Teatro Empoli

domenica 10 dicembre 2017

L’avaro di Molière con Alessandro Benvenuti al Teatro Shalom


Domenica 10 dicembre  2017, ore 17:15, al Teatro Shalom di Empoli andrà in scena L’avaro di Molière con Alessandro Benvenuti

Arca Azzurra Teatro
presenta
Alessandro Benvenuti
in
L’AVARO
di Molière
Adattamento e regia di Ugo Chiti
Con: Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salviati,
Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda, Elisa Proietti

Dopo il successo del “Malato immaginario” – votato dal pubblico dei teatri toscani come migliore spettacolo della stagione 2014-15 – l’Arca Azzurra sceglie ancora una volta Molière, ancora una volta nell’adattamento di Ugo Chiti e, nella parte di protagonista Arpagone, la grande cifra attoriale di Alessandro Benvenuti.

Arpagone, classica figura del vecchio taccagno incallito protagonista della commedia, usa tutto e tutti, figli compresi, per accumulare e moltiplicare il suo denaro. Avremo dunque progetti di matrimonio (mai combinati), equivoci a non finire, amori segreti, prestiti al limite dello strozzinaggio, un furto clamoroso di ben diecimila ducati d’oro e un lieto fine dove amori e denari troveranno i rispettivi, più giusti, destinatari.

Se la storia critica de l’Avaro vede commenti divisi tra coloro che considerano la commedia un’opera comico-farsesca con un buffone al centro della vicenda e quelli che vi leggono una componenete seria che con Arpagone sfiora quasi il tragico, l’adattamento di questa messinscena guarda L’avaro occhieggiando a Balzac senza dimenticare la commedia dell’arte, intrecciandone ulteriormente le trame in una affettuosa allusione a Marivaux. Contaminazioni a parte, Arpagone resta personaggio centrale assoluto, mantenendo quelle caratteristiche che da sempre hanno determinato la sua fortuna teatrale. Semmai qui si accentuano alcune implicazioni psicologiche, emergono paure e ossessioni assolutamente “moderne”. Amaro e irresistibilmente comico, L’avaro molierano riesce ad essere un classico immortale e nello stesso tempo a raccontarci il presente senza bisogno di trasposizioni o forzate interpretazioni. Il gruppo “storico” dell’Arca Azzurra, assieme ad alcuni giovani attori, torna ad affiancare la presenza appassionata di Alessandro Benvenuti.

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili

22