Cultura Firenze

sabato 10 novembre 2018

Convegno Arte, emozioni e biochimica del Corpo presso il Convitto Sant’Apollonia

Convegno Arte, emozioni e biochimica del Corpo

In tutte le fasi della storia l’arte è “utile”, “funzionale”: rappresenta un veicolo di emozioni e manifestazioni umane, un mezzo per esprimere gioia, potere, scienza e conoscenza, fede, amore. La radice etimologica della parola “arte” ha il significato di “fare”, perciò arte ha in sé un’accezione pratica riguardo specifiche abilità (arte medica, arte figurativa, arte sonora, arte del pensiero).

Partendo dagli studi condotti da Carlo Ventura sulle variazioni delle cellule staminali stimolate dalle vibrazioni che l’essere umano immette durante l’osservazione di un’opera d’arte o di un paesaggio, l’ascoltare una melodia, della bellezza in generale, si terrà domenica 10 novembre a Firenze il convegno Arte, emozioni e biochimica del Corpo.

L’incontro sarà il naturale proseguo del convegno tenutosi a Firenze nel 2012 Art-è Cura in cui sono state presentate le esperienze di grandi personalità del mondo culturale, scientifico e della comunicazione nazionali e internazionali – tra cui Alejandro Jodorowky, Patch Adams, Michela Murgia, Alessandro Meluzzi e Philippe Daverio – di come l’arte può essere un mezzo trascendente e catartico per purificare le zone d’ombra dell’uomo ed illuminarne l’esistenza, organizzato sempre da La Compagnia del Tao.

Gli studi di Carlo Ventura, professore ordinario Dipartimento di Medicina specialistica, diagnostica e sperimentale Università di Bologna,che ha fondato nel 2010, VID art|scienc (vidartscience.org), movimento internazionale che sviluppa un percorso transdisciplinare di Artisti e Scienziati nella convinzione che ogni manifestazione artistica possa parlare alle dinamiche più profonde della biologia dell’essere umano, hanno provato che le cellule del corpo umano e il suo DNA subiscono delle variazioni non casuali quando vengono sollecitate dalla bellezza di un dipinto o di una scultura, dall’ascolto di una melodia. Così come l’intenzionalità che si trasmette e le percezioni che si ricevono possono cambiare gli oggetti che ci circondano.

Sarà una giornata di studi dedicata a comprendere come è possibile riprendere contatto con questa consapevolezza e intenzionalità che è innata in ogni essere vivente, come usarla per apportare dei miglioramenti sia alla salute fisica che psichica di un individuo, come riappropriarsi di una consapevolezza che spesso viene persa nel momento del trauma della nascita o sopita dalle continue sollecitazioni che fanno perdere il contatto tra il corpo e l’anima. Saranno affrontati argomenti che toccano i miti dell’arte, della musica, della filosofia, della psicologia, esposti studi scientifici sul cervello, sull’arte dell’acqua e della musica, considerazioni sulla bellezza dell’arte e su come osservarla.

Il convegno sarà anticipato da una introduzione musicale del maestro Gabriele Spina “Aprés midi d’une faune” di Claude Debussy e inizierà con l’intervento di Carlo Ventura “L’arte e le cellule staminali – Vibrazioni e melodie cellulari: verso un nuovo paradigma in medicina rigenerativa”.

Seguirà Antonio Natali, già direttore Galleria degli Uffizi, Firenze, con un intervento su “Miti e bellezza, feticci e poesia”; Massimo Mori, medico e direttore della scuola di Tai Chi Chuan interverrà su “Concretizzazione Taoista: dal pensiero poetante alla pratica d’uso; Massimo Fioranelli, MD associate professor of physiology Guglielmo Marconi University, disserterà su “L’infinito è finito, il finito è infinito”; l’artista Thomas Goodman parlerà de “La magia delle bolle”; Rita Costato Costantini, coordinatrice nazionale Associazione Mus-e Italia Onlus, presentarà il suo progetto “I bambini e l’arte”; Ernesto Burgio, MD, Scientific committee ECER, Bruxelles esporrà “Evoluzione del cervello ed emergere della coscienza; Franco Cracolici parlerà de “L’arte come sottile filo rosso tra cervello e cuore”; Enrico Frascione, antiquario e Presidente degli Antiquari italiani, farà delle “Considerazioni sull’arte”; Massimo Rinaldi, Medico oncologo, docente scuola di agopuntura tradizionale della città di Firenze, parlerà de “L’arte dell’acqua”. Infine Enrico Cheli, psicologo, psicoterapeuta, sociologo e docente universitario, concluderà la giornata di studi con il suo intervento “L’arte del suono: mantra, campane tibetane e canto degli armonici”.
Franco Cracolici e Massimo Mori introdurranno il convegno, dopo i saluti di Sara Funaro, Assessore al Welfare e Sanità del Comune di Firenze, che sarà coordinato da Massimo Mori.

Il convegno è stato organizzato da Associazione culturale La Compagnia del Tao e Scuola Agopuntura tradizionale della città di Firenze srl con il Patrocinio di Scuola di Tai Chi Chuan Nuovo Orizzonte e Muse-e Firenze e Prato Onlus

Informazioni
Sandra Focardi e Barbara Centaro
T 055 704172
info@scuoladiagopuntura.it

Iscrizioni:
Serena Patti
T 334 7329440 dalle 15 alle 19
convegno@compagniadeltao.it

Iscrizioni online
www.compagniadeltao.it
quota associativa e partecipazione al convengo: 30 euro

Dove: Convitto Sant’Apollonia Via San Gallo 25 Firenze

Fonte: Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili