Spettacoli Firenze

venerdì 17 maggio 2019

Il Salotto Musicale tra Granducato e Regno d’Italia a Villa Arrivabene

Il 17 Maggio 2019 alle ore 19:30 si rinnova l’appuntamento con l’Associazione “Arte & Mercati”, che in occasione delle celebrazioni dell’anniversario dell’indipendenza della Toscana del 1859, organizza presso Villa Arrivabene, residenza storica e sede del Quartiere 2, la terza edizione del “Salotto Musicale tra Granducato e Regno d’Italia”, con in programma il concerto intitolato “E nelle Ville echi di grandi cambiamenti”.

Un interessante viaggio musicale nella musica da salotto con un programma che propone un’intersezione dei caratteri distintivi della musica ottocentesca italiana ed europea, la trascrizione popolare ed il virtuosismo strumentale ed i grandi eventi che hanno caratterizzato la storia del Granducato di Toscana e dell’Europa nella metà del XIX secolo.

Fu proprio il 27 aprile del 1859 con la formazione di un Governo provvisorio, che si crearono le basi per il successivo passaggio della sovranità dal Granducato di Leopoldo II al Regno di Sardegna, segnando così un importante contributo verso l’unificazione del Regno d’Italia.

In quasi tute le ville si possedeva un pianoforte, o un’arpa o una più modesta spinetta, oppure si suonava uno strumento di origine molto antica che stava conoscendo un periodo di grande diffusione popolare la chitarra. Questo pratico e nobile strumento fu la delizia di grandi e famosi appassionati come il Re Sole, Niccolò Paganini e un protagonista assoluto del nostro Risorgimento come Giuseppe Mazzini che, si faceva spedire da amici e confratelli le riduzioni per chitarra delle sue arie d’opera preferite fra le quali prediligeva quelle del grande Rossini. Naturalmente la chitarra si prestava perfettamente a suonare anche insieme ad altri strumenti solistici fra i quali il flauto, poiché tale strumento poteva ormai contare uno notevole repertorio di opere di tutti i maggiori compositori del tempo.

Il concerto organizzato dall’Associazione “Arte & Mercati” in programma il 17 Maggio 2018, inizierà alle ore 19:30 con una visita guidata alle sale di Villa Arrivabene, custodi di importanti affreschi, seguirà alle ore 20:15 con saluti istituzionali e una visita guidata alla mostra “Leonardo da Vinci nell’arte di Giuliano Ghelli”, curata da Simone Teschioni.

Alle 21:00 si darà poi avvio al programma musicale, con brani di Gioachino Rossini, Frédérich Chopin, Francisco Tàrrega e Saverio Mercadante, eseguiti da Olivia Gigli al Flauto traverso e Mikhail Pazi alla chitarra. Ogni brano sarà introdotto con un approfondimento storico musicale a cura di Luca Summer.

Programma:

Rossini – Gazza ladra (Ouverture)

Rossini – Ecco ridente il cielo
Vieni tra queste braccia
Una voce poco fa

Chopin – Variazioni su un tema di Rossini

Mercadante – Se un istante
Arie variate (flauto solo)

Tarrega – Capriccio arabo (chitarra sola)

Il Concerto è ad ingresso gratuito.

L’accesso a Villa Arrivabene sarà consentito nei limiti dei posti previsti ai sensi della normativa in materia di sicurezza

Biografie:

OLIVIA GIGLI – Dopo il diploma presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e l’esperienza presso l’Accademia per professori d’orchestra del Teatro alla Scala, si diploma presso l’Accademia Internazionale del flauto di Imola e si perfeziona presso l’Académie Internationale d’Eté de Nice (France). Consegue il biennio specialistico in flauto presso il conservatorio “L.Cherubini” con 110 e lode. Ha al suo attivo numerose collaborazioni in ambito orchestrale tra cui: Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Festival Pucciniano, Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Giovanile Italiana e molte altre. Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori quali D. Baremboim, G. Dudamel, D. Harding,D. Gatti, D. Oren, e molti altri ed ha ricoperto il ruolo di primo flauto dell’Orchestra 1813 presso il Teatro Sociale di Como – As.Li.Co. Ha collaborato inoltre con note formazioni
cameristiche per diverse associazioni ed attualmente è membro del quartetto di flauti “Venere” e docente di flauto e musica di insieme presso il Liceo Musicale “Petrarca” di Arezzo.

MIKHAIL PAZI – Nasce a San Pietroburgo (Russia) e qui intraprende lo studio della chitarra classica, nel 2003 si trasferisce in Italia dove continua i suoi studi e dove si diploma con il massimo dei voti e lode presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno.Nel 2014 consegue il diploma del Biennio di Didattica dello strumento musicale presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, anche quello cum laude e si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali . Dal 2010 al 2013 Mikhail ha guidato le attività di musica di insieme e orchestra di chitarre per i giovani chitarristi nell’ambito del Festival Internazionale “Chitarrae” a Bivigliano (FI) ed è stato ospite al Festival Les Internationales de la Guitare a Montpellier. E’ stato membro del quartetto di chitarre “24 Corde Ensemble”, che nel 2008 ha ottenuto il “Premio Monte dei Paschi di Siena” per il miglior gruppo da camera al Corso di Chitarra tenuto all’Accademia Musicale Chigiana dal M°Oscar Ghiglia”. Attualmente è docente di chitarra presso Scuola Media ad Indirizzo Musicale “L. Pirandello” di Firenze.

LUCA SUMMER si è diplomato nel 1987 in pianoforte presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e laureato in Storia della Musica presso la Facoltà di Lettere del capoluogo toscano nel 1992. Ha svolto corsi di Storia della Musica per varie associazioni culturali e ha tenuto conferenze e scritto note di sala di concerti per importanti istituzioni, quali il Teatro del Maggio. Ha al suo attivo alcune pubblicazioni, soprattutto relative al periodo fra ‘800 e ‘900. Giornalista pubblicista, ha collaborato con il Giornale della Toscana dal 1998 al 2012 come critico musicale ed attualmente scrive sulla rivista online Pensa libero. Da oltre vent’anni è docente di Lettere presso la scuola secondaria di primo grado.

Dove: Villa Arrivabene Piazza Leon Battista Alberti, 1 – Firenze

Il Salotto Musicale tra Granducato e Regno d’Italia

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili