Cultura Empoli

da venerdì 21 ottobre 2016 a venerdì 24 febbraio 2017

Biblioteca Fucini di Empoli, alla sezione Ragazzi un nuovo ciclo di incontri su ‘Il mondo intorno a noi’

Dai segnali di fumo ai social

Dai segnali di fumo ai social

Per gli amanti delle scienze naturali, di quelle applicate e della tecnologia, la Sezione Ragazzi della biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ di Empoli, propone per questo autunno e fino a febbraio prossimo, un nuovo ciclo di incontri dedicati ai ragazzi e alle loro famiglie, dal titolo Il mondo intorno a noi. Da qui nasce un contenitore denominato “Dai segnali di fumo ai social”, in cui si racconta, in cinque puntate, la storia dei grandi inventori che hanno cambiato per sempre le nostre vite, per conoscere e scoprire come funzionano gli oggetti che utilizziamo ogni giorno, da dove vengono le grandi invenzioni che hanno rivoluzionato il quotidiano, e soprattutto, chi sono i protagonisti del cambiamento e dell’evoluzione ancora in corso.

Questo è il file rouge del nuovo ciclo di incontri “Dai segnali di fumo ai social”, curato e condotto da Simone Terreni, appuntamenti ispirati al suo libro omonimo, edito da Giunti.

Un’ora di storytelling per ciascuno dei cinque argomenti intorno ai quali si raccolgono le storie delle sedici grandi menti che hanno cambiato il nostro modo di comunicare. Un bellissimo viaggio indietro nel tempo, da Meucci a Marconi, fino ad arrivare ai giorni nostri, a Facebook e Instagram passando per personaggi forse meno conosciuti ma affascinanti e innovativi già per l’epoca nella quale hanno vissuto.

QUELLE STORIE DEI ‘GRANDI’ – Le storie sono quelle della maratona di Filippide, quella di Samuel Morse e l’invenzione del telegrafo seguite dalla sorprendente parentesi su Antonio Meucci che inventò il telefono per amore. E poi, ancora, Guglielmo Marconi, il padre del wireless, Hedy Lamarr, star di Hollywood prima e geniale inventrice poi. E ancora Steve Jobs, Mark Zuckerberg, Thomas Edison e tutti quei nomi di grandi inventori o imprenditori accomunati dalla passione per la scienza – e, a volte, dall’amore – che hanno cambiato il nostro modo di informarci. Un ciclo di incontri mensili, per ripercorrere in modo estremamente coinvolgente insieme ad una platea rapita e partecipe aneddoti e curiosità delle vecchie e nuove tecnologie.

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI – Venerdì 21 ottobre dalle 17 alle 18 si parlerà di ‘Com’è nato il Telefono? Alla scoperta di Filippide, Morse e Meucci’. Partendo dai segnali di fumo fino ad arrivare ad Antonio Meucci e al telefono, verranno narrate le storie degli uomini che con la loro passione per la scienza, hanno contribuito a trasformare le nostre abitudini permettendoci di ridurre le distanze nella comunicazione di messaggi, notizie, pensieri ed emozioni. L’incontro è dedicato ai bambini da 7 a 12 anni.

A ruota, mercoledì’ 26 ottobre, come da calendario delle iniziative di ottobre della ‘Sezione Ragazzi’, i bibliotecari della Fucini spiegheranno ai ragazzi come è nato il telegrafo nel laboratorio Telegrafiamoci un segreto. Un divertente laboratorio creativo alla scoperta dei nostri modi di comunicare. Si getterà uno sguardo sugli alfabeti più bizzarri del mondo e soprattutto sull’alfabeto Morse, che si potrà provare dal vivo dopo aver costruito un vero e proprio telegrafo moderno.

Venerdì 18 novembre dalle 17 alle 18 si narra la storia di ‘Come sono nati i Computer?’. Scopriamo chi sono Hewlett & Packard, Turing, Jobs, Olivetti. La nascita dei computer, frutto del lavoro di molteplici menti ingegnose come Hewlett e Packard che crearono un calcolatore elettronico e la calcolatrice tascabile; Alan Turing che grazie alla sua ‘macchina’ aiutò gli alleati nel decifrare enigma, il linguaggio crittografato utilizzato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale; Steve Jobs e la Apple, la Next, la Pixar; Adriano Olivetti e l’ELEA 9003, il primo Elaboratore Elettronico Automatico. L’incontro è dedicato ai bambini da 7 a 12 anni. Lunedì 12 dicembre dalle 17 alle 18, si parlerà di ‘Com’è nata Internet? Effetto Sputnik, Tim Berners Lee, Page & Brin’. La storia dell’evoluzione della più grande ragnatela del mondo. Da ARPANET all’avvento del protocollo TCP/IP e alla nascita del World Wide Web, fino ad arrivare a Google, il più grande motore di ricerca di tutti i tempi. L’incontro è dedicato ai bambini da 7 a 12 anni.

Venerdì 20 gennaio dalle 17 alle 18 saremo sempre più nel presente con la storia di ‘Come sono nati gli smartphone?’, incontrando Marconi, Lamarr, Cooper. Ecco le grandi menti che hanno contribuito ad abbattere le distanze grazie alla invenzione dei segnali radio e della telefonia mobile: Guglielmo Marconi, padre della radio; Hedy Lamarr e le sue invenzioni per criptare i messaggi radio; Martin Cooper, padre del primo cellulare nel 1973. L’incontro è dedicato ai bambini da 7 a 12 anni.

Venerdì 24 febbraio dalle 17 alle 18, ultimo incontro, su ‘Come sono nati i social network? Conosciamo Zuckerberg, Koum e Systrom’. I Social Networks, vere e proprie reti sociali, ci offrono l’opportunità di vivere in un mondo sempre più connesso e più aperto. Scopriamo insieme come sono nati i principali social che usiamo ogni giorno, da Facebook, a WhatsApp, a Instagram. L’incontro è dedicato ai bambini da 7 a 12 anni.

PER INFO E PRENOTAZIONI – Gli appuntamenti sono liberi e gratuiti. I posti però sono limitati, quindi assicuratevi di non perdere l’occasione. Per partecipare ai laboratori è necessario essere iscritti alla biblioteca. L’iscrizione si può fare in qualsiasi momento, presentando la carta di identità e il codice fiscale, o tessera sanitaria. Per l’iscrizione ai servizi degli utenti minorenni sono necessarie l’autorizzazione dei genitori e la copia del documento di identità. per partecipare, contattare il numero 0571/757873 ; sezione.ragazzi@comune.empoli.fi.it

Fonte: Comune di Empoli - Ufficio Stampa
Calcola il percorso Mappa ingrandita

Eventi simili