Cultura Lucca

sabato 27 ottobre 2018

Al Lucca Underground Festival Massimo Zamboni presenterà il suo libro Nessuna voce dentro. Un’estate a Berlino ovest

Grande attesa per il terzo ed ultimo evento di ‘Lucca Underground Festival 2018’ in programma sabato 27 ottobre alle ore 17.30 al polo culturale Artémisia di Tassignano. Protagonista dell’evento sarà Massimo Zamboni, compositore e chitarrista delle storiche band CCCP e CSI. Un appuntamento eccezionale con uno degli esponenti più importanti e significativi della scena musicale italiana.

Durante l’incontro Zamboni presenterà il suo ultimo libro edito da Einaudi “Nessuna voce dentro. Un’estate a Berlino ovest” in cui ripercorre il viaggio che segnò la sua vita in tutti i sensi. Durante quel viaggio infatti incontrò Giovanni Lindo Ferretti con il quale poi dette vita ai CCCP, il gruppo musicale punk che ha segnato per sempre la musica italiana. Durante l’incontro Zamboni ovviamente non mancherà di eseguire alcuni brani di repertorio dei CCCP/CSI e della sua carriera solista.

“Per noi è un grandissimo onore avere un ospite così importante – afferma Gianmarco Caselli, ideatore e direttore del Lucca Underground Festival -. I CCCP hanno segnato un’intera generazione dando una svolta importantissima alla musica italiana. Zamboni rappresenta una delle menti più geniali del nostro panorama musicale.”

Durante la serata a Zamboni verrà conferito il Premio Lucca Underground Festival 2018 e il Collettivo Rivoluzionario Permanente eseguirà un brano per “Visioni Underground”, la proiezione di foto Underground realizzate dai soci del Festival.

‘Lucca Underground Festival’ è promosso dall’Associazione V.A.G.A.(Visioni Atipiche Giovani Artisti) con il patrocinio e il contributo del Comune di Capannori, il contributo della Fondazione Cassa Risparmio di Lucca, Arci Lucca e Versilia e la collaborazione della Provincia di Lucca ed è ormai divenuto un punto di riferimento nazionale della cultura alternativa alla cultura di massa.

Come per il 2017 anche quest’anno il Lucca Underground Festival si vanta di avere la locandina realizzata da uno dei giovani artisti più promettenti del nostro territorio, Francesco Zavattari. La locandina è stata appositamente pensata e disegnata per il LUF in pieno stile Underground. In linea con l’essenza del proprio lavoro, in cui la ricerca di una tecnica sempre dettagliata vive in connubio con l’istinto più esplosivo, l’artista ha in questo caso lavorato sull’intreccio fra differenti livelli fisici e digitali. Su un disegno appositamente creato sono infatti stati apposti a mano adesivi reali, poi elaborati in digitale per l’inserimento delle informazioni relative al programma del Festival. La volontà è quella di richiamare la complessità della cultura Underground, ricca di elementi nascosti dalla natura più disparata.

Informazioni:

info@luccaunderground.it

Nessuna voce dentro. Un’estate a Berlino ovest

Fonte: Ufficio Stampa

Eventi simili