

L’iniziativa si svolge con il supporto logistico e l’ospitalità del Centro di aggregazione sociale Colle del Pionta.

Il programma prevede alle 15 il ritrovo al CAS Colle del Pionta per la presentazione del progetto Ecooperare, della Guida all’Ecologia Quotidiana e del progetto Liberi dai rifiuti. A seguire, per chi lo vorrà, adulti e bambini verranno suddivisi in gruppi e dotati dei kit, che comprendono maglietta con i personaggi di Makkox, guanti e sacchetto, per cimentarsi in piccoli interventi di pulizia del Parco. Per chi vorrà, viene organizzata una passeggiata alla scoperta della biodiversità. Al termine dell’iniziativa, alle 17.30 circa, è prevista una merenda offerta dalla sezione soci Coop di Arezzo.

Per partecipare a Liberi dai rifiuti è sufficiente presentarsi il 25 maggio alle ore 15 al CAS Colle del Pionta. Il calendario degli appuntamenti in Toscana ed eventuali aggiornamenti è disponibile su www.ecologiaquotidiana.it.

Per chi vuole, l’hashtag per condividere le proprie immagini di Liberi dai rifiuti è #liberidairifiuti.

Ecooperare per liberarci dai rifiuti
Gli appuntamenti di Liberi dai rifiuti prevedono azioni di cura del proprio territorio, come ultima fase di “Ecooperare”. Il progetto, nato con i primi incontri volti a identificare le buone pratiche e i consigli per aiutare l’ambiente, si è sviluppato con la prima guida partecipata all’ecologia quotidiana d’Italia. E visto che l’argomento rifiuti è risultato il più popolare durante tutto il percorso, ecco l’idea di ritrovarsi un sabato o una domenica di maggio per dedicare qualche ora a ripulire i luoghi che più ci stanno a cuore. In programma anche appuntamenti con le scuole e, in particolare, con gli studenti che da gennaio ad aprile hanno partecipato alle proposte educative sulla sostenibilità ambientale.

Guanti e sacchetti alla mano, le tappe di “Liberi dai rifiuti” coinvolgono zone urbane e altre più verdi, una spiaggia e alcuni argini dei torrenti, con lo stesso obiettivo: lasciare il bosco o il prato più pulito di come lo si è trovato, riflettere su quanto è importante rispettare l’ambiente, dare un esempio pratico di tutela ambientale e impegno civico. Ma anche trascorrere qualche ora insieme, come comunità, e alla fine della raccolta confrontarsi su cosa si è trovato, sul corretto smaltimento delle diverse tipologie di rifiuto e sulle altre buone pratiche sostenibili, ferma restando l’importanza di cercare di evitare di produrre più rifiuti del dovuto, ad esempio leggendo sempre le etichette prima di comprare un prodotto, in modo da essere pronti per lo smaltimento.

Liberiamoci dai rifiuti

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili