Sagre e Feste San Miniato

da venerdì 30 giugno 2017 a domenica 2 luglio 2017

La Luna è Azzurra: torna il teatro di figura a San Miniato

La Luna è Azzurra

Il teatro di figura è magico, non solo per le sue origini idolo/bamboccio nelle culture tribali o addirittura nato dalla bocca di Brahma (il creatore) nella mitologia indigena ADI NAS; non solo perché il burattino è un super attore, per sempre – giovane o vecchio – legato esclusivamente alla sua nascita; non solo perché è estremamente vario nelle sue espressioni e riesce a cucire insieme pittura e scultura, musica e danza, storia e leggenda, come in uno splendido ricamo; il teatro di figura è magico non soltanto perché riesce ad unire il colto ed il popolare e parlare alla pancia e alla mente, ad unire il pubblico di ogni età, perché alla sua mensa ognuno troverà sempre qualcosa di cui nutrirsi e di questo noi – La Luna è Azzurra – ne siamo la pratica dimostrazione; il burattino è magico perché a lui non si chiede di riflettere la realtà, gli si chiede soltanto di vivere la sua vita fantastica, gli si chiede di essere – totalmente – libero ed in questo sta tutta la sua magia.

Per tre giorni (dal 30 giugno al 2 luglio) San Miniato torna ad essere la capitale italiana del teatro di figura, un teatro di “esseri” liberi. È un appuntamento straordinario perché nessuna immagine, nessun libro, nessun filmato potrà mai sostituire la visione reale di uno spettacolo, che ti emoziona, che ti coinvolge, che ti rende partecipe.

Il programma de La Luna è Azzurra offre la possibilità di vivere una serata di emozioni a tutti, proprio tutti: bambini e genitori, giovani e nonni, uomini e donne. Ci saranno alcuni spettacoli che hanno fatto la storia del teatro di figura in Italia: l’imperdibile “Heartbeat” della compagnia Claudio Cinelli (artista vulcanico, una carriera lunga quaranta anni); “Marionette in cerca di manipolazione” di Teatro Alegre – che riceverà il premio alla carriera La Luna è Azzurra – uno degli spettacoli più rappresentativi della cifra stilistica espressiva che si può raggiungere con il Teatro di Figura, frutto di uno studio profondo della tecnica di manipolazione; “Oggi Sposi – La vera storia di Cenerentola” di Teatrombria dove pupazzi e attori collaborano in pieno accordo per regalarci uno spettacolo di grande comicità.

Il Festival presterà attenzione ai molti linguaggi della cosiddetta multidisciplinarietà e co-produrrà “Il Carnevale degli Animali” con Federico Pieri, una pantomima per ombre, burattini, pupazzi, attore, sand art, sulle musiche di Saint Saens, e ancora “Trame a Pois” con la loro installazione performance-danza “Inconsistent Wor(l)ds”, il Teatro Trabagai con “Le avventure di Pinocchio su baracca rotante”. Grande attenzione ai giovani artisti avremo il Teatrino di Puck e il suo “Eppur bisogna andar”, spettacolo vincitore del concorso ”MigrAzioni 2017” indetto dall’ANAP. E ancora il giovane Gianluca Palma con le sue marionette a filo e la Compagnia Follemente con gli spettacoli “L’Histoire d’un RevePerdu” e “Tre”. Ci sarà anche molto da ridere, perché per suscitare curiosità ed ilarità sembrano fatti apposta gli spettacoli di Guga Morales e di Mister Moustache, di Felice Pantone e di Ugo Sanchez.

Naturalmente ogni sera non mancheranno le esperienze interattive di gioco e laboratori che ruotano attorno al materiale più bello e vivo, quello con il quale si costruiscono i burattini: il legno.
Giochi tutti di legno per “Gioca la Piazza” e legno da lavorare e assemblare ne “La Bottega di Geppetto” o per costruire “Gli Spaventapasseri”. Vi aspettiamo.

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili

22